Lettere ai detenuti: su write a prisoner è possibile

Condividi

Ultimamente sui social e in particolare su Tik Tok è stato messo in mostra un sito, Write a Prisoner, che ti permette di entrare in contatto, via mail o via posta, con un vero e proprio detenuto, scegliendolo in base all’età, al sesso, al luogo dove è detenuto e anche in base alla sua religione. 

Ma perché dovresti scrivere delle lettere ai detenuti? Semplicemente perché sono delle persone e, molti di loro, sono dimenticati. Alcuni hanno perso tutto per un errore, piccolo o grande che sia, altri sono stati anche condannati a morte e quindi percorrono le loro giornate sapendo di dover morire.

Scambiare quattro chiacchiere, sebbene via mail, con qualcuno che si interessa a loro, a conoscerli, sarebbe un buon modo per poter passare le proprie giornate. Diventeresti quindi un vero e proprio amico di penna con i detenuti.

Tuttavia, è possibile inviare una mail o una lettera ai detenuti solo se si è almeno maggiorenni. Adesso vediamo cos’è writeaprisoner, come fare e come funziona più nello specifico.

Write a prisoner: cos’è e perché scrivere lettere ai detenuti

lettere-ai-detenuti-come

«Un sito che aiuta le persone realmente recluse a trovare amici per corrispondenza. Tantissimi uomini e donne che sono prigionieri e soli al mondo si rivolgono a noi per trovare un amico fuori dalle mura della prigione. Le persone che state per incontrare su questo sito variano ampiamente per età, per dove “vivono,” e più importante ancora per il motivo per cui sono finiti in prigione. Una cosa che li accomuna tutti è tuttavia l’insopportabile solitudine e l’ardente desiderio di avere un amico.»

È questa la presentazione che si legge sul sito, introducendo poi il perché dovresti scrivere a un detenuto: «Le vostre lettere sono uno strumento importante per promuovere i diritti umani e la riabilitazione quando scrivete ai prigionieri.»

Un modo per dare una speranza, per donare un’amicizia a degli uomini e delle donne che sono isolate, che non hanno nessuno, poiché «fare amicizia in carcere è quasi impossibile, soprattutto per coloro che attendono di essere giustiziati o che sono completamente isolati dai propri compagni».

Lettere ai detenuti: la ricerca

lettere-ai-detenuti-come

Appena apri il sito writeaprisoner vedrai una schermata di ricerca dove potrai scegliere proprio tu il detenuto con cui vorrai entrare in contatto, scegliendo il suo sesso, la sua età (puoi mettere da tot anni a tot anni), dove si trova, la sua etnia e, infine, la sua religione. 

Ti usciranno anche dei “consigliati” (sì, proprio come su Facebook o Instagram), in caso tu non avessi alcuna richiesta ma volessi parlare solo con una persona

Una volta compilati questi campi, ti usciranno le foto dei detenuti con il loro nome, dove si trovano e la loro età. Cliccandoci sopra, però, otterrai molte più informazioni. Potrai leggere la breve descrizione che loro hanno scritto su di sé e anche delle loro caratteristiche. 

A proposito di queste ultime, trovate sia informazioni sulla persona, come il suo compleanno, il suo segno zodiacale, se è single o fidanzato, l’orientamento sessuale, se cerca consulenze legali o persone con cui pregare, ma anche informazioni sulla sua incarcerazione, come la data in cui verrà rilasciato, da quando è incarcerata, se è condannato a morte e puoi anche vedere il suo crimine e in quale carcere si trova.

Come scrivere lettere ai detenuti

Per scrivere lettere ai detenuti, una volta che hai scelto la persona con cui parlare, dovrai creare un account e scrivere subito la tua lettera. Puoi scegliere se mandarla via posta o via email. Ovviamente non tutti i carcerati hanno un tablet o un computer, per questo le email spesso vengono stampate dai proprietari del sito o dalla polizia penitenziaria che poi le invieranno ai reclusi, facendovi anche risparmiare le spese di spedizione. 

Le spese di spedizione, in ogni caso, sarebbero quelle classiche a una lettera normale, quindi solamente la busta e il francobollo, nulla di troppo eclatante. 

lettere-ai-detenuti-come

Come abbiamo scritto all’inizio, per usufruire di questo sito dovrete essere maggiorenni, infatti anche durante la registrazione vi verrà chiesta la vostra età e dovrete confermare di aver già compiuto 18 anni. 

Un’altra cosa da sapere è che avete a disposizione solo una e-mail al mese totalmente gratuita, per cui scegliete bene la persona a cui volete inviare una lettera. Il detenuto a cui avete scritto vi risponderà poi via lettera scritta, per questo motivo dovrete anche inserire i vostri dati e il vostro indirizzo di casa o comunque un luogo dove volete ricevere la risposta.

Insieme a questo sito esiste anche un’applicazione, J-Pay, dove, invece di mandare lettere ai detenuti, potrete inviare dei messaggi e i carcerati che hanno un tablet potranno rispondervi, e in quest’app non c’è il limite di email. 

 

Scrivere lettere ai detenuti, in fin dei conti, non costa nulla. Farete una buona azione e magari riuscirete a strappare un sorriso anche a chi non sorride da tanto. Fatemi sapere se proverete a mandare una mail, e anche se riceverete la risposta!

 

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Come mettere più link nella bio di Instagram
Next post Netflix: film e serie gratis, senza abbonamento