Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

Maskne: 4 domande e risposte per contrastarla

Maskne: questo termine deriva dall’unione di “Mask + Acne” ed indica l’acne da mascherina.

Negli ultimi mesi la nostra vita è cambiata notevolmente e, tra le altre cose, ci siamo abituati ad indossare quotidianamente una mascherina per prevenire la diffusione del Coronavirus.

Maskne

L’uso quotidiano di questi DPI indispensabili, ha causato la comparsa di brufoletti, imperfezioni ed acne nelle persone già predisposte, irritazioni, abrasioni e rash cutanei nelle persone con pelle sensibile. Questi effetti si localizzano di solito su guance, mento, contorno labbra e naso.

Quando si manifesta la Maskne?

La Maskne si manifesta dopo aver indossato la mascherina anche per pochi giorni, ma in maniera continuata. Ovviamente questo fenomeno non sorge su tutti coloro che la indossano, alcuni potrebbero non riscontrare nessun cambiamento nella propria pelle.

Perché si manifesta la Maskne?

Maskne
Fonte: Pexels

La Maskne è favorita da vari fattori, tra cui:

  • Attrito continuato sul viso,
  • Umidità derivante dalla respirazione,
  • Proliferazione di batteri.

La mascherina copre il viso ed impedisce alla pelle di respirare, inoltre sfrega nelle zone di contatto, creando attrito.

Come prevenire la Maskne?

La mascherina

La prima raccomandazione per prevenire la Maskne è quella di indossare sempre una mascherina pulita, sia per la protezione al virus, sia perché a fine giornata sarà inevitabilmente sporca e piena di batteri. È preferibile utilizzare una mascherina monouso (ad esempio la mascherina chirurgica). Le mascherine FFP2 e FFP3 hanno una percentuale di rischio maggiore di predisporre la pelle a lesioni causate dall’attrito, ma secondo alcuni studi sono quelle che ci proteggono maggiormente dal Covid-19.

Maskne
Fonte: Unisr

Il mio intento comunque non è quello di consigliarvi quale mascherina utilizzare, ma di riportarvi gli effetti di ognuna in modo che possiate fare una scelta più consapevole in base alla vostra specifica situazione.

In ogni caso, evitate di riutilizzare una mascherina monouso e se scegliete di indossare una mascherina di stoffa, lavatela ogni giorno, seguendo le istruzioni del produttore, utilizzando detersivi che non vadano ad aggredire la pelle, con profumazioni eccessive.

La detersione

Il primo passo è quello di modificare la propria skincare routine e riadattarla alla situazione.

Fondamentale è la detersione, da effettuare due volte al giorno, mattina e sera. Spesso si sottovaluta questo passaggio, pensando che possa bastare acqua e sapone, ma non sempre è il metodo migliore.

Maskne
Fonte: Pexels

Io vi suggerisco di provare la doppia detersione, ossia l’utilizzo di un detergente oleoso prima e di un detergente schiumogeno poi. L’olio va ad agire per affinità, sciogliendo il sebo in eccesso, il makeup e tutti gli elementi “grassi” presenti sulla pelle, il detergente schiumogeno invece va ad eliminare polvere, inquinamento, residui di sporcizia e rimuove anche il detergente oleoso. L’uso di due prodotti inoltre, ci permette di pulire meglio la pelle, di evitare il propagarsi di acne e imperfezioni e di agire in maniera più delicata.

Se avete poco tempo o non vi piace la doppia detersione, vi consiglio di utilizzare un detergente delicato in modo da non aggredire la pelle.

L’idratazione

Maskne
Fonte: Pexels

Altrettanto importante è l’idratazione. Al mattino utilizzate una crema idratante se avete la pelle secca, sostituitela una texture in gel o una lozione se avete la pelle grassa. Per quanto riguarda la pelle mista io vi consiglio di scegliere una texture più leggera sulla zona T e una più corposa sul resto del viso.

I prodotti anti-acne

Se già soffrite di acne ed utilizzate prodotti per contrastarla, vi consiglio di posticipare la loro applicazione alla sera, se è possibile. Questo perché la maggior parte dei trattamenti per l’acne prevede ingredienti che vanno ad esfoliare o asciugare la pelle.

L’esfoliazione

La mascherina sul viso crea un’esfoliazione continua, quindi è preferibile evitare di esfoliare la pelle più del dovuto, inoltre con questo gesto la pelle diventa più reattiva e la situazione potrebbe peggiorare, causando il peggioramento dell’acne e l’insorgenza di altre imperfezioni.

Se proprio non potete farne a meno scegliete un esfoliante chimico (es. peeling) e non meccanico (es. scrub) da eseguire non più di una volta a settimana.

Il tonico

Utilizzate sempre il tonico (senza alcool) per lenire la pelle e cominciare a reidratarla prima di applicare la crema.

Le maschere viso

Una o due volte a settimana, è consigliato fare una maschera lenitiva, purificante o detossinante. Potete scegliere la tipologia di maschera che preferite, in tessuto o in crema.

Il makeup può peggiorare la situazione?

La risposta a questa domanda, in generale, è no, il makeup non dovrebbe peggiorare la situazione, se si utilizzano alcune accortezze.

Maskne
Fonte: Pexels

Evitate prodotti comedogenici, che occludono i pori e contribuiscono alla fuoriuscita di imperfezioni. Fate attenzione al fondotinta e al correttore che possono sciogliersi a causa dell’umidità nelle zone coperte da mascherina e andare ad ostruire i pori, quindi favorire acne e imperfezioni, oltre che a creare macchie di colore antiestetiche.

È comunque preferibile evitare di truccare le zone coperte dalla mascherina (che comunque non si vedono!)

Attenzione! La Maskne è una problematica da non sottovalutare, è sempre opportuno rivolgersi al proprio dermatologo per cure mirate e consigli specifici, da adattare ai casi singoli.

Alcuni consigli scontati, ma che fanno la differenza

Maskne
Fonte: Pexels
  • Non schiacciare MAI punti neri e brufoletti: il trauma causato dalle unghie sulla pelle provoca la formazione di cicatrici permanenti e favorisce la proliferazione dei batteri, la propagazione delle imperfezioni in altre parti del viso. Bucare i brufoli con un ago NON è una valida soluzione, si può aggravare la situazione.
  • Evitare di toccare il viso: lo sfregamento delle imperfezioni può causare l’insorgenza di nuove imperfezioni. Anche nel caso in cui la pelle non abbia particolari problemi, le mani sporche potrebbero portare batteri sul viso e causare l’uscita di imperfezioni.
  • Lavare sempre le mani: prima di indossare la mascherina, dopo averla tolta, prima di detergere il viso e applicare qualsiasi prodotto, lavate sempre le mani con acqua e sapone e se impossibilitati con una soluzione alcolica.
close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Vincenza

Torna in alto