Green Pass: come avere la certificazione

Condividi

Negli ultimi giorni non si fa che parlare del Green Pass. Dal 6 agosto sarà la base per entrare in molti locali e luoghi, infatti molti cittadini hanno prenotato la vaccinazione proprio per poter potersi godere l’estate con tranquillità, e questo sarà possibile solo con il Green Pass. Come ottenerlo? Cosa bisogna fare per ottenerlo? Dopo quanto lo otteniamo? Vediamo in che modo svolgere le procedure e come avere la certificazione.

Stiamo rivivendo proprio la stessa situazione dello scorso anno: dopo mesi di quarantena, di chiusure e di privazioni, ci siamo trovati d’estate ad approfittare della libertà e, soprattutto, a dimenticarci di tutti i mesi di sofferenza e delle morti che hanno distrutto l’Italia e tutto il mondo. Niente mascherine, niente distanze, assembramenti, da parte dei cittadini come da parte dei politici. Indimenticabile quella manifestazione il primo giugno, quando le regioni erano ancora chiuse, in cui Matteo Salvini si esibiva davanti al suo fandom senza mascherina. Ma non siamo qui per parlare del leader della Lega.

Tuttavia, dal 6 agosto ci saranno tante cose che cambieranno, a partire dall’introduzione obbligatoria del Green Pass, per cui vediamo in cosa consiste e cosa cambierà. In più, vi ricordiamo anche che per ottenere il Green pass non serve essersi vaccinato con entrambe le dosi, ma per averlo servirà anche solo una dose oppure il tampone negativo. Così è stato deciso dal decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri, sebbene, come era prevedibile, ci sono state diverse divergenze.

come-ottenere-il-green-pass

Green Pass: le dichiarazioni del Premier Draghi

Il Green pass sarà introdotto in tutta Italia a partire dal 6 agosto e servirà per accedere in bar e ristoranti, ma solo se questi sono al chiuso e se i clienti devono sedersi a un tavolo, in palestre, cinema, teatri, musei, stadi, palazzetti, eventi sportivi e concerti. Insomma, sarà il compromesso per la normalità. A essere esentati da questa regola saranno gli under 12, poiché ancora non esiste un vaccino autorizzato, e ovviamente chi non può vaccinarsi per motivi di salute. Come abbiamo scritto nel paragrafo precedente, per ottenerlo basterà un tampone negativo oppure aver fatto la prima dose di vaccino (oppure l’unica).

«Il Green pass non è un arbitrio. E’ una condizioni per tenere aperte le attività economiche. La prima cosa che devo dire: invito tutti gli italiani a vaccinarsi e a farlo subito, devono proteggere se stessi e le proprie famiglie», ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nella conferenza stampa che ha seguito l’approvazione del decreto. Ha poi aggiunto e sottolineato:

«L’estate è già serena e vogliamo che rimanga taleIl Green pass è una misura con cui gli italiani possono continuare a divertirsi, ad andare al ristorante e a spettacoli all’aperto e al chiuso, con la garanzia di ritrovarsi tra persone che non sono contagiose. E’ una misura che dà serenità, nonostante le difficoltà di applicazione».

come-ottenere-il-green-pass
Fonte: Twitter

Ha anche spiegato che sono cambiati i parametri per le zone. Il premier ha poi affermato che hanno dovuto scegliere tra l’introduzione del Green pass in tutte le zone (inclusa quella bianca) oppure se passare alcune regioni in zona gialla, quindi aggiungendo alcuni obblighi che, ovviamente, agli italiani non sarebbero piaciuti. Ha parlato della variante Delta, descrivendola come «minacciosa».

Ha infine aggiunto che «si espande molto più rapidamente di altre varianti. Altri paesi europei sono più avanti di noi nei contagi. Abbiamo imparato che la realtà di altri paesi si presenta da noi se non reagiamo: quello che succede in Inghilterra e Francia, dobbiamo immaginare che potrà ripetersi in Italia in assenza di provvedimenti. L’economia italiana va bene, si sta riprendendo. L’Italia cresce ad un ritmo anche superiore a quello di altri paesi europei. E’ un momento favorevole: perché continui ad esserlo, bisogna agire sul fronte del covid. La campagna vaccinale ha permesso all’economia di riprendersi».

Come ottenere il Green Pass

Partiamo dal presupposto che non serve il vaccino per ottenere il Green Pass. Ovviamente se fai il vaccino non devi ottenerlo più volte ma lo avrai solo una e sarà definitivo, tuttavia anche solo facendo un tampone potrai ottenerlo. Il certificato può arrivare tramite il sito nazionale, con il Fascicolo Sanitario Elettronico, tramite le app Io e Immuni oppure consultando dei medici, dei pediatri o delle farmacie. Dopo aver fatto il vaccino o il tampone, riceverete un sms oppure una mail che vi indicherà i dati per l’accesso.

Oltre al vaccino e al tampone, comunque, otterranno il Green Pass per un periodo limitato anche le persone che hanno contratto il Covid-19 e che sono guariti. Il metodo probabilmente più semplice è quello delle applicazioni Io e Immuni. Sulla prima, se siete già iscritti dovrete semplicemente accettare le nuove condizioni e poi riceverete una notifica ogni volta che avrete una certificazione intestata a voi. Se non siete iscritti invece dovrete ovviamente fare l’accesso con carta d’identità o con Spid.

come-ottenere-il-green-pass
Fonte: La Voce del Trentino

Con Immuni, invece, troverete una nuova sezione, la EU Digital Covid Certificate, dove potrete inserire il codice autorizzativo che avrete ricevuto o via mail o via SMS 15 giorni dopo la prima dose di vaccino, o dopo la guarigioni, o dopo il tampone, e che automaticamente vi darà il vostro codice QR che altro non è che il vostro Green Pass, con cui potrete non solo avere più possibilità di essere liberi in Italia, ma anche all’estero.

Un altro metodo è quello tramite il sito nazionale dedicato, che funziona proprio come l’app Immuni, ma, invece di collegarsi all’app, dovrete collegarvi al sito. Un appunto: le cifre del codice fiscale sono quelle che trovate nella parte di dietro, non in quella davanti. Lo dico perché in molti non erano a conoscenza di quel numero e quindi hanno avuto delle difficoltà.

Infine, l’ultimo modo è con il FSE, il Fascicolo sanitario elettronico, ma le modalità di accesso cambiano in base alla propria Regione o Provincia autonoma. Dopo aver fatto l’accesso troverete i vostri documenti già online dall’ASL di riferimento. Per salvare il QR code in modo da averlo anche offline potrete o stamparlo e portarlo sempre con voi, oppure semplicemente salvarlo nella galleria.

In ogni caso per qualsiasi dubbio vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale dedicata.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Boris Johnson lancerà un programma contro l’obesità che premierà le famiglie che lo seguiranno
Next post Ungheria: a Budapest in migliaia contro le politiche omofobe di Orban