Caparezza: svelati i featuring di Exuvia

Condividi

Qualche giorno fa abbiamo ascoltato e letto il testo di Exuvia, il nuovo singolo di Caparezza che ritorna nella scena musicale dopo 3 anni e 6 mesi. Il singolo è il primo dell’omonimo album che uscirà il 7 maggio e che è uno dei più attesi al momento da tutti i fans, ma, in fin dei conti, da Caparezza possiamo aspettarci solo cose belle. Intanto, però, il cantante ha anche svelato la tracklist con i featuring dell’album. Giusto per farci avere meno hype.

caparezza-exuvia-featuring-tracklist
Fonte: Caparezza

«Sono felice di annunciarvi che il 7 maggio 2021 pubblicherò il mio nuovo album: EXUVIA.», scrive Caparezza sul suo post su Instagram, introducendo il nuovo singolo ma anche il nuovo album che, lo sappiamo già, sarà la colonna sonora della nostra quarantena. Ha poi spiegato cosa significa Exuvia: «L’EXUVIA , in sintesi, è ciò che rimane del corpo di alcuni insetti dopo aver sviluppato un cambiamento formale. Un calco perfetto, talmente preciso nei dettagli da sembrare una scultura, una specie di custodia trasparente che un tempo ospitava la vita e che ora se ne sta lì, immobile, simulacro di una fase ormai superata.»

I featuring nell’album sono due e sono stati annunciati da Caparezza. In realtà i nomi che molti si aspettavano non hanno nulla a che fare con chi Caparezza ha scelto. I fan avevano pensato a Willie Peyote, che quest’anno ha debuttato a Sanremo, altri hanno pensato a Frankie Hi-NGR Mc, a Murubutu, a Frah Quintale e persino a Liberato. Non sarebbe stato sicuramente male vedere un feat con questi cantanti, tuttavia i piani di Capa erano altri.

Caparezza e la tracklist di Exuvia

«Mi sono divertito molto a leggere il vostro toto-feat ma siamo nella selva ed è normale ritrovarsi fuori strada», ha scritto Caparezza in un post su Facebook, annunciando i due featuring di Exuvia. «Ovviamente stimo e ascolto molti degli artisti da voi citati ma la foresta è imprevedibile, gli ospiti dell’album pure:

  • MATTHEW MARCANTONIO: È il cantante della mia rock band preferita del momento, i Demob Happy. Si tratta del gruppo che ho ascoltato di più durante la stesura del disco, motivo per cui ho voluto assegnare a Matthew la traccia d’apertura. Spero di coinvolgerlo anche sul palco del prossimo tour.
caparezza-exuvia-featuring-tracklist
Fonte: Caparezza
  • MISHEL DOMENSSAIN: È una cantautrice messicana molto connessa con la madre terra. Ho scoperto la sua musica mentre andavo alla ricerca di nuovi artisti nel web e la sua voce mi ha catturato dal primo ascolto. Non posso svelarvi altro riguardo a questo brano, uno dei più intensi dell’album
caparezza-exuvia-featuring-tracklist
Fonte: Caparezza

Ha scritto nel post, concludendo con: «Insomma, Matthew e Mishel sono i miei due compagni di viaggio, gentili e di grande talento, e danno voce allo smarrimento e all’incoraggiamento lungo il percorso di EXUVIA.» E voi conoscete questi due artisti o li scoprirete con il featuring di Exuvia? Intanto, vi lasciamo la tracklist dei brani dell’album (con i feat. censurati) che, ricordiamolo, uscirà il 7 maggio:

  1. Canthology feat. ________
  2. Fugadà
  3. Una voce (Skit)
  4. El Sendero feat. _________
  5. Campione dei Novanta
  6. La matrigna (Skit)
  7. Contronatura
  8. Eterno paradossoù
  9. Marco e Ludo (Skit)
  10. La scelta
  11. Azzera pace
  12. Eyes Wide Shut
  13. Ghost memo (Skit)
  14. Coma Pripyat
  15. Il mondo dopo Lewis Carroll
  16. Pi Esse
  17. Zeit! 
  18. La certa
  19. Exuvia 

Exuvia tracklist!

Pubblicato da Caparezza su Giovedì 1 aprile 2021

Mi sono divertito molto a leggere il vostro toto-feat ma siamo nella selva ed è normale ritrovarsi fuori…

Pubblicato da Caparezza su Venerdì 2 aprile 2021

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Steps: arriva il musical animato sulle sorellastre di Cenerentola
Next post Erasmus: le festività lontana da casa