Prima di iscrivervi a OnlyFans, pensateci bene

Condividi

Ogni persona, uomo, donna o no-binary, ha il diritto di fare ciò che vuole con il proprio corpo. Se vuole iscriversi su OnlyFans per pubblicare contenuti erotici, sua decisione. Tuttavia ci fa un po’ storcere il naso l’esaltazione di questa piattaforma da parte di quelle poche persone che sono riuscite a sfondare, in particolare su social frequentati soprattutto da minorenni, senza spiegare tutti i rischi che comporta aprire e pubblicare contenuti erotici su OnlyFans. Sì, potresti guadagnare un po’ di soldi pubblicando le tue foto. Ma considerando tutti i rischi, ne vale davvero la pena?

onlyfans-ne-vale-la-pena

In più occasioni noi abbiamo parlato di OnlyFans come anche di altre piattaforme. Addirittura, quando ci fu la voce che il sito più famoso per pubblicare foto erotiche aveva deciso di non permettere più la condivisione di nudo, porn e soft porn, vi proponemmo le alternative che da sex worker avreste potuto utilizzare. Ma anche in quel caso, sottolineammo una cosa molto importante, che quando vi consigliano di aprire un profilo erotico sulla piattaforma per “essere indipendenti”, non vi dicono mai:

Vi consiglio, però, di informarvi per bene prima di iniziare questo lavoro, e soprattutto di esserne sicurǝ, perché quello che pubblichi su internet poi resta su internet per sempre.

Perché, sì, pubblicare foto erotiche può farti sentire forte, indipendente, sexy, può farti persino guadagnare un bel gruzzoletto. Quant’è bello poi ascoltare quelle storie delle ragazze e dei ragazzi su TikTok che ti fanno vedere quanto guadagnano semplicemente investendo su se stessi (perché, occhio, non vogliamo sminuire il lavoro dei sex worker, ma un conto è essere sex worker, un altro aprire un profilo su OnlyFans e pensare di essere un sex worker) e scattando delle foto? No, fa veramente schifo, semplicemente perché non ti raccontano la realtà. Non ti raccontano i rischi e i pericoli di essere su quell’app.

Sottolineiamo, se non fosse chiaro, che questo non è né un articolo contro OnlyFans, né un articolo contro i sex worker, né contro chi apre un profilo sul social bianco e blu. È un articolo contro chi lo idealizza facendo pensare che la libertà si ottenga solo così, contro chi dice che “si guadagna tanto“, ma non ti dice che poi le tue foto possono anche finire sul dark web o in chat su Telegram, senza il tuo consenso; contro chi non ti racconta dei furti d’identità, delle minacce, del revenge porn. Quindi, prima di aprire un profilo, pensaci bene.

Prima di iscriverti su OnlyFans, pensaci bene

Quali sono i rischi di OnlyFans? Iniziamo dal più comune: i gruppi e canali su Telegram. Noi in più occasioni abbiamo parlato di questo problema (Telegram: tiriamo le somme sul revenge porn), ma in realtà con la popolarità di questa nuova piattaforma, i canali e i gruppi sono davvero aumentati. Sapevi che è possibile salvare e screennare le tue foto o i tuoi video? E sai che poi quei contenuti possono essere pubblicati in gruppi con migliaia di persone? Mentre li pubblichi sul tuo profilo, ti appartengono. Ma quando vengono messe altrove, non ne sei più proprietaria. Non scegli se tenerlo o cancellarlo, non scegli chi lo possa vedere.

onlyfans-ne-vale-la-pena
Solo uno dei tanti canali dove vengono pubblicati contenuti OnlyFans di ragazze

Se sei un personaggio famoso e quindi hai subito più followers, ovviamente i rischi sono tanti. Ma se vuoi farti un nome su OnlyFans, se vuoi davvero guadagnare tanto come ti fanno credere, se vuoi che qualcuno si ricordi il tuo user e si abboni a te, stai sicuro che almeno una delle foto che posti finirà su Telegram o su qualche altro sito. Insomma, la ricordate la storia di Is Anyone Up?? Lo stesso Hunter Moore disse che oggi sarebbe molto più semplice avere foto di ragazze nude e pubblicarle su un sito pubblico (lui doveva hackerare le mail). Per fortuna, però, oggi c’è una mentalità meno retrograda.

Altro rischio: furto d’identità o di foto. Qualcuno ti vede su OnlyFans, vede che sei davvero una bella ragazza o ragazzo, e decide di creare un profilo su qualche social con le tue foto, vendendo i tuoi nudi. Questo è capitato persino a me che non ho quella piattaforma (prendevano il mio volto e dicevano che vendevo foto erotiche, e io l’ho scoperto solo perché ho dei followers che mi hanno avvisata), quindi immagina averla e davvero pubblicare quei contenuti. Ovviamente qui puoi realmente denunciare ed è possibile intervenire, ma intanto qualcuno si è spacciato per te.

onlyfans-ne-vale-la-pena

C’è poi il revenge porn. In realtà, non so proprio se chiamarlo in questo modo, ma quello che intendo è: qualcuno che conosci scopre la tua identità (se non l’hai già rivelata tu). Salva le tue foto, ti manda il tuo profilo, e poi ti dice: se non mi mandi altre foto, io mando tutto ai tuoi genitori, ai tuoi amici, a chiunque conosci. Non sono cose che non sono mai successe. Pensate alla storia di Amanda Todd, che si suicidò perché aveva mostrato il seno in webcam e avevano cominciato a minacciarla e bullizzarla. Noi non auguriamo niente del genere a nessuno, ma è giusto che sappiate i rischi.

Poi, sia chiaro, si arriva anche a rischi molto più reali e pericolosi: sul web esistono tante persone cattive, non dovrebbe essere una novità. Qualcuno potrebbe doxarvi, ovvero postare tutti i vostri dati personali, inclusa la via di casa, esponendovi a un pericolo davvero serio. O semplicemente qualche fan ossessionato dal vostro personaggio di OnlyFans, potrebbe fare di tutto per trovarvi e basta un attimo di distrazione, un link cliccato per errore, per rovinarvi la vita. Ora non voglio essere disastrosa, ma gli stalker esistono da sempre. Fate attenzione, ragazze e ragazzi.

Quindi adesso vi chiedo: vale davvero la pena aprire un profilo su OnlyFans? Poi, sia chiaro, non è mai colpa della vittima. Noi non vi auguriamo nessuna di queste cose, speriamo che, se doveste scegliere di aprire comunque un profilo, possiate avere una carriera piena di traguardi, ma se dovesse succedere il contrario, sappiate che la colpa non è vostra. Tuttavia, adesso conoscete i rischi. Adesso sapete cosa c’è dietro quei “20k al mese“.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.