Elon Musk farà parte del Cda di Endeavor

Condividi

Ormai è ufficiale: Elon Musk, CEO e productor di Tesla, CEO e CTO di SpaceX, CEO e co-fondatore di Neuralink, entrerà a far parte del Cda della Endeavor Group Holdings, ovvero una delle più importanti organizzazione americane nell’industria degli eventi dal vivo e d’intrattenimento. In più, quest’azienda, possiede anche la lega di arti marziali miste UFC, insieme a diversi altri brand come la New York Fashion Week o Miss Universe.

elon-musk-endeavor
Fonte: twitter

Elon Musk si unisce ad Endeavor

Elon Musk sarà ufficialmente uno degli 11 direttori di Endeavor, ad annunciarlo è stata proprio l’agenzia nell’IPO filing, in cui leggiamo accanto al nome di Elon Musk “Director Nominee“. Scorrendo le pagine leggiamo anche una breve descrizioni di tutti i direttori, tra cui anche quella di Elon Musk, in cui all’inizio viene introdotto con il suo curriculum, molti suoi successi e tutte le sue associazioni:

«Elon Musk conduce Spacex, Tesla, Neuralink e The Boring Company. È stato Amministratore Delegato di Tesla, Inc. dall’ottobre 2008, come membro del Consiglio di Amministrazione di Tesla dall’aprile 2004, come Amministratore Delegato, Chief Technology Officer e Presidente del Consiglio di Spacex dal maggio 2002, ed è stato presidente del consiglio di amministrazione di Solarcity Corporation, una società di impianti solari, dal luglio 2006 fino alla sua acquisizione da parte di Tesla nel novembre 2016.

Mr. Musk è anche il fondatore di The Boring Company e di Neuralink Corp. Mr. Musk anche co-fondato Zip2 Corporation, una prima società Internet, e Paypal. Il sig. Musk tiene un B.A. nella fisica dall’università della Pensilvania e un B.S. nel commercio dalla scuola di Wharton dell’università della Pensilvania.»

elon-musk-endeavor
Fonte: twitter

Continua, poi, con l’annuncio che riguarda Endeavor: «Il signor Musk è attualmente un direttore nominato e diventerà un membro del nostro consiglio di amministrazione al momento o prima del prezzo di questa offerta. Il signor Musk è stato selezionato per far parte del nostro consiglio di amministrazione per via del suo background professionale e dell’esperienza nella gestione di una società per azioni, delle sue precedenti posizioni dirigenziali, del suo servizio in altri consigli di amministrazione di società pubbliche e della sua esperienza nell’avvio, crescita e integrazione di imprese».

Infine, conclude: «Il 16 ottobre 2018, il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York ha emesso una sentenza definitiva che approva i termini della transazione depositati presso il tribunale il 29 settembre 2018, come modificato il 26 aprile 2019, in relazione alle azioni della SEC contro Elon Musk, un direttore nominato nel nostro consiglio di amministrazione, e il suo post su Twitter del 7 agosto 2018, riguardante la potenziale privazione di Tesla, Inc.

Senza ammettere o negare le accuse della SEC, Musk ha accettato una sanzione pecuniaria e si è dimesso dalla carica di Presidente del Consiglio di Tesla Inc. per un periodo di tempo. Non ci sono restrizioni alla capacità del signor Musk di servire come funzionario o amministratore nel consiglio di amministrazione di una società

Fonte: twitter

Elon Musk è stato quindi nominato, ma deve essere formalmente eletto del Cda di Endeavor, il cui CEO è Ari Emanuel. La famiglia del CEO è stata una dei primi investitori in Tesla e, nel 2018, il fratello di Ari e sindaco di Chicago, Rahm Emanuel, strinse a nome della città un contratto con la Boring Company di Elon Musk. Chissà come questa storia andrà a finire e a cosa ci porterà. Noi sicuramente seguiremo le vicende, e vi terremo aggiornati. Intanto, vi lasciamo alcune notizie e opinioni del web.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Denise Pipitone: era davvero lei?
Next post Assorbenti vietati dopo le 18: non sono beni di prima necessità