Donald Trump lancia Truth Social: sarà disponibile dal 2022

Condividi
donald-trump-lancia-truth-social
Fonte: Twitter

Donald Trump ha annunciato il lancio del suo social network, Truth Social dopo essere stato bannato dai maggiori social network a Gennaio.

Il nome scelto è Truth Social, una scelta curiosa, viste le accuse fatte all’ex presidente di avere detto e scritto nei suoi anni di presidenza una grande quantità di cose false e fuorvianti. In una nota del team suo dice che: il social network vuole essere un rivale “del consorzio dei media liberali e combatterà contro le società big tech della Silicon Valley”, colpevoli di avergli tolto la voce.

Trump combatte la censura o si autopubblicizza con Truth Social?

La piattaforma sarà disponibile in un primo momento per un numero limitato di utenti il mese prossimo, mentre poi dal sarà disponibile per tutti 2022. Dalle prime immagini possiamo notare che l’interfaccia è incredibilmente somigliante con Twitter, che è, come sappiamo, il social preferito dall’ex presidente.

Continuando dice che: “Viviamo in un mondo in cui i talebani hanno un’enorme presenza su Twitter, eppure il vostro presidente americano preferito è stato messo a tacere, questo è inaccettabile”. É stata istituita una nuova entità chiamata Trump Media & Technology Group per gestire questo e i futuri progetti che probabilmente si collegheranno a una probabile futura candidatura alle elezioni presidenziali del 2024. La società ha già invitato gli utenti a unirsi alla lista d’attesa sul suo sito web mentre l’app di Truth è già preordinabile sull’App Store.

donald-trump-lancia-truth-social
Fonte: Twitter

A Gennaio, Trump è stato bannato da varie piattaforme social tra cui Twitter, Facebook e YouTube a causa del suo ruolo di fomentatore delle proteste culminate con l’assalto al Campidoglio, il 6 gennaio dove morirono 5 persone, tra cui un poliziotto. Il team di Trump fece, già a Marzo, un primo tentativo di creare un “social network”. Il nome era, From the Desk of Donald J. Trump, – era una sorta di blog che fallì poco dopo. Trump poi fece a luglio causa a Facebook, Twitter e Google per presunta censura. Per ora i divieti e le sospensioni nei confronti dell’ex presidente sono state confermate, anche se Facebook potrebbe rivedere la sua decisione tra due anni.

Trump dice poi: “Sono entusiasta di iniziare a condividere le mie idee su Truth Social”.E voi che ne pensate di questo annuncio? Seguirete il nuovo social di Truth Social? Fateci sapere la vostra nei commenti o scriveteci alle nostre pagine social.

Fonte: Twitter
close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Alec Baldwin spara per sbaglio con una pistola carica sul set di “Rust”
Next post Afghanistan: i talebani hanno decapitato una pallavolista?