Bullet Journal: cos’è e come averne uno personale

Condividi

Molto spesso, soprattutto online e in genere su TikTok, vediamo delle persone cimentarsi con i bullet journal, per questo motivo oggi abbiamo deciso di parlarne anche noi, considerando che io ne sto tenendo uno da ottobre e mi sto trovando molto bene. Non vi farò vedere tutte le pagine perché, ovviamente, alcune sono personali, tuttavia vi illustrerò alcune idee e quali sono i vantaggi di avere un vostro bullet journal.

Partiamo dal principio: cos’è il bullet journal? È una sorta di agenda, di planner, ma anche un modo per tenere sotto controllo la propria vita, per organizzare dagli appuntamenti al monitorare le vostre emozioni. Quello che dovete ricordare è che non c’è un modo giusto o sbagliato nel fare journing, o meglio questo è quello che credo io. Probabilmente qualcuno di esperto mi andrà contro, ma credo che ogni bullet journal debba essere personale e rappresentare noi stessi, quindi non preoccupatevi se c’è una cancellatura in una parte e non è perfetto come vedete sui social.

Perché devo fare questo diario che è completamente bianco invece di comprare un planner? Il bello sta proprio in questo: lo dovete personalizzare, cercate e create voi un modo per organizzarlo. Decidete di mettere nelle prime pagine le password, poi i compleanni, i calendari, le emozioni, insomma avete voi il controllo su tutto. Quello che caratterizza questi quaderni è che all’inizio sono bianchi, oppure con dei piccoli puntini separati che vi aiuteranno nel disegno, e poi, piano piano, si colorano di voi stessi.

Un social perfetto, secondo il mio punto di vista, per trovare delle idee per personalizzare il vostro planner, è Pinterest. Su Pinterest, digitando bullet journal ideas o direttamente quello che state cercando accompagnato da quelle due paroline chiave, potrete trovare tante idee e poi renderle personali o copiarle direttamente come sono (io l’ho fatto per monitorare l’ansia o le emozioni, ad esempio). TikTok è utile ma spesso vedete le cose troppo perfette e in modo troppo veloce.

Bullet Journal: qualche idea per voi

Adesso apriamo il mio quaderno. È rosa, ad anelli e dentro era bianco. Adesso una settantina di pagine circa sono colorate con le mie emozioni, con i miei impegni o con quello che mi piaceva in un determinato periodo. La prima pagina rappresenta proprio me, con una frase che penso mi descriva alla perfezione e con le cose che mi piacciono di più (ovviamente c’è anche una bella tazza di thè verde, che rappresenta non solo la mia passione per il thè ma anche il blog).

bullet-journal-cose-idee
Il calendario del 2022

Nella seconda pagina invece c’è l’index. Man mano che creo delle pagine, lo aggiorno, in modo da cercare anche lì qualcosa che non sto trovando (e poi ho numerato tutte le pagine). In primis ho messo delle password dei social che uso di più, poi le cose che mi rendono felice, seguito dallo stesso tema ma con film e musica (non è improbabile che un giorno scriva anche un articolo a riguardo).

Da pagina 8 iniziano i tracker: l’ansia, che è un problema che mi porto dietro da diverso tempo ma che sto cercando di eliminare anche tenendola sotto controllo, i mood, differenziando ovviamente i vari stati d’animo con colori e delle legende e, infine, le mestruazioni. Sì, so che ormai esistono le applicazioni che ti mandano persino una notifica, ma volevo essere un po’ vecchio stampo. A pagina undici ho inserito la mia skincare con le mie maschere preferite.

Arriviamo poi al lato universitario: le date degli esami dell’ultima sessione, con la pagina accanto vuota per alcune note a riguardo. Riguardo questo, qualche pagina più avanti c’è anche l’orario delle lezioni che dovevo seguire al primo semestre e accanto un planner per organizzare il mio studio. Due pagine sono dedicate al work-out e alla dieta, che più che dieta sono le cose che dovrei mangiare o meglio delle idee.

Parlando di cibo, sì, ho diverse pagine dedicate al cibo perché ogni tanto non ho un buon rapporto e non poche volte ho mangiato troppo poco e non abbastanza, e non voglio più ridurmi a questo. “Il cibo non è tuo nemico“, ho scritto in una di queste pagine in cui poi ho scritto alcune idee di ricette semplici e soprattutto non pesanti, perché so che se mangio pesante mi sento in colpa e sentirmi in colpa per il cibo mi fa stare anche peggio.

La particolarità del bullet journal è che decidete voi come organizzare i mesi. Io, ad esempio, occupo quattro pagine a mese, e se nel mese ci sono festività anche di più. La prima è la “copertina del mese”. A ottobre, ad esempio, l’ho disegnata a tema Halloween. Accanto poi c’è il calendario e giorno dopo giorno metto una X sui giorni che arrivano. C’è poi il planner settimanale. Per non spendere troppe pagine scrivo semplicemente W1, W2, W3, ecc… e poi scrivo l’impegno sotto il giorno della settimana. Se ci sono festività, aggiungo delle playlist o dei film da guardare.

Altre idee per il vostro bullet journal sono cose più personali come cose che avreste voluto dire ma non avete detto, i vostri goals, la wishlist, delle idee di appuntamenti o viaggi da fare, o ancora cosa non deve mancare mai nella credenza, cose da fare giornalmente (come pulire la casa, leggere, fare yoga, insomma quello che più vi piace) e ancora i nightmare tracker, dove scrivete, sempre con diversi colori, se avete fatto dei sogni, degli incubi o se non avete sognato affatto.

A me, personalmente, utilizzare questo quaderno rilassa e mi fa riposare, sebbene, lo ammetto, ogni tanto è capitato di trascurarlo. L’importante però è recuperare e cercare di ricordare le vostre emozioni o i vostri impegni. Vi lascio adesso delle raccolte su Pinterest che potrebbero aiutarvi:

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.