Facebook contro negazionismo e no-vax

Condividi

Facebook ha ufficialmente dichiarato guerra a negazionismo e no-vax. La lotta alla disinformazione è iniziata a inizio anno, quando, insieme a Twitter e Youtube, Mark Zuckerberg ha deciso di censurare Donald Trump con tutte le sue fake news, ma non è finita lì, perché adesso ha deciso di bloccare la diffusione di tutte le notizie false e non fondate, in particolare quelle riguardanti il Covid-19.

facebook-contro-negazionismo-e-no-vax
Fonte: pexels

Il Coronavirus ha causato tante morti ma ha anche contribuito alla propagazione di ignoranza e fake news, non solo riguardo al Covid-19 (nonostante tutte le morti c’è ancora chi ritiene che sia solo una «semplice influenza»), ma adesso anche riguardo il vaccino. Infatti, sono molte le persone che ritengono che, il Governo, con il vaccino voglia iniettarci i 5G. Insomma, ignoranza su ignoranza.

Tuttavia, Facebook ha deciso di dire basta a tutte queste fake news, grazie anche alla consulenza scientifica dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) tramite cui Mark Zuckerberg ha annunciato di voler rimuovere tutte le informazioni false o fuorvianti, come quella del vaccino ma anche del Covid-19 inventato in laboratorio. Insomma, tutte quelle cose che nel giro di un anno abbiamo ascoltato e letto ovunque, i soliti complottisti.

Questo significa che, né tra le inserzioni né tra i post, leggeremo più che il vaccino causa l’autismo, che il vaccino ci inietta il 5G, che il Covid-19 non esiste, che siamo in una dittatura sanitaria, che il Governo vuole controllarci e tutte quegli altri luoghi comuni che abbiamo letto nell’ultimo anno.

Facebook e la lotta con i negazionisti e i no-vax

facebook-contro-negazionismo-e-no-vax
Fonte: pexels

Negli ultimi mesi, ma anche sin da quando il Covid-19 è entrato nelle nostre vite, Facebook si è sempre impegnato per lottare contro il virus, questo glielo dobbiamo riconoscere. Con il nuovo aggiornamento delle policy il social annuncia che «estendiamo i nostri sforzi per rimuovere false affermazioni su Facebook e Instagram riguardo il Covid-19, i vaccini Covid-19 e i vaccini in generale durante la pandemia».

A essere coinvolto in questo aggiornamento saranno non solo le pagine (quindi cominciate a eliminare da soli le pagine intitolate Non ce n’è covviddi) ma anche profili personali e gruppi, in modo da cercare di eliminare definitivamente tutte le fake news. Anche la funzione ricerca sarò aggiornata, infatti tutte le query su eventuali ricerche su vaccini e Covid-19 saranno direttamente collegate a fonti sicure, autorevoli e certificate. Su Instagram invece i profili contro il vaccino saranno oscurati e non sarà possibile trovarli (un po’ come quelli con i contenuti sensibili su Tumblr).

facebook-contro-negazionismo-e-no-vax
Fonte: pexels

«Queste nuove politiche ci aiuteranno a continuare a intraprendere azioni aggressive contro la disinformazione sul Covid-19 e sui vaccini» hanno detto le menti dietro a Facebook, che donerà anche 120 milioni di dollari in crediti pubblicitari ad agenzie di sanità pubblica, ONG e Nazioni Unite in modo che possano aiutare la popolazione con una corretta informazione sanitaria.  Facebook ha anche aggiunto:

«Un anno fa, Covid-19 è stata dichiarata un’emergenza di sanità pubblica, e da allora abbiamo aiutato le autorità sanitarie a raggiungere miliardi di persone con informazioni accurate e sostenuto gli sforzi di assistenza sanitaria ed economica. Abbiamo messo in contatto oltre 2 miliardi di persone provenienti da 189 paesi a informazioni affidabili sul coronavirus attraverso il nostro Centro informazioni Covid-19 e messaggi informativi. Abbiamo rimosso più di 12 milioni di contenuti su Facebook e Instagram contenenti informazioni errate.»

Ha poi sottolineato che «la strada da percorrere è ancora lunga, e nel 2021 ci concentreremo sul sostegno ai leader sanitari e ai funzionari pubblici nel loro lavoro per vaccinare miliardi di persone contro il Covid-19». Speriamo che Facebook riesca a vincere questa battaglia contro la disinformazione e l’odio online, in modo che tutti possano essere più al sicuro.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Spagna: proposta di legge per vietare le terapie di conversioni
Next post Idee regalo di coppia per San Valentino