#43 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Clio Make Up

Condividi

Bentornati in Riviviamo i classici della nostra adolescenza. Due settimane fa abbiamo aperto un nuovo tema, ovvero quello dei programmi di Real Time, partendo da Alta Infedeltà, continuando con Bake Off, Clio Make Up (che ricorderemo oggi) e, infine, Dire, Fare e Baciare. Ho scelto questo tema perché io sono sempre stata una fan scatenata degli show di Real Time, addirittura pensate che Alta Infedeltà lo ascolto (esiste un podcast su Spotify proprio su Alta Infedeltà!) ancora oggi sotto la doccia, per cui penso che non ci sia tema più azzeccato.

clio-make-up-adolescenza
Fonte: web

Real Time è un canale televisivo italiano privato di proprietà di Discovery Italia, disponibile sul Canale 31 del Digitale Terrestre. Il target del canale è principalmente dedicato a un pubblico femminile (così ci dice Discovery Italia), con un’età compresa fra i 15 e i 54 anni, ma ovviamente possono esserci anche delle eccezioni. Sono tantissime le produzioni originali, da Alta Infedeltà, a Clio Make Up, a Cake Star, a Cortesie per gli ospiti (e i vari spin-off) ad anche quelli dedicati al true crime, i miei preferiti.

Per molte di noi la passione per il make up è iniziata con Clio Make Up, la ragazza, oggi mamma e blogger e che qualche mese ha anche fatto uscire una propria linea di fondotinta (che ha causato un po’ di polemiche), che ci dava i consigli che oggi invece ci danno le influencer. Oggi ci sono pochi programmi sul make up su Real Time, oggi abbiamo le influencer che ci consigliano come applicare dei trucchi di cui non sapevano neanche dell’esistenza, ma quanto ci manca la nostra Clio con il suo bel sorriso e le sue spiegazioni?

Clio Make Up: trama e spin-off

clio-make-up-adolescenza
Fonte: web

Clio Make Up oggi è solamente un blog, o meglio «è l’editore pure-digital leader nel settore Beauty in Italia. Nata nel 2008 a New York City da un’idea di Clio Zammatteo (Co-Founder & Talent), Claudio Midolo (Co-Founder & CTO) e gestita da Elena Dominique Midolo (CEO), ClioMakeUp cresce negli anni fino a diventare punto di riferimento per milioni di donne che, ogni giorno, danno vita alla più grande community italiana dedicata alla bellezza» (fonte: blog ufficiale).

Tuttavia, nel 2012, per noi Clio Make Up era solo quel programma in cui la nostra Clio truccata due donne spiegando a loro come a noi come applicare il make up in un modo professionale, cercando di aiutarci a piacerci sempre di più. Nel corso della puntata venivano anche dati dei consigli su alcune creme semplici da realizzare in casa, una sorta di Art Attack ma con i trucchi. Le stagioni sono 2, con un totale di 70 episodi di 30 minuti. Ogni puntata era poi divisa in due parti:

  • Nella prima parte Clio Make Up truccava la prima ospite, mostrando come coprire degli inestetismi migliorando il proprio aspetto come preferiva;
  • Nella seconda parte, invece, la truccatrice professionista era solo una supervisionatrice: la ragazza si tracca da sola, con l’aiuto di Clio.
clio-make-up-adolescenza
Fonte: web

Ci sono stati due spin-off, uno nel 2013 e uno nel 2018. Il primo è Make-Up Time con Clio e potete trovarlo in streaming su Discovery+, il secondo invece è Clio missione mamme ed è dedicato alle mamme che, dopo aver avuto un figlio, non riescono più a dedicarsi al make up e a se stesse in generale come vorrebbero. In fin dei conti Clio Make Up nel 2017 è divenuta mamma per la prima volta, mentre la sua secondogenita è nata ad aprile dello scorso anno (e ricordiamo tanto le sue storie a New York, terrorizzata a causa del razzismo dovuto al Covid-19).

Lo scorso anno ha anche realizzato Clio Pop Up, un docu-reality in cui la protagonista dà consigli per eseguire il make up, consigliando anche sullo stile, sul portamento e su come truccarsi per aumentare la propria autostima. Se siete grandi fan, dovete anche leggere i tre libri di Clio Make up: Clio Make Up, Clio beauty care e Sei bella come sei. E voi seguivate questo programma su Real Time?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Mille: fuori il nuovo singolo di Fedez con Achille Lauro e Orietta Berti
Next post Profili LGBT in “pausa” da Instagram: la protesta degli attivisti