Sex Education diventa ufficialmente un manga

Condividi

Sex Education è una delle serie tv Netflix più apprezzate, e si attende con tantissimo hype la quarta stagione, anche se abbiamo dovuto dire addio a due personaggi che conosciamo dalla prima: Ola e Lily. Tuttavia, c’è una novità molto carina: lo show televisivo sta apparentemente ricevendo il proprio adattamento manga, per cui ci sarà un nuovo modo in cui il bel messaggio di Sex Education verrà trasmesso al pubblico giovanile, magari coinvolgendo anche più persone.

sex-education-manga

Quando abbiamo visto per la prima volta Sex Education abbiamo subito capito che era una serie diversa da tutte quelle che avevamo su Netflix, e così era stato. La prima stagione è stata un successo e la seconda ancora di più. Ci ha dato del femminismo, dell’amicizia, tanti consigli attuali. Sex Education, in qualche modo, cerca di non rendere il sesso un tabù, ancora una volta, perché sebbene siamo nel 2021, viene ancora considerato come tale. Interessante è anche Sexify (qui trovate la recensione), che molti hanno paragonato alla serie, sebbene sia diversa sotto molti aspetti.

La trama generale di Sex Education, che troviamo su Wikipedia, ci racconta che «il protagonista Otis Milburn, è un comune adolescente britannico figlio di Jean, una scrittrice e terapista sessuale di fama nazionale. La sua vita è stata sempre invasa dal lavoro della madre, tanto da renderlo un ragazzo particolarmente sensibile ai problemi altrui, specialmente se di natura sessuale».

Nella seconda stagione, invece, vedremo Otis dividersi in due relazioni, quella con Ola e quella con Maeve, una sua cara amica con cui si trova in conflitto. Intanto, il liceo si trova ad affrontare una pandemia da clamidia e questo renderà evidente di come la scuola abbia bisogno di un corso di educazione sessuale. E come possiamo non immedesimarci? D’altronde, in Italia raramente viene svolta nelle scuole.

sex-education-manga

Riguardo la terza stagione di Sex Education, senza fare spoiler (qui trovate la recensione), ma questo è quello che è stato detto dall’attore protagonista: «c‘è un salto temporale dalla conclusione della seconda stagione. Otis è di nuovo a scuola, ma è tutto diverso da prima. È cresciuto un po’ ed è diventato un po’ più insolente. È stato divertente dare vita a questo suo nuovo carisma, ma non preoccupatevi, sarà ancora irrimediabilmente impacciato».

Non sappiamo ancora la trama della quarta stagione, ma sappiamo che 1) non avremo più Ola e Lily, 2) avremo due nuovi personaggi: Abbi, «giovane donna trans con dei vibe alla Winona Ryder, è fiduciosa e sicura di sé sul suo orientamento sessuale» e Kent, «ragazzo trans, sciocco, smemorato, e un grande ascoltatore». I due hanno una relazione e «sono la coppia più potente della scuola – stanno insieme da tanto e sono l’emblema del “couple goals”, tutti li amano».

Sex Education diventa un manga

sex-education-manga

L’utente Twitter Manga Mogura RE ha condiviso sul proprio profilo la notizia secondo cui il manga di Sex Education è ufficialmente arrivato tre giorni fa il 15 luglio sul sito web Comic Bridge, che adatterà la storia di Otis, Maeve ed Eric mentre tentano di navigare nella vita del liceo affrontando più di alcune sfide nella loro adolescenza. Tuttavia, mentre la quarta stagione di Sex Education è stata confermata insieme al manga, non ci sono produzioni anime in lavorazione per questa serie comica, per quanto ne sappiamo. 

Netflix in primis ha fatto una spinta negli ultimi anni per ottenere un vantaggio nel mercato degli anime, tanto che quest’anno è stata prodotta una serie originale tramite Wit Studio’s Vampire in the Garden e questo autunno uscirà il prossimo lotto di nuovi episodi per Le bizzarre avventure di JoJo: Stone Ocean. 

La notizia è però stata inizialmente riportata dall’account Twitter ufficiale dell’etichetta di Kadokawa. L’editore ha adattato la serie, mentre l’illustrazione condivisa è di John Tarachine. E voi, leggerete o avete già letto la storia di Sex Education versione manga (io al momento l’ho trovata solo in giapponese, quindi forse dovremo aspettare un po’)?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.