Bielorussia fa deviare un volo per arrestare un giornalista d’opposizione


La Bielorussia, o meglio, il regime di Lukashenko, continua con la sua dittatura: un aereo di Ryanair, partito da Atene, è stato fatto deviare e atterrare a Minsk in modo da arrestare Roman Protasevich, uno dei giornalisti più noti dell’opposizione che in quel momento si trovava a bordo dell’aereo. La scusa utilizzata è stata quella della presenza di una bomba, di terrorismo, notizia poi smentita. A esprimersi sulla deviazione dell’aereo è stata anche la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, ma nessun commento sull’arresto.

bielorussia-volo-dirottato
Fonte: Telegram Nexta Live

Che in Bielorussia le cose siano messe male, non è una novità, purtroppo. Come succede anche in Russia, il regime è intoccabile. Non devono esserci oppositori, non devono esserci persone libere di potersi esprimere (contro il governo) e le elezioni sembrerebbero essere state truccate. È stata proprio quest’ultima dichiarazione che ha fatto traboccare il vaso e che ha costretto le persone, Roman Protasevich incluso, a ribellarsi. Sicuramente ricorderete la violenta repressione delle rivolte per strada dello scorso agosto, in cui 35.000 persone circa sono state arrestate, con più di 1000 casi penali (fonte).

Roman Protasevich è uno dei giornalisti del network NEXTA TV (e, proprio questo network, fa sapere che in Bielorussia lui rischia la pena di morte), proprio uno dei network che più si oppone al regime e, in più, il giornalista è uno dei fondatori e anche uno dei volti più noti. Seppur non vivendo in Bielorussia dal 2019 (e comprendiamo anche i motivi, pensate che Lukashenko è al potere dal ’94), Protasevich ha sempre sostenuto le proteste e coordinato le manifestazioni, soprattutto quelle da quando lo scorso agosto il presidente aveva nuovamente vinto. In quel periodo furono arrestati anche molti politici dell’opposizione, mentre altri erano stati invitati a lasciare il paese.

Ryanair dirottato in Bielorussia

A raccontare nel dettaglio tutto ciò che è successo è l’agenzia stampa ufficiale della Bielorussia, Belta, secondo cui a dare l’ordine di dirottare l’aereo, partito da Atene e che sarebbe dovuto atterrare in Lituania, sarebbe stato Alexander Lukashenko, il presidente, in persona. La scusa è stata quella della presenza di esplosivi, e il consigliere presidenziale lituana Asta Skaisgiryte ha affermato che l’operazione di far atterrare l’aereo in Bielorussia sembrasse pianificato. L’aereo trasportava 170 persone, provenienti da 12 paesi diversi.

bielorussia-volo-dirottato
Fonte: Piero Fassino, Twitter

Ha anche sottolineato che i servizi segreti bielorussi fossero già a conoscenza di chi fosse sull’aereo, e infatti Tadeusz Giczan, direttore del Nexta TV, ha scritto che il suo collega, che viveva a Vilnius da novembre, avrebbe notato delle «persone sospette» che gli scattavano foto durante l’imbarco in Grecia. Queste stesse persone sono poi salite sul suo aereo. Tuttavia, non si sarebbe mai potuto immaginare nulla del genere.

«Quello che sappiamo finora», ha scritto il giornalista sul suo profilo Twitter. «Gli agenti del KGB sono saliti sull’aereo ad Atene questa mattina insieme a Roman Protasevich (ha notato delle persone dall’aria losca che lo fotografavano al gate). Poi, quando l’aereo è entrato nello spazio aereo della Bielorussia, gli ufficiali del KGB hanno iniziato una rissa con l’equipaggio Ryanair insistendo che ci fosse uno IED a bordo». Infine, scrive che l’equipaggio è stato costretto a inviare un SOS, proprio poco prima che l’aereo stava per lasciare lo spazio aereo della Bielorussia. Appena atterrati, i servizi di sicurezza sono entrati nell’aereo e hanno arrestato Protasevich.

Sulla vicenda è intervenuto subito il Presidente della Lituania, che scrive su Twitter: «Evento senza precedenti! Un aereo con passeggeri civile che volava a Vilnius è stato fatto atterrare con la forza a Minsk. L’attivista politico bielorusso e fondatore di Nexta era sull’aereo. È stato arrestato. il regime è dietro l’azione abominevole. Chiedo urgentemente di liberare Roman Protasevič!». Ginatas Nauseda ha affermato di aver chiamato la NATO e l’Unione Europea per poter subito prendere dei provvedimento contro la Bielorussia.

bielorussia-volo-dirottato
Fonte: Nexta Live, Telegram

Anche il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki ha scritto un tweet contro il regime della Bielorussia: «Mi sono al Presidente Charles Michel per ampliare l’ordine del giorno del Consiglio europeo di domani con un punto sulle sanzioni immediate contro il regime di Lukashenka. Il dirottamento di un aereo civile è un atto di terrorismo di stato senza precedenti che non può rimanere impunito», ha scritto sul suo profilo Twitter.

Anche la Germania ha chiesto una «spiegazione immediata» alla Bielorussia: «C’è bisogno di una spiegazione immediata, da parte del governo bielorusso, sul dirottamento, all’interno dell’Unione europea, di un volo Ryanair verso Minsk e l’arresto di un giornalista», ha scritto il ministro degli Esteri tedesco, Miguel Berger. E l’unione Europea, invece? L’unione Europea cos’ha detto a riguardo? Come al solito, ci sono altre priorità. O meglio, la Presidente Ursula von der Leyen si è espressa, ma non commenta minimamente il fatto che il regime bielorusso abbia fatto arrestare un oppositore che come unica colpa ha quella di essere un oppositore. È quella la parte più grave.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.