5 omicidi terrificanti commessi nella notte di Halloween – Una tazza d’horror #12

Condividi

Dolcetto o scherzetto? In vista di Halloween, per oggi la rubrica Una tazza d’horror parlerà di più casi, ma tutti commessi nella notte del 31 ottobre. Vi ricordo che su Cup of Green Tea prendiamo molto seriamente questa ricorrenza, e infatti gli ultimi quattro lunedì sono stati dedicati ad Halloween e lunedì concluderemo con quattro articoli per darvi una mano a celebrarlo. Oggi, però, ci dedicheremo a cinque storie di killer o serial killer che hanno ucciso in questa data, in modo da poter terrorizzare i vostri amici con storie di orrore.

Potrebbe interessarvi: Halloween 2022: 8 incidenti da brividi in F1

Halloween è sinonimo di paura, di sangue, di terrore, e per questo motivo in tanti cercano quel brivido di terrore che spesso si ritrova in case infestate, in costumi terrificanti o semplicemente guardando film o serie tv horror. Altri, invece, preferiscono perdersi in storie di serial killer realmente esistiti, in molti ad esempio si stanno avvicinando al true crime per la prima volta con la storia di Jeffrey Dahmer, ma ci sono serial killer persino peggiori di lui, di cui abbiamo già parlato (I 5 Serial Killer più terrificanti della storia).

Oggi, però, parliamo semplicemente di alcuni omicidi avvenuti nella notte di Halloween. Ad esempio, del cosiddetto “uomo delle caramelle“, ovvero Ronald O’Bryan, oppure dei Toolbox Killers. E ancora, la storia di Martha Moxley, 15enne uccisa a una festa di Halloween. Oppure, quello di Karl Jackson, ucciso per aver risposto male a un lancio di uova nella notte di dolcetto o scherzetto. Infine, parleremo anche dell’omicidio di una suora, Tadea Benz, uccisa proprio la notte del 31 ottobre.

5 omicidi avvenuti ad Halloween

Halloween 1974

Il 31 ottobre 1974, Timothy O’Bryan, un bambino di 8 anni, è tornato nella sua casa di Houston da una lunga notte di dolcetto o scherzetto. Suo padre, Ronald, gli dà un’ultima caramella: un Pixy Stix, che il bambino ha mangiato subito. Pochi secondi dopo ha cominciato a vomitare ed è morto mentre andava in ospedale. Dopo aver cambiato la sua storia più volte, la polizia ha appreso che Ronald era responsabile della morte di suo figlio poiché aveva avvelenato le caramelle con il cianuro. Si è scoperto anche che Ronald era indebitato e aveva stipulato una polizza di assicurazione sulla vita per i suoi figli.

tazza-dhorror-halloween
AP

Halloween 1975

La notte prima di Halloween nel 1975, Martha Moxley, 15 anni, ha lasciato la sua casa nel Connecticut per partecipare a una festa in maschera. La mattina di Halloween, è stata trovata morta in giardino, picchiata a morte con una mazza da golf, secondo il New York Times. Venticinque anni dopo Michael Skakel, ai tempi suo coetaneo, è stato condannato all’ergastolo. Il 4 maggio 2018 la Corte Suprema del Connecticut ha annullato la sua condanna. Nel 2020, la CNN ha riferito che il caso è stato riaperto al pubblico.

tazza-dhorror-halloween
Getty Images

Halloween 1979

Nel 1979, Shirley Ledford stava tornando a casa in autostop da una festa di Halloween quando due uomini l’hanno rapita e trasportata in uno squallido furgone. Questi uomini erano i Toolbox Killers. Secondo il New York Daily News, Lawrence Bittaker e Roy Norris erano famosi per aver rimorchiato autostoppiste e poi torturate con strumenti che si trovano in genere in una cassetta degli attrezzi. Spesso scattavano foto delle loro vittime durante gli omicidi, e così hanno fatto con Shirley: torturata, uccisa e poi abbandonata in un prato. I due sono stati denunciati da un amico e la ragazza è stata la loro ultima vittima.

tazza-dhorror-halloween
AP

Halloween 1981

Il 31 ottobre 1981, il corpo di suor Tadea Benz è stato trovato nudo in un convento del Texas. Le altre suore nella casa hanno notato una finestra rotta nella stanza della comunità, quindi hanno chiamato immediatamente la polizia. Le autorità hanno trovato i vestiti di Benz e un coltello sotto il letto. Nel frattempo, un’autopsia ha rivelato che la suora è stata accoltellata, strangolata e aggredita sessualmente. Nel 1992 fu condannato Johnny Frank Garrett, dopo che un testimone lo aveva visto scappare dal convento. Le sue ultime parole: «Vorrei ringraziare la mia famiglia per amarmi e prendersi cura di me. Il resto del mondo può baciarmi il culo».

tazza-dhorror-halloween
AP

Halloween 1998

Un dolcetto e scherzetto mortale. Karl Jackson, 21 anni, e la sua ragazza erano andati a prendere il figlio di lei a una festa, ma degli adolescenti hanno cominciato a buttare delle uova contro la loro auto. Jackson è sceso dall’auto per intimare i ragazzini a fermarsi, ma uno di loro, Curtis Sterling di 17 anni, ha tirato fuori una pistola e gli ha sparato in testa, uccidendolo sul colpo. Il ragazzo adesso sta scontando la sua condanna e secondo il NYT ogni Halloween riceve un bigliettino dalla madre di Jackson che recita: «Son felice che tu sia ancora lì».

tazza-dhorror-halloween
Phil Walter/Getty
close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.