Gomma riciclata per il design e l’architettura delle città


Una splendida notizia quella dell’utilizzo della gomma riciclata per il restyling delle città, soprattutto nelle zone dedicate ai bambini e che è venuta fuori in seguito alla scelta di questi argomenti in un seminario online gratuito organizzato da Ecopneus, società di volontari che operano nel settore della gestione dei PFU in Italia, in collaborazione con la Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Milano, e che potrete seguire il 18 maggio dalle 16:00 alle 18:00. Vediamo perché dovreste seguirlo.

gomma-riciclata
Panchine in gomma riciclata
Fonte: MATREC

Noi di Cup of Green Tea consigliamo, se potete, di seguire quest’incontro, poiché sarà un’ottima opportunità per conoscere più informazioni riguardo la gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso, un materiale molto versatile nei colori, nelle forme e anche nel modo di poterli personalizzare e utilizzare. Infatti la gomma riciclata è un eccellente materiale per poter creare dei nuovi spazi comuni per le città, anche rendendole più ecosostenibili, che è un plus non da poco.

«Le nostre città hanno bisogno di progettazione e di un design moderno in linea con le tendenze internazionali, inteso come capacità di interpretare le nuove tendenze del vivere gli spazi comuni, restituendo alla collettività nuovi luoghi di aggregazione. In questa ricerca della “bellezza che salverà il mondo” la gomma riciclata è un materiale poliedrico, adatto all’utilizzo negli spazi pubblici, per creare nuovi luoghi di incontro, aree pedonali, aree gioco e spazi per eventi. Nell’ambito dell’Urbanismo tattico, volto a riqualificare aree urbane con il coinvolgimento della cittadinanza, diventa dunque un potente alleato», leggiamo sul sito ufficiale.

L’evento sulla gomma riciclata

gomma-riciclata
Pista ciclabile in gomma riciclata
Fonte: MATREC

«Ripensare gli spazi comuni in ottica sostenibile, coniugando estetica e funzionalità, è fondamentale per dare un nuovo volto alle città», ha detto Giovanni Corbetta, il direttore generale di Ecopneus. «In Ecopneus, crediamo che la gomma riciclata possa essere un valido strumento per raggiungere questo obiettivo, in virtù della sua natura di materiale circolare, delle sue proprietà e delle infinite possibilità di personalizzazione», continua, introducendo la gomma riciclata come uno strumento per dare un nuovo aspetto alle nostre città trascurate.

Parla poi del webinar, che «è un tassello di un puzzle più ampio, composto da una continua attività di formazione e informazione che negli anni abbiamo portato avanti per far conoscere i molteplici vantaggi della gomma riciclata nella vita di tutti i giorni». Infatti dovete sapere che ci sono tantissimi settori in cui la gomma riciclata può essere utilizzata in ambito urbano. Alcuni sono:

  • superfici sportive Tyrefield;
  • isolanti acustici e antivibranti;
  • asfalti “modificati” sicuri, durevoli e silenziosi;
  • compound termoplastici Tyreplast.
gomma-riciclata
Parco giochi in gomma riciclata
Fonte: MATREC

Quello che ci colpisce di più sono invece le aree parco giochi (qui trovate tutto il catalogo). Sul sito poi sottolineano anche che «molto ancora può essere inventato, creato e realizzato: la gomma da PFU è più che una risorsa! È un materiale circolare». Per saperne di più, potete benissimo partecipare all’evento in cui si parlerà della gomma riciclata (qui potete iscrivervi).

Al seminario parlerà Marco Capellini, CEO di MATREC, partner di Ecopneus. Verranno anche approfondite le «tecniche del prodotto e le tecnologie utilizzate per la sua lavorazione, grazie al contributo tecnico delle aziende Waterproofing e Casei Eco-System, così da fornire ai partecipanti le nozioni utili per impiegare correttamente questo materiale nei progetti di architettura». Insomma, è un evento molto interessante da non perdere, anche solo per informarsi sull’argomento.

In più, aggiungiamo anche che partecipare a questo evento sulla gomma riciclabile darà diritto a 1 credito formativo professionale per gli architetti iscritti all’Ordine di Milano che ne autocertificano la presenza, e anche per gli architetti in tutta Italia (sempre che il proprio Ordine lo consenta). Se invece non siete degli architetti e vi interessa solo il tema, lo farete per la vostra cultura personale.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.