Erasmus: come trovare una casa?

Condividi

L’università sta per iniziare, e molti di noi stanno per partire in Erasmus. Sì, parlo al plurale perché per il secondo anno di seguito partirò a fare questa splendida esperienza. Scrivo quest’articolo proprio per voi che, ne sono sicura, siete impanicati più che mai perché non sapete come muovervi per la casa, non sapete come fare per i mezzi e avete tantissime domande. E so che state così perché io l’anno scorso ho cominciato ad avere ansia e attacchi di panico un mese prima della partenza. La prima cosa che dovete fare è respirare. L’Erasmus è un’esperienza magnifica, e all’estero sono organizzati molto meglio rispetto all’Italia.

erasmus-come-trovare-una-casa
Io in una delle mie avventure in Croazia

Oddio, continuo a parlare d’Italia ma tutte le mie esperienze sono con l’Università degli studi di Bari di Aldo Moro che, non è una novità e chiunque l’ha frequentata o ha deciso di fare l’Erasmus può confermarlo, non ha una segreteria efficiente. Lentezza, borse di studio che non arrivano, graduatorie che vengono pubblicate dopo che le deadline per le università estere sono scadute, accordi finanziari che a qualche giorno dalla partenza ancora non si vedono. Non è una critica, né una diffamazione, sto semplicemente esponendo i fatti per come sono. Ma non sono qui per parlare di Bari, sono qui per parlarvi dell’Erasmus.

In primis vi faccio sapere che abbiamo una vera e propria rubrica su Cup of Green Tea dedicata alla mia esperienza Erasmus e che, ovviamente, riprenderò non appena partirò per questa mia seconda avventura (sempre nello stesso luogo tra l’altro, ma ne sono rimasta così innamorata, del luogo come della gentilezza ed efficienza dell’università, che non ho voluto cambiare), per cui, se state per partire, possiamo raccontarci a vicenda delle nostre avventure, dei dubbi, delle ansie, delle paure. Potete contattarci sui nostri social oppure direttamente sulla mail, anche per qualsiasi dubbio o domanda abbiate!

Erasmus: come trovare un appartamento?

Partiamo dal presupposto che dipende molto dove venite assegnati (con città molto famose e turistiche non dovreste aver problemi). Io sono stata assegnata a Zadar, in Croazia, e siti come idealista che può essere molto utile in Italia o all’estero, non è utilizzato, per questo dovete informarvi su quali sono i siti. Come farlo? Quello che vi consiglio è cercare un gruppo Facebook di italiani che vivono nella vostra meta (nel mio caso “ITALIANI A ZADAR”) e chiedere quali sono i siti utilizzati nello Stato per cercare dei monolocali o delle stanze in cui vivere durante la vostra permanenza. Questo se volete affidarvi a un sito, in realtà però c’è un modo molto più semplice.

Facebook. È Facebook la soluzione. Oggi esiste il marketplace, basterà segnare la zona in cui cercate un appartamento e vi usciranno diverse opzioni. Io, ad esempio, ho trovato la casa in cui starò da ottobre proprio sul marketplace. Per quanto riguarda invece lo scorso anno, l’ho trovata postando delle richieste su alcuni gruppi Facebook della zona dedicati proprio all’affitto. Non so se anche nelle vostre università ci sono, ma ad esempio per Zadar esistono proprio dei gruppi creati dagli studenti per gli studenti per poter trovare casa.

erasmus-come-trovare-una-casa
Un gruppo creato da ESN Zadar per aiutare gli studenti Erasmus e non

Vi consiglio anche di informarvi (magari chiedendo direttamente all’università o a qualche associazione) quanto è il minimo e il massimo di affitto, in modo che le persone non si approfittino di voi facendovi pagare molto di più. Io ad esempio avevo (ho fatto richiesta anche quest’anno ma ancora non mi è stata assegnata) una buddy, ovvero una studentessa dell’università di Zara che mi ha aiutato a orientarmi nella zona, a cercare i mezzi e anche la casa. Se c’è questo servizio, usufruitene, non siate timidi!

Ah, un’opzione non da sottovalutare è quella del dormitorio studentesco. Io purtroppo non ho potuto usufruirne perché chi prima arriva meglio alloggia e, poiché la mia università ha pubblicato in ritardo le graduatorie e quindi le nomination, non ho potuto neanche far richiesta. Ma voi informatevi! Un altro sito che potete visitare è erasmusu, che è dedicato proprio agli studenti Erasmus. Potreste conoscere delle persone che stanno per partire nella vostra stessa meta prima di arrivare, ma anche cercare un appartamento o un coinquilino tramite la funzione gratuita che trovate a questo link.

erasmus-come-trovare-una-casa

Se non riuscite a trovare una casa subito, non scoraggiatevi. Chi ha seguito le mie avventure lo scorso anno lo sa benissimo: io era stata ingannata all’inizio, mi avevano fatto credere nell’esistenza di una casa che in realtà non esisteva. Ho dormito in un B&B per una notte e mi sono messa a cercare la mia casetta e, credetemi, ho vissuto in un monolocale meraviglioso in pieno centro, con un bagno enorme, forno, microonde, lavatrice, asciugatrice e persino un terrazzino (pagandolo anche poco!). Insomma, mente lucida e divertitevi! Se volete anche solo chiacchierare, i nostri social li avete sopra. Buon viaggio!

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Aggressione omofoba nel Salento e non solo: ma il DDL Zan ancora non serve
Next post Disney Plus: uscite settembre 2021