EUROPEI DI BASKET 2022: AL VIA IL QUARTO MATCH: ITALIA-CROAZIA

Condividi

E dopo una lunga attesa durata ormai 5 anni, sono finalmente cominciati gli Europei di basket 2022! Qualche giorno fa il debutto dell’Italbasket sul parquet del Mediolanum Forum di Assago; la squadra azzurra, la panchina, i tecnici, lo staff e tutti i tifosi italiani sono scesi in campo per sfidare la Grecia nella seconda giornata del girone gruppo C.

europei-basket-2022-italia-vs-croazia

Quarto incontro per la nazionale di Gianmarco Pozzecco, il quale sceglie il seguente quintetto: Spissu, Tonut, Fontecchio, Melli e Polonara. Gli azzurri alle prese con la Croazia in un match da vincere assolutamente per consolidare la posizione della nazionale nel girone e per risollevare il morale azzurro dopo la pesante sconfitta contro l’Ucraina. Trovate qui il nostro commento della scorsa partita.

Mentre la Croazia di Coach Mulaomerović scende in campo con il seguente quintetto: Smith, Hezonja, Bogdanovic, Saric, Zubac. La Croazia sè reduce dopo due vittorie ed una sconfitta nelle prime tre giornate di questi europei balcanicia. I due giocatori da teneer d’occhio della nazionale balcanica sono: Bojan Bogdanovic, dalla prossima stagione compagno di Fontecchio agli Utah Jazz, e Ivan Zubac, centro dei Los Angeles Clippers.

Ricordiamo le regole di questo torneo europeo: sono presenti all’appello iniziale ben 24 squadre che disputeranno la prima fase a girone, ma soltanto le prime quattro classificate di ciascun girone accederanno agli ottavi di finale che si terranno a Berlino. La quinta e sesta classificata di ogni girone saranno automaticamente eliminate dalla corsa al titolo.

europei-basket-2022-italia-vs-croazia
Fonte: Twitter

Europei di basket 2022: Italia-Croazia primo tempo

Complice anche la spinta del Forum l’Italia di Melli e Polonara vanno subito positivo segnando il 10-2.
La Croazia subito cerca di partire al contrattacco forte della sua pericolosità offensiva e fisica prova ad accorciare le distanze, ma Pajola entra in campo con la sua ira e trascina gli Azzurri che chiudono il primo quarto con un punteggio di 22-17.

Il secondo quarto inizia con tutto un altro ritmo. Bogdanovic si sveglia e fa la voce grossa, insieme a lui tutta la Croazia e nel frattempo gli Azzurri faticano a trovare occasioni utile per andare a canestro: 28-29 per i croati è il punteggio a metà quarto. Coach Pozzecco chiama un timeout, si fa fischiare un fallo tecnico e così l’Italbasket ingrana nuovamente la marcia, grazie a Tonut, Polonara e Fontecchio, gli Azzurri all’intervallosono a +8 sui croati con un punteggio di 42-34.

Europei di basket 2022: Italia-Croazia secondo tempo

Il terzo quarto è tutta un’altra storia. La Croazia rientra mettendo in campo tutta la propria fisicità e con Zubac alza un vero è proprio muro, bloccando così gli azzurri: dopo 4 minuti il punteggio è 47-46
Bogdanovic non rimane fermo e riesce a portare alla Croazia punti dopo punti: 51-57 quando mancano 2 minuti. Grazie ad un canestro sulla sirena di Mannion, il punteggio a 1:30 dalla fine segna 55-57.


L’ultimo quarto inizia con Fontecchio che apre la sua pizzeria, il pescarese si prende la squadra sulle spalle e segna 9 punti di fila rimettendo subito le cose in chiaro. Fondamentale anche la difesa pressante e presente di Pajola su Bogdanovic che gli impedisce di arrivare al canestro e la tripla di Ricci: gli Azzurri a 5 minuti dalla fine dominano 72-67.
Gli ultimi minuti sono un vero e proprio pandemonio al Forum di Assago. Pajola si frappone fra Bogdanovic e il canestro, Melli con la sua grinta sembra quasi Simba e Fontecchio segna il canestro della staffa: l’Italbasket vince così 81-76, tra le ura di gioia di tutti i tifosi.

europei-basket-2022-italia-vs-croazia
Fonte: Itabasket

Europei di basket 2022: Italia-Croazia considerazioni finali

Tanta gioia al Forum. Dopo la pessima prestazione dell’ altro ieri questa sera è stato puro godimento ad Assago. Gli azzurri battono la Croazia 81-76 al termine di una bellissima partita, dai ritmi serrati e intensi. Questa vittoria è molto importante per l’Italia. Se non per la classifica che potrebbe vederci comunque quarti al termine del girone, ma per il morale della squadra e per la convinzione nei propri mezzi e nelle proprie capacità.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.