Johnny Depp vs Amber Heard: punto a favore dell’attore

Condividi

Continua la battaglia in tribunale fra Johnny Depp e l’ex moglie Amber Heard e, finalmente, dopo mesi e mesi di lotta, c’è stata la prima vittoria per l’attore de I Pirato dei Caraibi, la Fabbrica di Cioccolato, Animali Fantastici e dove trovarli e tantissimi altri film: ha ottenuto l’autorizzazione da un giudice per poter querelare l’attrice di Aquaman per aver minato tanto alla reputazione di Depp che l’ha portato a perdere tanti lavori, mentre lei, con accuse molto simili, continua tranquillamente a recitare.

johnny-depp-amber-heard
Fonte: Twitter

Abbiamo più volte parlato del caso di Johnny Depp accusato di violenza domestica dall’ex moglie, Amber Heard, il cui caso molto controverso ha visto la situazione ribaltarsi, ma, a subire le conseguenze, è stato solo l’uomo, che è stato invitato dalla Warner Bros a lasciare il suo ruolo in Animali Fantastici (a sostituirlo sarà Mads Mikkelsen), così come si è trovato ad affrontare tantissimo odio dai media. Amber Heard, invece, continua a lavorare tranquillamente, con il sostegno dei media internazionali.

In particolare da quando sono venuti a galla i vari audio in cui si sentono le cattivissime parole pronunciate da Amber Heard nei confronti di Johnny Depp, l’attrice ha completamente perso tutta la credibilità fra molti dei suoi fan. Cercando il suo nome su Twitter escono soprattutto messaggi d’odio, persone che eliminano definitivamente la Warner Bros dalla propria vita che, non appena Johnny Depp ha perso la causa contro il The Sun che lo aveva definito un “picchiatore di mogli”, ha deciso anche di licenziarlo.

Tuttavia, finalmente, Johnny Depp ha ottenuto la prima vittoria contro Amber Heard. Sebbene infatti abbia perso la causa contro il The Sun, adesso potrà denunciare l’ex moglie per diffamazione da 50 milioni di dollari a causa di un articolo editoriale sul Washington Post del 2018, in cui lei racconta di essere vittima di abusi domestici, non citando esplicitamente Depp ma, secondo l’attore, raccontando una storia non reale.

La prima vittoria di Johnny Depp contro Amber Heard

johnny-depp-amber-heard
Fonte: Twitter

Dal 2018, dopo la pubblicazione di quell’articolo, Johnny aveva accusato Amber di aver «mentito sugli abusi», chiedendo un risarcimento da 50 milioni di dollari. Lei ovviamente fece ricorso, chiedendo l’annullamento della causa, tuttavia questa volta non l’è andata bene: un giudice della Virginia ha respinto il ricordo e concesso a Johnny Depp di proseguire con la denuncia. Il processo inizierà ad aprile 2022.

johnny-depp-amber-heard

Nell’articolo, da cui è iniziata tutta la storia di cui si parla ancora oggi, Amber Heard si descriveva come «una figura pubblica vittima di abuso domestico e  sento sulle mie spalle la forza dell’ira della nostra cultura contro le donne che osano dire la loro», in un articolo scritto da lei.

Ci si augura ovviamente che Johnny Depp, che è stato privato di ruoli importantissimi come quello di Jack Sparrow, ruolo iconico che può essere solo suo, e anche di Grindelwald in Animali fantastici e dove trovarli, possa finalmente ottenere giustizia. Perché la storia fra i due è sicuramente tanto complicata, ma l’unico a sentire le conseguenze sulla propria vita e carriera è l’uomo, e questa non si chiama giustizia, perché a sbagliare sono stati sicuramente entrambi. Johnny Depp, proprio qualche giorno fa, si è lamentato di come Hollywood lo abbia trattato negli ultimi 5 «surreali anni», «come uomo e come attore».

Il suo avvocato, Ben Chew, ha fatto sapere che «il signor Depp è gratificato dalla decisione della corte», sebbene comunque la fine di questa storia sembra essere davvero tanto lunga. Adesso dobbiamo augurarci che la verità possa davvero venire a galla e che la giustizia faccia il suo corso.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post OnlyFans bandirà i contenuti sessualmente espliciti?
Next post #53 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: The Sims