stanchezza-da-covid-19

Stanchezza da Covid-19: ne soffri anche tu?

Condividi

Il Coronavirus è entrato nelle nostre vite all’improvviso e ce l’ha cambiata in modo irreversibile. Abbiamo detto addio a delle persone, alle nostre abitudini, a cose che davamo per scontato. Poi siamo quasi tornati alla normalità, e questo approfittarsi della situazione ci ha riportati non al punto di partenza, ma quasi. E questo ha causato in molti la stanchezza da Covid-19: cos’è? Ne soffri anche tu? Scopriamolo insieme.

Il Coronavirus, nel corso dei mesi, da quando ci ha costretti in un lockdown a quando ci è stato concesso di provare a tornare alla normalità con alcune semplici norme da rispettare, ha avuto un effetto differente sulle persone.

Molte sono riuscite a comprendere la gravità della situazione e hanno preferito continuare a rispettare, volta per volta, i decreti e i consigli degli esperti, evitando assembramenti e luoghi affollati, indossando la mascherina quando necessario e indossandola bene. Altre, invece, hanno preferito fregarsene, continuare la propria vita come se il Covid-19 non l’abbia drasticamente cambiata, portando con sé la mascherina senza indossarla, oppure andando a feste affollate. Infine, c’è chi rinnega tutto: il Covid-19 non esiste! E questi, ammettiamolo, sono i più irrispettosi.

Cosa potrebbero avere in comune questi tre tipi di persone? La stanchezza da Covid-19.

stanchezza-da-covid-19
Fonte: freepik

Stanchezza da Covid-19: cos’è?

No, non prendetevi d’ansia. La stanchezza da Covid-19 non è uno dei sintomi del coronavirus, non c’è bisogno che vi facciate un tampone solo perché vi sentite sfiniti e apatici nei confronti delle norme, del Covid-19 e di come il 2020 abbia stravolto la vostra intera quotidianità.

La stanchezza da Covid-19 altro non è che uno “sfinimento da Covid”, definito così dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, uno stato d’animo condiviso da più persone che si sentono devastate dal dover rispettare tutte queste norme che, seppur semplici e soprattutto necessarie per evitare di tornare all’iniziale lockdown che sicuramente era più difficile da sopportare, possono essere per alcuni complesse.

stanchezza-da-covid-19
Fonte: freepik

A parlare di questo disagio è Hans Kluge, il responsabile Europa dell’Oms che ha sottolineato come l’impatto emotivo del Coronavirus oggi non sia più solo una stanchezza ma anche una sorta di stato di apatia diffuso, una stanchezza verso le regole che dobbiamo rispettare a tutti i costi per evitare di tornare alla Fase 1, in cui i problemi psicologici erano nettamente maggiori e, spesso, non presi in considerazione.

Tuttavia, Hans Kluge mette in evidenza anche come questa stanchezza da Covid-19 sia totalmente normale poiché ci siamo trovati catapultati in una pandemia con più di un milione di morti e che ci ha costretti a dover cambiare tutte le nostre abitudini, da come lavoriamo a dove e come prendiamo il caffè, o anche da come, nel primo periodo, vedevamo i nostri cari.

Stanchezza da Covid-19: le cause

Sono stati effettuati diversi sondaggi negli stati e, da questi, risulta che la stanchezza da Covid-19, con risultati variabili da paese a paese, coinvolga quasi il 60% della popolazione mondiale, questo perché non in tutti i Paesi la pandemia è stata percepita nello stesso modo.

In Francia, infatti, non hanno mai avuto un lockdown totale come lo abbiamo avuto noi, tuttavia c’è da dire che i risultati si sono visti, poiché fino a domenica c’erano più di 16mila casi giornalieri da loro mentre da noi, sebbene siano aumentati, non raggiungono neanche la metà dei loro.

Stessa cosa in Inghilterra, dove Boris Johnson aveva difeso la propria scelta dicendo che “agli inglesi piace la libertà”, ma il nostro Mattarella ha risposto a tono sottolineando che anche agli italiani piace la libertà, come piace anche la serietà. Touché.

Ma, tornando al nostro topic, le cause della stanchezza da Covid-19 sono da ritrovarsi nel modo in cui viene percepita la pendemia, il virus, le restrizioni, o ancora tutte le conseguenze, dalle morti alla crisi economica ai rapporti sociali.

Stanchezza da Covid-19: come guarire

Come fare a guarire? Come fare a non pensare costantemente a quanto la vostra vita sia cambiata? Come fare a non pensarci mentre si è costretti, per la nostra salute e per quella degli altri, a indossare una mascherina? Ci ha pensato l’Oms con un documento indirizzato ai governi.

stanchezza-da-covid-19
Fonte: freepik

L’Oms ritiene che il governo di ogni Paese debba riuscire a coinvolgere le comunità e soprattutto le categorie più fragili, come gli studenti e gli anziani che potrebbero più risentire del cambiamento e della conseguente stanchezza da Covid-19.

Un esempio di questo modello di coinvolgimento è quello danese, dove gli studenti sono stati invitati a proporre dei protocolli per decidere, o almeno aiutare, loro stessi come il governo dovesse muoversi per quanto riguarda il servizio scolastico. Anche la Germania, sebbene in un modo diverso, ha cercato di prendersi cura dei cittadini, coinvolgendo degli esperti per capire, prima di approvarli, come la popolazione avrebbe accettato (o se non avesse accettato) dei divieti.

 

Voi come state vivendo il post-Covid?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.