Harry Styles e le 10 curiosità per la cover di Vogue di dicembre

Condividi

Harry Styles non è solo il cantante del momento, uno di quelli più apprezzati da chiunque, ma è anche la persona del momento, quella che tutti vorrebbero conoscere e con cui, magari, passare un intero pomeriggio a chiacchierare. È una persona gentile e sempre sorridente, non solo con gli amici e i colleghi, ma anche e soprattutto con i propri fans. C’è chi lo segue da quando era il ricciolino dei One Direction, chi invece ha iniziarlo a seguire da poco, ma una cosa hanno in comune tutti i suoi fans: l’amore incondizionato verso di lui.

harry-styles-curiosita
Fonte: twitter

Di recente, poi, Harry Styles è stato ancor di più sotto i riflettori per il suo meraviglioso set fotografico con Vogue che lo ha visto divenire il primo uomo nella storia della rivista (ben 128 anni) ad avere la cover solo per sé. Le sue foto sono un inno contro il sessismo e la mascolinità tossica che vuole gli uomini in un determinato modo, è una spinta a essere chi si sente di essere e chi si vuole essere, senza curarsi minimamente del giudizio altrui.

Ovviamente ci sono state anche alcune critiche sul web, in particolare riguardo al successo che ha ottenuto, poiché in molti ritengono che non ci sia niente di speciale in quello che ha fatto, poiché anche altri uomini, prima di lui, hanno indossato la gonna e ci sono anche delle donne che si mostrano con peli e vestite da uomo, ma non fanno tutto questo scalpore o, peggio, vengono giudicate. Insomma, come al solito, ci sono tante opinione.

Ma, in questo articolo, non vogliamo parlare delle foto (che comunque dovete per forza vedere perché sono meravigliose e che trovate nell’articolo di Vogue) iconiche di Harry Styles, bensì dell’intervista che ha concesso a Hamish Bowles, raccontandogli, senza troppi impegni, alcune curiosità sulla sua vita. In questa breve chiacchierata, ha parlato di diverse cose, tra cui anche di sua sorella Gemma, che ha partecipato ricordando alcuni episodi della loro infanzia:

«Mia madre adorava vestirci, io l’ho sempre odiato, e Harry era sempre molto interessato. Ha fatto degli abiti di cartapesta davvero elaborati: ha fatto una tazza gigante e poi ci ha dipinto sopra un atlante, e quello era Harry che stava giocando la Coppa del Mondo. Harry aveva anche un po’ di abbigliamento da dalmata tramandato dai nostri più cari amici di famiglia. Passava un po’ di tempo a indossare quel vestito. Ma poi mamma mi ha vestito da Crudelia DeMon. Era sempre alla ricerca di ogni opportunità!»

Ha anche ricordato di quando, da adolescente, prima del suo provino di X-Factor (aveva solo 16 anni quando ha iniziato la sua carriera da cantante), il fratello si sentisse a suo agio a cantare solo se era solo, infatti molto spesso andava in bagno per cantare con il suo stile. Adesso Gemma si ritiene molto felice della scelta della carriera del fratello e ama la sua musica!

Dopo aver parlato dei suoi film e di altri ricordi dell’infanzia, Harry Styles ha parlato di alcune sue curiosità, che troviamo sempre su Vogue e che ora riporteremo.

10 curiosità su Harry Styles

Harry Styles ha iniziato la sua carriera nel 2010 con i One Direction, boyband formata alle audizioni di X-Factor e composta da, oltre al ricciolino, Niall Horan, Liam Payne, Louis Tomlinson e Zayn Malik, che è stato anche il primo a lasciare la band dopo 5 anni e, l’anno dopo, i One Direction hanno deciso di prendere una pausa per intraprendere delle carriere da solisti. Pausa che, dopo 4 anni, ancora non è finita.

Da quando Harry ha iniziato come solista ha pubblicato due album molto diversi dallo stile della boyband che lo ha lanciato, ma che hanno ottenuto comunque diverso successo. Il suo ultimo singolo, Watermelon Sugar, è stato nella TOP5 di diversi stati e ancora oggi è ascoltato e apprezzato da molti, non solo per la canzone ma anche per il videoclip.

La meditazione

Harry fa meditazione due volte al giorno, molto utile per la salute mentale:

«Ha cambiato la mia vita, ma è così importante. Mi ha aiutato a essere sempre presente, attento. Mi sento come se fossi in grado di godermi le cose che stanno accadendo intorno a me, anche se si tratta di un cibo o di una tazzina di caffè o semplicemente di stare con un amico. La meditazione ti dona una calma che è stata davvero utile alla mia salute mentale.»

