Johnny Depp cacciato da Warner Bros

Condividi

Johnny Depp dice addio al ruolo di Gellert Grindelwald nel franchise di Animali Fantastici. 

È lui stesso a comunicarcelo attraverso un post su Instagram (di cui qui sotto trovate la traduzione), in cui annuncia che, alla luce della recente causa persa contro il The Sun, la Warner Bros. gli ha chiesto di rinunciare al ruolo di Grindelwald.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Johnny Depp (@johnnydepp) in data:

«Alla luce degli eventi recenti, vorrei fare la seguente breve dichiarazione.

Come prima cosa, vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno donato il loro supporto e la loro lealtà.

Sono onorato e commosso dai vostri numerosi messaggi di affetto e preoccupazione, specialmente negli ultimi giorni.

In secondo luogo, voglio che sappiate che mi è stato chiesto dalla Warner Bros. di dimettermi dal mio ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici e ho rispettato ed accettato questa richiesta.

Infine, vorrei dire questo.

Il giudizio surreale della corte nel Regno Unito non cambierà il fatto che continuerò a lottare per la verità e confermo che intendo fare appello.

Rimango determinato e intendo provare che le accuse contro di me sono false. La mia vita e la mia carriera non saranno definite da questo periodo.

Grazie per aver letto.

Cordialmente,

Johnny Depp»

Una causa da milioni di dollari

johnny-depp-cacciato-da-warner-bros
Fonte: cinema.everyeye.it

A spingere la Warner Bros. a chiedere a Johnny di “ritirarsi” sembra sia proprio la recente vicenda con il The Sun, contro cui aveva iniziato una causa legale dopo che nel 2018, in un articolo, è stato definito “picchiatore di mogli”.

Il termine si riferisce al fatto che ormai dal 2016 Johnny Depp sta intraprendendo una battaglia legale contro l’ex moglie Amber Heard, la quale l’ha accusato di violenza domestica.

Proprio quest’anno, inoltre, il Daily Mail ha reso pubbliche alcune registrazioni risalenti al 2015 (anno in cui la coppia iniziò una terapia al fine di “risanare” il matrimonio), all’interno delle quali risulta essere Amber stessa ad ammettere di aver compiuto violenza verso Johnny Depp. Purtroppo però questo non è bastato a far cadere le accuse contro l’attore, che a causa di ciò sta vedendo la sua carriera sgretolarsi pian piano.

Infatti si sa, nessuno ha voglia di sporcarsi le mani con questioni del genere, per questo Hollywood ha deciso che fosse più facile liberarsi di Johnny, prima licenziandolo dal suo leggendario ruolo di Jack Sparrow, e poi togliendogli anche quello di Grindelwald. Questi avvenimenti sono ciò che lo ha spinto a sporgere denuncia verso l’ex moglie per diffamazione, chiedendole un risarcimento da 50 milioni di dollari.

C’è anche da dire, però, che non tutti gli attori vengono trattati nello stesso modo. Nonostante nessuna accusa sia stata ancora provata infatti, Amber Heard grazie a questa storia ha guadagnato un ruolo nella DC, e tutt’oggi la Warner Bros. non sta programmando di mandarla via.

Una speranza per Johnny Depp

johnny-depp-cacciato-da-warner-bros
Fonte: movieplayer.it

Per fortuna molta gente crede nell’innocenza di Johnny Depp, a partire da* suoi fan, passando per la ex moglie Vanessa Paradis (con cui ha convissuto per 14 anni, e che ha assicurato che non è affatto un uomo violento sotto nessun punto di vista), fino ad arrivare a J.K. Rowling, grazie alla quale ha avuto il suo ruolo nel cast del film Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald.

È infatti proprio dalla Rowling, che si è battuta per difenderlo, nonché dal resto del cast, che aspettiamo una reazione, nell’attesa che questa vicenda possa concludersi il prima possibile e nel migliore dei modi.

Nel frattempo, non ci resta che aspettare e sperare che la giustizia faccia il suo corso.

 

Con questo, io vi ringrazio per l’attenzione e vi invito a rimanere aggiornati sul blog. Arrivederci!

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post 15 canzoni straniere per iniziare bene la giornata
Next post Love bombing: cos’è e come riconoscerlo