zona-gialla-rafforzata

Nuove strette dal 7 gennaio: zona gialla rafforzata e rossa nei weekend?

Condividi

Neanche il tempo di tornare in zona arancione che saremo di nuovo rossi e poi di nuovo gialla e nuovamente arancioni, e ci appioppano anche un zona gialla rafforzata. Insomma, il 2021 inizia con un arcobaleno. Oggi saremo arancioni, respireremo un po’ di libertà, e domani saremo di nuovo rossi. Il 7 e l’8 saremo finalmente gialli per la prima volte quest’anno e poi il 9 e il 10 arancioni. E dall’11? Dall’11 probabilmente si torna con il sistema dei colori fino al 15, ma i parametri cambiano. Dal 15, invece, nuovo DPCM.

zona-gialla-rafforzata
Fonte: freepik

Sì, il 2021 è appena iniziato e già ci siamo persi. Forse sarebbe persino più comodo metterci direttamente in lockdown nazionale in modo da far abbassare definitivamente i contagi e poi muoverci solo quando arriveremo a una situazione paragonabile a quella da maggio in poi, in cui i contagi sono scesi così tanto da permettere di riaprire del tutto le regioni e far tornare le persone alla normalità (anche se abbiamo già visto quanto la gente se ne sia approfittata).

Tuttavia, l’Italia non sarebbe capace di gestire un secondo lockdown a livello non solo economico ma anche psicologico, e probabilmente è anche per questo che a Natale abbiamo avuto diverse deroghe in modo che in molti riuscissero a spostarsi per raggiungere i propri cari, e anche per lo shopping natalizio che, purtroppo, ha fatto solo danni, facendo aumentare di fin troppo i contagi. Ma ormai è inutile pensarci, dal passato possiamo solo imparare e sicuramente anche il Premier Conte non commetterà due volte gli stessi errori.

Ma, bando alle ciance, vediamo per bene il nuovo ipotetico calendario che potremo avere nei giorni post Epifania e anche cosa si intende con zona gialla rafforzata, che è quello di cui si è discusso molto nella giornata di ieri. Sottolineiamo che, in ogni caso, queste sono ancora solo ipotesi e non abbiamo ancora alcuna certezza, né sui giorni che fanno dal 7 al 15, né per il nuovo DPCM.

Calendario dal 7 al 15 gennaio

Dalle indiscrezioni si presume che l’Italia sarà gialla il 7 e l’8 gennaio. Ricordiamo che il 7 la ministra Azzolina pensa di riaprire anche le scuole con la presenze del 50% degli studenti, per cui potete solo immaginare che macello potrebbe esserci il 7 gennaio se questo dovesse avvenire (ma sembra che il Consiglio dei Ministri sia contrario). Il 9 e il 10, invece, che è un weekend, l’Italia tornerebbe in zona arancione, probabilmente per evitare di far uscire per festeggiare tutti insieme dopo le festività.

zona-gialla-rafforzata
Fonte: twitter

Nella settimana che va dal 10 al 15 invece ci sono diverse ipotesi. C’è chi pensa di anticipare il nuovo DPCM, come riferisce il Corriere della Sera, chi invece pensa che semplicemente verranno prolungati i giorni gialli, rossi e arancioni e, altri ancora, che mettono in mezzo la “zona gialla rafforzata“, di cui parleremo a breve. Un’altra ipotesi è quella della zona arancione in settimana e rossa nel weekend. Si pensa anche che il coprifuoco potrebbe essere anticipato alle 20.

Abbiamo prima anticipato la notizia sui parametri per il calcolo del colore delle Regioni, che sarà quindi molto utile sapere se, anche dopo il 15 gennaio ma anche dopo il 7 (quella delle regioni divise per colori non è un’ipotesi da escludere dopo il 7 gennaio), si decidesse di continuare con questa ordinanza, subirà delle variazioni. Infatti, come riferisce sempre il Corriere della Sera, sembrerebbe che i parametri saranno così suddivisi:

  1. Zona arancione: Rt a 1;
  2. Zona rossa: Rt a 1.25.

Questo significa che diverse regioni, al momento, sono a rischio zona rossa, come la Calabria, la Liguria e il Veneto, mentre altre, come Basilicata, Lombardia e Puglia, rischiano di restare arancioni. A rischio sono anche Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche. Tuttavia, non pensate che le altre regioni siano salve, perché, congiunti fuori regione, mi spiace darvi questa notizia ma sembra proprio che, ancora una volta, non saremo presi in considerazione. Anche se la vostra regione sarà gialla, non potrete spostarvi.

Cos’è la zona gialla rafforzata?

zona-gialla-rafforzata
Fonte: freepik

E ora, passiamo alla domanda dell’anno: cos’è la zona gialla rafforzata? Altro non è che una zona arancione e rossa però colorata di giallo. Ovviamente ancora non abbiamo una definizione vera e propria poiché ancora non abbiamo notizie certe e confermate da Giuseppe Conte, ma sembra che in alcune regioni potrebbe scattare già dal 7 gennaio, per cui sicuramente ce lo faranno sapere al più presto.

Insomma, è un modo per tenere le persone in zona rossa e arancione però facendogli credere di essere in zona gialla, almeno così sembra al momento, ma siamo sicuri che non sarà questa presa in giro. In molti, comunque, temono che con rafforzata sia solo un ulteriore modo per penalizzare, ancora una volta, chi ha dei congiunti fuori regione. In poche parole, che avvenga come a maggio (anche come a dicembre, ma questo non diciamolo): nella regione il virus non esiste e chiunque fa quello che gli pare, ma spostamenti fra regioni no perché c’è il virus.

Si sbaglieranno? Non si sbaglieranno? Non lo sappiamo. Quello di cui siamo sicuri è che peggio di com’è andato lo scorso anno non può andare, per cui, zona gialla rafforzata, non ti temiamo.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.