#21 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Steins Gate

Condividi

Bentornati in Riviviamo i classici della nostra adolescenza, ma con una piccola sorpresa. Abbiamo sempre e solo trattato di libri, serie tv o saghe cinematografiche, così ho deciso di iniziare il 2021 in un modo diverso: nei quattro venerdì di gennaio ci occuperemo di anime, in modo da variare anche i nostri contenuti. In questa prima settimana il protagonista di questa rubrica sarà Steins Gate, uno dei miei anime preferiti!

In realtà, avrei voluto iniziare con l’anime che mi ha introdotto in questo mondo di cartoni giapponesi (esclusi i classici come Dragonball o le Mew Mew che venivano trasmessi in tv), ovvero Death Note, tuttavia non ci saremmo trovati con i tempi. Infatti, tutti i protagonisti di questa rubrica fanno parte, bene o male, degli anni ’10 del XXI secolo, per cui dal 2010 in poi, e Death Note è stato trasmesso sotto forma di anime per la prima volta nel 2006, per cui ho dovuto subito accattonare questo mio desiderio.

In ogni caso, passiamo a noi. Ho già scritto che oggi, in questo secondo venerdì del mese (lo scorso abbiamo visto Skins), rivivremo Steins Gate, che è assolutamente uno degli anime che più ho amato, sarà perché amo i viaggi nel tempo. La prossima riscopriremo invece Death Parade, un’anime unico nel suo genere e che ho apprezzato tanto! Sarà poi il turno di Angel Beats!, di cui io farei volentieri un rewatch e chissà che non lo farò proprio. Infine, concluderemo con Attack on Titan, di cui stanno trasmettendo l’ultima stagione proprio in questo periodo.

E ora: come ci occuperemo di Steins Gate? Nella prima parte ci occuperemo della trama dell’anime, mentre nella seconda scriveremo le caratteristiche principali dei protagonisti (quindi solo dei quattro, purtroppo non riusciremo a descriverli tutti). Fatemi sapere se vi piace quest’anime, se l’avete mai visto o se avete intenzione di cominciarlo a vedere (in tal caso, tranquilli, non farò alcun tipo di spoiler!).

Steins Gate: trama

«L’auto-proclamato scienziato pazzo Rintarou Okabe affitta una stanza in un vecchio edificio traballante in Akihabara, dove si occupa del suo hobby di inventare un “gadget futuristico” con i membri del laboratorio: Mayuri Shiina, la sua amica d’infanzia con la testa fra le nuvole, e Hashida Itaru, un hacker pervertito soprannominato “Daru”.

Anche se per miracolo, il gruppo non fornisce nulla di concreto nella ricerca di Okabe ai fini di una svolta scientifica; almeno fino a quando i membri del laboratorio sono spinti in azione da una serie di eventi misteriosi incappando in un successo inaspettato: il telefono-microonde che può inviare e-mail al passato, alterando il flusso della storia.»

Steins Gate è tratto da un visual novel di 5pb. e Nitroplus del 2011 ed è stato trasmesso in 24 episodi, tutti della durata di circa 20-24 minuti. Se avete amato Doctor Who, Steins Gate è l’anime che fa per voi!

Steins Gate: personaggi

Passiamo ora ai personaggi di questo meraviglioso anime. Come vi ho scritto prima, non ci occuperemo di tutti, ma solo dei main, ovvero di quelli che, nella prima stagione (quindi non parleremo minimamente di Steins Gate 0), sono presenti in bene o male tutti gli episodi.

Rintarou Okabe

Okabe è il protagonista di Steins Gate, è colui che si autoproclama uno scienziato pazzo, mentre nella vita normale è un semplice studente universitario al primo anno. Spesso si comporta in modo cattivo, tuttavia non lo è per davvero ma è solo una persona molto immatura. È lui che apre il Future Gadget Research Establishment, un laboratorio dove inventa oggetti inutile. Molto spesso parla solo al cellulare di cose che nessuno comprende.

steinsgate-adolescenza
Fonte: pinterest

Kurisu Makise

Makise è invece la protagonista femminile di Steins Gate. Anche lei frequenta l’università, sebbene sia un anno più avanti poiché ha frequentato un anno in America e quindi è riuscita a diplomarsi prima. In America è anche famosa per aver scritto diversi articoli scientifici. Potremmo definirla tsundere, poiché tende sempre a dimostrarsi distaccata e severa, ma se qualcosa le interessa si avvicina cercando di capire e intervenire il più possibile. Da Rintarou è chiama CristinaAssistente, ma lei non apprezza nessuno dei due soprannomi.

steinsgate-adolescenza
Fonte: pinterest

Mayuri Shiina

Mayuri è la più piccola del club, infatti ha 16 anni e frequenta ancora le scuole superiori. È una ragazzina dolce e tenera, sempre con la testa fra le nuvole, molto ottimista ma che soffre quando le persone litigano. Non comprende le teorie complesse, ma le ritiene carine. È la tipica waifu degli anime, molto innocente. Ripete spesso “tutturu“.

steinsgate-adolescenza
Fonte: pinterest

Itaru Hashida

Itaru è invece il più grande fra i personaggi principali di Steins Gate. È un otaku con una grande passione per le ragazze 2-D e 3-D, infatti molte delle frasi dette da lui potrebbero essere prese come molestie sessuali. È molto sicuro delle proprie abilitare di programmazione e hacking, tuttavia non ama essere chiamato super hacker. Lo vediamo quasi sempre davanti al pc.

steinsgate-adolescenza
Fonte: pinterest

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Vibez: Zayn Malik torna con un nuovo singolo
Next post Salvini con la mascherina di Paolo Borsellino: è polemica