sos-emergenza-tutorial

SOS emergenza: la funzione sul cellulare che potrebbe salvarti

Condividi

Anche grazie a delle storie di Chiara Ferragni che poi hanno fatto il giro del mondo, le persone hanno scoperto la funzionalità SOS emergenza, presente su iPhone ma anche su diversi android già da un po’ di tempo. Tuttavia, per chi non aveva osservato tutte le funzionalità del proprio smartphone, è stata una novità. In realtà, esiste già da un po’ di tempo, ma è una bella cosa che grazie a Chiara Ferragni in molti e molte l’abbiano attivato magari sentendosi un po’ più sicure per le strade.

Proprio qualche giorno fa abbiamo parlato del tragico stupro e omicidio di Sarah Everard, che è stata rapita, violentata e uccisa da un agente di Scotland Yard proprio mentre stava tornando a casa. Questa è stata l’ennesima testimonianza di quanto per una donna non sia sicuro camminare da sola per le strade e no, la colpa non è della donna. Ovviamente ciò non toglie che anche i ragazzi possano utilizzare l’SOS emergenza poiché, sebbene in maniera nettamente inferiore, esistono delle violenze anche verso gli uomini.

sos-emergenza-tutorial

Attivare l’SOS emergenza è molto semplice. Non sappiamo se sia ancora disponibile su tutti i cellulari, possiamo dire che su iPhone e Xiaomi c’è con certezza, per gli altri smartphone basterà andare nelle impostazione e digitare le parole chiave, in modo da vedere se esiste effettivamente questa funzionalità o se verrà implementata in futuro. In questo articolo vedremo come fare e come funziona.

Sos emergenza: come funziona?

Do per scontato che abbiate già cercato se il vostro cellulare possiede la funzionalità di SOS emergenza. Se non la ha ancora, state tranquilli/e, perché a fine articolo troverete anche delle applicazioni simili a questa funzionalità e che potrebbero esservi d’aiuto. Se invece avete l’SOS emergenza, continuate a leggere.

Io ho uno Xiaomi, per cui vi mostrerò come funziona su questi smartphone e poi vi allegherò un tweet molto esplicativo che spiega benissimo come fare se si possiede un dispositivo iOS. Una volta che siede sulla pagina dell’SOS emergenza, dovrete attivarlo e selezionare tre contatti di emergenza. Pensate a qualcuno vicino a voi e che potrebbe avere la possibilità di aiutarvi.

Potrebbe essere vostro padre, il vostro fidanzato, un amico, chiunque sapete che potrebbe aiutarvi davvero. Non è un gioco, per cui non inserite persone solo perché temete che ci rimarrebbero male altrimenti. Quando siete in pericolo potete cliccare il tasto di accensione 5 volte in breve tempo. Il dispositivo attiverà l’SOS emergenza e manderà la vostra posizione a tutti i contatti che avete scelto. A me è capitato di inviarlo per sbaglio: tranquille, potete disattivarlo subito ancora prima che mandi i messaggi.

sos-emergenza-tutorial

Prima di inviarlo, infatti, aspetta cinque secondi, proprio per evitare che gli imbranati come me inviino degli SOS emergenza ogni giorno a qualsiasi ora. Potete scegliere di aggiungere al messaggio (che sarà come quello che vedete accanto, a destra) anche la lista delle ultime chiamate. Purtroppo, a differenza degli iPhone, su Xiaomi non c’è la chiamata automatica alle forze dell’ordine.

Per quanto riguarda gli iPhone, invece, l’SOS emergenza è più completo. Dovete sempre attivarlo e selezionare dei contatti di emergenza a cui verrà mandata la vostra posizione insieme al messaggio di aiuto. Tuttavia, chiama anche i servizi di emergenza.

Per quanto riguarda le applicazioni, in caso non doveste ancora avere la funzionalità, basterà cercare sul Play Store SOS emergenza e cercare l’applicazione che funziona meglio. Leggendo le recensioni mi sono resa conto che in molte funzionano bene su alcuni dispositivi ma su altri no, per cui provatene alcune prima di decidere. Quella migliore sembra comunque essere 112 Where ARE U.

Fateci sapere se siete al sicuro e se avete attivato queste funzionalità!

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.