Junior Cally annuncia il nuovo album e va in rehab

Condividi

Junior Cally, che abbiamo avuto l’onore di ascoltare a Sanremo 2020 con “No grazie” e che ha anche causato diverse polemiche poiché citava, nel testo, dei noti politici, ha annunciato sul suo profilo Instagram il suo nuovo album, «Un passo prima», ma non solo. Inizierà anche un percorso di riabilitazione in una clinica per curarsi dall’alcolismo, dalla dipendenza sessuale e dal disturbo ossessivo compulsivo (DOC), di cui soffre da ormai anni.

junior-cally-rehab
Fonte: Twitter

Il nuovo singolo, Un passo prima, racconterà il primo passo di Junior Cally verso la riabilitazione, e sarà l’ultimo primo di una pausa. L’album uscirà venerdì 10 settembre su tutte le piattaforme e negli store fisici e questo sarà il terzo album del cantante, dopo due anni di silenzio dal successo di Ricercato e uno dal Festival di Sanremo. Sarà sicuramente un album molto più sentito e più personale, oltre che autobiografico, poiché parlerà proprio delle sue dipendenze e dei suoi disturbi mentali.

Junior Cally e l’annuncio su Instagram

«Perché un passo prima?», ha chiesto, iniziando a scrivere il post e spiegando non solo il perché del nome del suo album ma anche cosa lo ha portato alla scelta di fermarmi per un po’ di tempo e pensare a se stesso e alla sua salute. «erché ho deciso di fermarmi prima che sia troppo tardi, ho scelto la vita e ho deciso di respirare e di pensare alla mia salute mentale e non. Questi sono stati due anni da incubo, dove tutti sapete che razza di inferno ho passato a livello mediatico», ha detto ancora, probabilmente facendo anche riferimento a quello che ha subito dopo Sanremo.

junior-cally-rehab
Junior Cally su Instagram

«E non parlo “solo” del lockdown e delle difficoltà con le quali tutti abbiamo dovuto scontrarci nelle quattro mura di casa nostra. Pensavo di essere forte e solido a sufficienza per superarla facilmente e invece no, a distanza di quasi due anni mi ritrovo ancora qui a leccarmi le ferite. Non sono invincibile», scrive ancora, per poi aprirsi completamente verso i suoi fan:

«Senza girarci intorno: sono un alcolista e, come già sapete, soffro da anni di DOC (disturbo ossessivo compulsivo). Nei momenti più bui di questo ultimo periodo, dove il DOC tornava ad essere padrone della mia vita trovavo rifugio nel bicchiere. Il bicchiere mi era diventato amico, mi rendeva libero e mi disinibiva, mi dava la forza per fregarmene di tutto ed andare avanti. Da stordito non avrei mai acceso e spento la luce 4+4+2 volte. Anche il sesso è diventato una malattia, una dipendenza da curare, perché anche quello è diventato compulsivo, incontrollabile, irrefrenabile».

junior-cally-rehab
Junior Cally su Instagram

Sono state queste le decisioni che lo hanno portato, insieme allo psicologo che lo segue da anni, alla riabilitazione. «E dopo aver chiuso il disco e il resto, insomma dopo aver fatto in anticipo tutti i compiti per le vacanze, ho deciso di pensare a me e alla mia salute e ho deciso finalmente che era arrivato il momento di curarmi». È proprio oggi la data in cui inizierà il percorso contro le dipendenze e che lo terrà distante da tutte le persone che conosce.

Conclude poi: «Andrò in un posto dove mi auguro di poter trovare le forze di guardarmi dentro, un posto in cui vomitare tutte le mie paure per liberarmene una volta per tutte. Spero di riuscire a farvi incontrare una versione di me migliore, una persona che non accarezza la morte con un bicchiere in mano». Oggi poi ha annunciato di aver letto tutti i DM dei fan, ascoltando tutti quelli che si sono voluti sfogare con lui e ha ringraziato chiunque gli abbia mandato dei messaggi di sostegno.

Infine, ha lasciato l’indirizzo in cui i fan potrebbero scrivergli, e che lui leggerà tutte le lettere, «da un semplice pensiero fino ad arrivare ad uno sfogo, OVVIAMENTE rimarrete anonimi. E vi risponderò personalmente, uno ad uno». Noi auguriamo a Junior Cally di riprendersi e di poter tornare sulla scena musicale al più presto.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Unimore introduce l’autodeterminazione di genere alla carriera “alias”
Next post Formula 1: Sprint Race di Silverstone