La sua prima esperienza sul palcoscenico

No, non è stata come cantante, la prima esperienza di Harry Styles sul palcoscenico è stata come attore per una recita della chiesa, dove recitava… un topo:

«Ero molto giovane e ricordo solo che indossavo dei collant. Per me era una follia indossare un paio di collant. Ma forse è stato lì che tutto è iniziato!».

harry-styles-curiosita
Fonte: twitter

Gli anni con i One Direction

Ovviamente non poteva mancare una curiosità sugli anni dei One Direction, di cui lui va molto fiero:

«La cosa che tutti si aspettano è che tu esca da un band così quasi scusandoti di averne fatto parte. Ma quel periodo è stato bellissimo. Era tutto nuovo per me e cercavo di imparare il più possibile. Volevo immergermi in tutto quel che accadeva…. Penso che sia probabilmente il motivo per cui ora mi piace viaggiare ora, immergermi veramente nelle cose».

Tokyo

Dopo aver avuto una lunga permanenza in Italia, Harry Styles sposta la sua attenzione sull’altra parte del mondo, a Tokyo:

«C’è un rispetto e una quiete, una quiete, che ho davvero apprezzato ogni volta che ci sono stato».

La paura da palcoscenico

Anche il ricciolino è stata una vittima della paura del palcoscenico all’inizio della sua carriera:

«Ho sempre pensato che avrei sbagliato o qualcosa del genere. Ma poi mi sono sentito davvero fortunato ad avere un gruppo di fan incredibilmente generosi. Sono generosi dal punto di vista emotivo e quando vengono allo spettacolo danno così tanto che riescono a creare quell’atmosfera che ho sempre trovato amorevole e accogliente».

Il suo secondo album

Tuttavia, già dal suo secondo album, la paura di sbagliare è passata:

«Con il primo album ho scoperto molto bene quale fosse il mio sound come artista solista. Con il secondo album ho smesso di aver paura di sbagliare e … è stato davvero liberatorio Penso che con la musica sia importante evolversi – e questo vale anche per il tuo look, per i video e per tutto il resto. Questo è il motivo per cui guardi indietro verso David Bowie con Ziggy Stardust o ai Beatles e alle loro diverse epoche: il coraggio è super stimolante».

harry-styles-curiosita
Fonte: twitter

Il karma

Harry Styles crede nel karma e ovviamente ritiene che tutto vada affrontato con gentilezza:

«Il 2020? Penso che sia il momento di aprirsi, imparare e ascoltare. Continuo a leggere e a istruirmi in modo tale da fare le cose giuste, i passi giusti. Credo nel karma e penso che questo sia il tempo in cui dovremmo usare un po’ più di gentilezza, empatia e pazienza con le persone, dovremmo essere un po’ più preparati ad ascoltare e crescere».

La moda femminile

Harry non solo ama indossare la moda femminile, ma è anche un grande esperto del genere:

«A volte vado nei negozi e mi ritrovo a guardare i vestiti delle donne pensando che siano fantastici. È come qualsiasi cosa: ogni volta che metti delle barriere nella tua vita, ti stai limitando. C’è così tanta gioia nel giocare con i vestiti. Non ho mai pensato troppo a cosa significhi: è solo un altro modo di essere creativi».

harry-styles-curiosita
Fonte: twitter

Le sue ispirazioni

Anche un grande artista come Harry Styles ha degli eroi, e questi sono:

«Le star che ammiravo nella musica – Prince, David Bowie, Elvis, Freddie Mercury ed Elton John – sono degli showmen. Da bambino ero strabiliato quando vedevo i loro spettacoli. Per questo anch’io adesso scelgo costumi sgargianti e non mi sento pazzo. Penso che se vesti qualcosa che ti fa sentire fantastico, è come se fossi vestito da supereroe».

Il suo obiettivo del 2020

Il lockdown ha fatto capire a Harry quale sia il suo obiettivo del 2020:

«Il lockdown è stata davvero una buona lezione su ciò che mi rende felice ora. È un ottimo esempio di come vivere il momento. Onestamente mi piace stare con i miei amici. Questa è stata la cosa più importante che ho imparato».

harry-styles-curiosita
Fonte: twitter

Voi cosa pensate di quest’artista? Vi piace o pensate che ci sia di meglio?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Covid-19 e Natale: le regioni che potrebbero tornare gialle
Next post La protagonista di Inside Out è no-binary?