#89 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Ian e Mickey (Shameless)

Condividi

Bentornati in un nuovo episodio di Riviviamo i classici della nostra adolescenza. In onore del Pride Month che si celebra a giugno, abbiamo deciso di dedicare questo mese proprio a dei personaggi LGBT della nostra adolescenza. Oggi iniziamo con Ian e Mickey di Shameless, mentre nelle prossime settimane vedremo alcuni personaggi di Orange is the new black, di Glee e, infine, di Sense8, che è la meno famosa fra queste serie ma che, se non l’avete ancora vista, dovete recuperarla a tutti i costi. Ovviamente non tratteremo delle serie elencate, bensì solo dei personaggi LGBT.

ian-e-mickey-adolescenza-lgbt

Giugno è il pride month, e l’Italia si colora di arcobaleno e amore. La data esatta è il 28 giugno, per ricordare quando in questa data nel 1969 ci furono tantissimi arresti nel Greenwich Village, in un bar storico per le battaglie per i diritti LGBT. In quel momento scoppiò una vera e propria rivolta, e per sei giorni gli attivisti e non solo si opposero alle forze dell’ordine. Fra loro si distinsero Marsha P. Johnson e Sylvia Rivera, divenute simboli della lotta contro la discriminazione omotransfobica.

In Italia, in questo mese, gli eventi saranno tanti, e diremmo anche finalmente, dopo due tristi anni di pandemia. Ma nel 2022 «finalmente torniamo a marciare come un paio di anni fa, divertirci e lottare per i diritti di tutta la comunità LGBTQ+», hanno detto gli organizzatori. Si partirà domani, 4 giugno, con sei Pride a Cremona, Torre Annunziata, Pavia, Bergamo, Monza e Cuneo, e poi il 24 settembre sarà Aosta a chiudere la stagione.

Potrebbe interessarvi: Onda Pride 2021 a Brindisi: mai così colorata

Shamelesse LGBT: Ian e Mickey

ian-e-mickey-adolescenza-lgbt-shameless

In Shameless ci sono diversi personaggi LGBT, per cui non solo Ian e Mickey di cui parleremo oggi e che ho scelto semplicemente perché sono i più costanti ma anche quelli che sono usciti per primi sullo schermo. Dopo di loro, però, abbiamo avuto anche Veronica e Svetlana, bisessuali, Sandy Milkovich e Debbie Gallagher, che hanno una relazione, e ancora Heidi o Trevor, ragazzo transessuale. Tuttavia, oggi parliamo di Ian e Mickey, meglio conosciuti come i Gallavich.

Sin dal primo episodio della prima stagione sappiamo che Ian è omosessuale, quando lo vediamo insieme al suo datore di lavoro, un uomo adulto sposato e con figli. Tuttavia lui è solo il primo della lunga serie di fidanzati e storie di Ian, uno dei protagonisti di Shameless. Il rosso, comunque, fa coming out. Inizialmente lo sanno Mindy Milkovich e suo fratello, poi fa coming out con tutta la sua famiglia.

Per Mickey Milkovich la situazione è un po’ più complicata. Lui, infatti, è inizialmente abbastanza omofobo, in quanto cresciuto in una famiglia omofoba (il padre si è fortemente opposto anche al matrimonio di lui e Ian). Solo nella quarta stagione riesce a fare coming out con tutti, non nascondendo più il suo vero essere. In realtà quella puntata è davvero iconica, sebbene lui faccia coming out solo per Ian e non per se stesso, e solo nel corso della serie riesce davvero ad accettarsi e ad accettare il proprio orientamento sessuale.

ian-e-mickey-adolescenza-lgbt

I due hanno avuto una relazione molto frastagliata, piena di tira e molla, ma alla fine, nell’ultimo episodio della decima stagione, sono riusciti a convolare a nozze. Una curiosità che non riguarda i personaggi bensì gli attori, è che Cameron Monaghan, che in Shameless interpreta Ian, ha fatto coming out… come etero. Recitava così bene che tutti pensavano fosse omosessuale, ma lui disse: «No, io non sono gay. Sì, interpreto un personaggio gay. No, la questione non dovrebbe essere rilevante […]. Grazie a tutti per le gentili parole. Ci si sente un po’ “strano” a fare coming out come ragazzo etero».

Cosa ci hanno insegnato Ian e Mickey? Principalmente che l’amore dura. Che va bene aspettarsi. Che a volte è proprio quel bullo che ti prende a botte che ha più bisogno del tuo aiuto, per comprendersi e… amarsi. Ovviamente è una serie tv, è romanzata e nella vita reale situazioni del genere sono rare. Ma in Shameless, la serie più politicamente scorretta che c’è, tutto è possibile. E Ian e Mickey, che condividono sono una vita difficile e l’amore che provano l’un per l’altro, hanno dimostrato che l’amore ti cambia.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.