Twitch: grosso attacco hacker rende pubblici i guadagni degli streamer e non solo

Condividi

Twitch è una delle piattaforme più utilizzate dagli streamer, dai gamer e da chiunque abbia voglia di fare due chiacchiere parlando di un argomento in cui è ferrato. Ci sono state diverse polemiche proprio su come chiunque, letteralmente chiunque, abbia utilizzato questa piattaforma per guadagnare soldi, anche ragazze in costume da bagno che ballano in una piscina (per loro è stata introdotta la categoria Hot Tub), tuttavia adesso c’è altro a cui pensare, ovvero il più grosso leak nella storia di Twitch da parte di un gruppo di hacker che poi ha pubblicato tutto su 4chan.

twitch-attacco-hacker
Fonte: Twitter

Quasi 130 GB di dati contenuti in un pacchetto che contiene al suo interno diverse informazioni, dal codice sorgente del software, ai compensi degli streamer dal 2019 a oggi (vi potrebbe stupire quanto guadagnano, ma essendo il materiale pubblicato illegalmente, abbiamo deciso di non contribuire alla diffusione), dai client delle app per PC, console e piattaforme mobile ai vari SDK proprietari e servizi interni AWS. Ma soprattutto è stato reso pubblico il progetto di un servizio di digital delivery alla pari di Steam, chiamato in codice “Vapor” e gestito da Amazon Game Studios.

I dati sono autentici? Come facciamo a sapere che non siano dati presi a caso? Ebbene, la conferma è arrivata da diverse fonti, in particolare da VGC, che ha verificato la veridicità dei file. L’intento degli hacker sarebbe stato quello di «sovvertire e alimentare la competizione nel settore dello streaming», poiché la community di Twitch è ritenuta un «pozzo nero disgustoso e tossico», e forse non possiamo neanche dare tanto torto, ma non voglio entrare nel merito (è comunque sbagliato hacker, qualsiasi sia l’intento). Secondo VideoGameChronicles, il furto è avvenuto il 4 ottobre, o comunque Twitch ne è a conoscenza da quella data.

twitch-attacco-hacker
Fonte: VGC

Sempre VGC ha fatto sapere che all’interno del leak si trovano i seguenti documenti:

  • L’intero codice sorgente di Twitch con la cronologia dei commenti dalle origini della piattaforma;
  • Compensi degli streamer dal 2019
  • Client Twitch per dispositivi mobili, desktop e console
  • SDK proprietari e servizi interni AWS utilizzati da Twitch
  • Ogni altra proprietà che Twitch possiede” inclusi IGDB e Curseforge
  • Un concorrente di Steam inedito, nome in codice Vapor, da parte di Amazon Game Studios
  • Gli strumenti di “red teaming” interni (progettati per migliorare la sicurezza)

Hackeraggio di Twitch: cos’altro sappiamo

twitch-attacco-hacker
Fonte: Twitter

Alcuni utenti su Twitter hanno cominciato a indagare fra i 125 GB di informazioni trapelate, consigliando anche di cambiare le password e inserire l’autentificazione a due fattori perché nel file ci sono anche le password crittografate. Tuttavia non si sa ancora benissimo quale sia stato il rischio che hanno corso gli utenti, perché l’attacco sempre essere indirizzato solo a Twitch, più che ai gamer.

Dopo il down dei tre social principali, Facebook, Instagram e Whatsapp, leggere la notizia che riguarda Twitch ci fa pensare che davvero ci sia un problema con i social network. Speriamo comunque che tutto possa risolversi al meglio.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Gli abusi sui minori da parte della Chiesa in Francia fanno accapponare la pelle
Next post Eurovision: Mika sarà il conduttore?