La Fantastica signora Maisel: recensione degli ultimi due episodi finali

Condividi

È finita. La quarta stagione de La Fantastica signora Maisel è ufficialmente conclusa, con gli ultimi due episodi usciti in mattinata sulla piattaforma streaming Prime Video. Di settimana in settimana abbiamo seguito le avventura di Midge, la nostra paladina dell’emancipazione che nel corso delle quattro stagioni ha avuto un grandissimo cambiamento in positivo, e in questa stagione l’abbiamo vista ancora più carica e al massimo delle sue energie, in particolare in questi ultimi due episodi che sono stati davvero una bomba. In ogni caso, come negli altri articoli, vediamo la trama generale e la sinossi degli episodi precedenti.

la-fantastica-signora-maisel-finale-di-stagione-recensione
La fantastica signora Maisel

Miriam “Midge” Maisel è una casalinga ebrea che vive a New York nel 1958. Suo marito Joel tenta, con scarso successo, di esibirsi come comico. Midge aiuta Joel fornendo dei riscontri positivi sui suoi spettacoli. Una sera, guardando uno show comico in televisione, scopre che Joel ha rubato una battuta a Bob Newhart, Joel si giustifica dicendo che è alle prime armi, che tutti i comici rubano degli spettacoli.

Una notte, dopo una prestazione sul palco particolarmente malriuscita e con in più una coppia di amici a far da spettatori, Joel confessa a Midge che ha una relazione con la sua segretaria e la lascia. Midge va dalla sua famiglia per chiedere sostegno, ma riceve soprattutto critiche per la sua scelta di aver sposato Joel.

Dopo essersi ubriacata, Midge torna nel Comedy Club dove Joel si esibiva di solito, improvvisa uno spettacolo su quanto fosse accaduto quella sera che riscuote immediati applausi e, in preda ai fumi dell’alcool, mostra il seno a dimostrazione di quanto sia ancora una donna attraente. Viene immediatamente arrestata e portata in carcere per atti osceni in luogo pubblico. La mattina seguente, al suo rilascio, incontra il comico Lenny Bruce, anch’egli in fase di scarcerazione. Bruce avverte Midge che l’ambiente della comicità è tremendo, ma Midge prende la sua opinione come un incoraggiamento e si riunisce con Susie, una dipendente del Comedy Club, per affinare il suo pezzo comico.

La fantastica signora Maisel, su Prime Video

Alcune esibizioni della Fantastica signora Maisel sono davvero iconiche, da guardare più e più volte e ridere ogni volta, ma anche da fermarsi e ragionare. E piano piano che Midge prende più confidenza non solo con se stessa e con le parole che dice, noi insieme a lei cominciamo a capire il personaggio e anche l’epoca in cui sta vivendo, che è molto diversa da quella in cui viviamo oggi ma che la protagonista comincia a rivoluzionare. Partendo da questo presupposto, vediamo i due nuovi episodi della quarta stagione, tenendo anche in considerazione che Midge stava per raggiungere l’apice della sua carriera, ma è inevitabilmente crollata.

«Dopo essere stata cacciata dal tour di Shy Baldwin, Midge elabora un nuovo piano. Joel ha troppo successo e questo diventa un problema. Susie trova un modo creativo per avere i soldi che le servono». (episodio 1)

«Midge invita Abe e Rose a cena. Shirley cerca di trovare una nuova moglie per Joel. Un’inaspettata corsa in taxi porta nuove opportunità». (episodio 2)

Qui le recensioni.

«Al lavoro, Midge incontra un vecchio amico. Susie scopre di avere un amico intimo. Il lavoro di Abe tocca una questione personale. L’attività di Rose come combina-matrimoni inizia ad attirare attenzioni». (episodio 3)

«Midge stabilisce delle nuove regole. Susie viene aiutata da due vecchi amici. Abe ha più cose in comune con Asher di quanto sospettasse». (episodio 4)

Qui le recensioni.

