She-Hulk: recensione del primo episodio [ALERT SPOILER]

Condividi

L’abbiamo aspettato tantissimo, le aspettative erano alte per la trama e per il format procedurale, così come per i personaggi che vedremo nel corso della serie, ma anche basse in quanto il CGI è stato tanto criticato, ma finalmente abbiamo potuto vedere She-Hulk, e siamo tanto soddisfatti del primo episodio, tanto da non veder l’ora che esca il prossimo, per scoprire di più sulla villain e su quello che le persone diranno di Jennifer Walters, l’avvocata con i poteri di Hulk.

she-hulk-recensione-1x01
Il cast di She-Hulk

Il primo trailer pubblicato da Disney Plus ci ha mostrato una She-Hulk che comincia con la trasformazione e siamo sicuri che ci farà davvero tanto ridere. Lo stesso Kevin Feige l’ha descritta come una commedia, e la presenza dell’Hulk che abbiamo conosciuto nell’ultimo Avengers sicuramente migliorerà la situazione. In più, in questa serie sapremo anche com’è riuscito Bruce Banner a mantenere il controllo la sua trasformazione grazie all’uso delle radiazioni.

Ma chi è Tatiana Maslany/She-Hulk? Altro non è che la cugina di Bruce Banner, che ottiene i suoi poteri da una trasfusione d’emergenza da parte del cugino e quindi riesce a trasformarsi in una versione femminile di Hulk, cercando di portare giustizia non solo nei tribunali (Tatiana è un’avvocata) ma anche fuori, lottando contro i cattivi. Nel trailer vediamo anche diversi easter egg interessanti, che ci fanno capire quanto sarà bella la serie!

I personaggi che già conosciamo e che vedremo nel corso della serie sono: Hulk/Bruce Banner, Emil Blonsky/Abominio, Titania, Nikki Ramos, Wong e anche il non più segreto Matt Murdock/Daredevil. In un tweet abbiamo visto quattro personaggi: Hulk, Emil Blonsky / Abominio, Wong e Daredevil… e un’automobile, che dovrebbe essere fondamentale in quanto quest’ultimo personaggio appare proprio dopo che She-Hulk stoppa l’auto sportiva verde che sembra volerla investire. Ma vediamo adesso le novità.

Sottolineiamo anche che She-Hulk seguirà le vicende di una supereroina, nulla di diverso dalle altre serie tv Marvel che abbiamo già visto… se non fosse che Jennifer Walters è anche un’avvocata, e questo rende la serie un procedurale con diverse scene in aule di tribunale dove vedremo all’opera la protagonista mentre cerca di difendere altri superumani. Questa caratteristica della serie viene evidenziata in un nuovo breve spot, che ci fa venire ancora più voglia di vedere la serie:

She-Hulk: recensione del primo episodio [ALERT SPOILER]

Partiamo dal principio: conosciamo Jennifer Walters come avvocatessa, o meglio… come avvocatessa un po’ speciale, e subito veniamo introdotti in una sorta di flash back in cui ci viene spiegato in che modo è diventata una She-Hulk: mentre era in auto con il cugino Bruce/Hulk, ha avuto un incidente. Bruce aveva un taglio e il sangue è finito in una ferita di Jennifer, che si è immediatamente trasformata in Hulk. A quel punto c’è un po’ di confusione, con la donna che viene molestata da un gruppo di ragazzi e si trasforma. Ammettiamolo, in quelle occasioni tutte vorremmo essere degli Hulk.

she-hulk-recensione-1x01
She-Hulk, 1×01

In ogni caso, da quel momento inizia il programma di Jennifer per l’autocontrollo, ma Bruce si rende subito conto che i due non sono la stessa persona: mentre lui ha dovuto convivere con Hulk per anni prima di diventare Smart Hulk, la cugina è sola nel suo corpo, per questo il controllo è molto più semplice. In particolare, è molto bello il discorso che fa su quanto una donna ogni giorno debba contenere la sua rabbia, per cui è qualcosa a cui è abituata.

Sì, in molti si lamenteranno di quel momento perché lo troveranno solo un modo per strizzare un occhio al femminismo, ma purtroppo non ha detto nulla di fantasioso o sbagliato. Le donne ogni giorno devono mantenere la calma davanti alle molestie, al catcalling, al mensplaining, davanti a colleghi che ti sottovalutano solamente in quanto donna e credono che non sei adatta nel tuo lavoro solamente perché non hai il pene. È stata una scena molto forte, e necessaria.

Cosa ci è piaciuto poi? Bruce che rode perché sua cugina è più brava di lui, e lo è sin da subito. Le citazioni a tutti i nostri eroi preferiti: la ninna nanna di Nat verso Hulk, la firma di Tony Stark, il fatto che gli abbia costruito il laboratorio e che poi se lo sarebbe ripreso ma, purtroppo, non ha potuto, farlo, il fatto che Tony andasse nel bar di Bruce per lamentarsi di Steve e poi la gag sulla verginità di Captain America, forse una delle scene più divertenti di tutto il primo episodio di She-Hulk:

In ogni caso, è stato un episodio iniziale molto bello che ha introdotto il personaggio e si è concluso con una scena che avevamo già più o meno visto nel trailer, con Jennifer Walters in forma di She-Hulk che si presenta come avvocato durante l’udienza nel momento in cui arriva una villain di cui ancora non si conosce l’identità. Poi, dopo averla stesa, pretende di continuare con l’udienza. Non vediamo davvero l’ora di vederla all’opera (sia come supereroina che come avvocato) nel prossimo episodio!

L’opinione online

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.