«Susie affina il suo stile manageriale. Le competenze professionali di Rose le procurano un’incredibile opportunità. Midge e Susie approfittano dei benefici dell’alta società». (episodio 5)

«Si sparge la voce dei numeri di Midge. Imogene ha un nuovo lavoro e un nuovo nome. Sophie vuole essere di aiuto». (episodio 6)

Qui le recensioni.

la-fantastica-signora-maisel-finale-di-stagione-recensione
La fantastica signora Maisel

La fantastica signora Maisel: recensione episodi finali

Devo ammetterlo: questi ultimi due episodi sono quelli che più ho apprezzato di tutta la quarta stagione, che comunque, personalmente, è stata davvero di alto livello. Partiamo dal settimo episodio. Momento più alto? Come può non essere la parte in cui la madre della fantastica signora Maisel… interpreta la figlia? A dirla tutta siamo rimasti un po’ terrorizzati delle conseguenze, ma in realtà poi si sono tutti fatti una risata, forse proprio perché Rose si è trasformata proprio nella figlia che molto spesso abbiamo visto giudicare proprio per il suo atteggiamento e per il suo lavoro.

Tra l’altro, parliamo di Milo. Dell’uomo di cui abbiamo sentito tanto parlare, di cui avevamo tante aspettative, di quell’uomo che è stato tanto carino all’inizio, con cui abbiamo iniziato a shippare la nostra Midge e poi… quando finalmente riescono a concludere… che dire, lei è l’amante e lui è sposato. Però che bella l’esibizione davanti alla First Lady Kennedy? Sapevamo come sarebbe andata a finire, ma ce la siamo comunque goduta. Ovviamente c’è da parlare anche della disavventura di Joel con il padre, e del problema del razzismo verso gli asiatici. Probabilmente vedremo qualcosa in più nella quinta stagione. Infine, parliamo del personaggio migliore dell’interno episodio: Lenny, bentornato, ci sei mancato.

E con Lenny arriviamo all’ultimo episodio, con l’uomo che è riuscito davvero a far capire a Midge che sta sprecando il suo tempo. Per carità, ci è piaciuta tanto la fantastica signora Maisel degli stripclub, ma, siamo onesti: che tipo di carriera può avere lì? Ha rivoluzionato il posto, ha convinto le ragazze a farsi rispettare e ha fatto capire agli uomini lì presenti il rispetto per le donne, ma oggettivamente, come le ha detto anche Susie, ha bisogno di altro, di qualcosa di legale. E, a proposito di Susie, quanto è bello il fatto che stia raccogliendo tanti comici che probabilmente altri manager non vorrebbero perché discriminerebbero per cose che non c’entrano con il loro talento?

la-fantastica-signora-maisel-finale-di-stagione-recensione
Lenny nell’ultimo episodio della Fantastica Signora Maisel

Il momento più alto dell’ultimo episodio della Fantastica signora Maisel, quindi, è stata non solo l’esibizione di Lenny, ma anche del suo discorso molto serio nei confronti della sua amica, oltre che collega. E poi, vabbè, dobbiamo parlare seriamente della loro notte infuocata? Non penso che ci sia bisogno, hanno già fatto tutto loro. Voglio anche spendere almeno qualche parole per lo stripclub, per quanto siano davvero delle artiste e non solo delle spogliarelliste. Il finale, comunque, ci fa già intuire che qualcosa di molto grande succederà nella prossima stagione.

Alla fine dei conti, possiamo dire che questa stagione della Fantastica signora Maisel è stata un salto di qualità per la vita di Midge, e non vediamo l’ora di vedere la prossima. Sperando di non aspettare troppo tempo come l’ultima volta. E voi, cosa ne pensate? So che a molti non è piaciuto il fatto che sia sembrata una stagione senza trama, ma vediamola come un passaggio da una Midge che non sa quanto vale, a una fantastica signora Maisel che invece deve prendere il mondo e tutto ciò che merita.

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.