Erasmus: l’ultima settimana del 2021 a Zadar!

Condividi

È ufficiale: questa notte ha inizio il mio viaggio della speranza e tornerò in Italia, per questo motivo la rubrica Erasmus sarà in pausa fino a quando non tornerò qui. Devo dire che questa settimana è stata forse la più intensa e stancante da quando sono arrivata a Zadar questo semestre, poiché non solo ho sostenuto tre esami, ma sono anche andata al parco nazionale di Krka (e abbiamo camminato per più di 20 km), a pattinare sul ghiaccio e all’intercultural dinner! Però, devo ammetterlo, è stato davvero bello. Me ne sto andando felice!

Penso che la parte di cui voglio raccontare più nello specifico siano i tre esami e poi l’intercultural dinner, per cui parlerò della visita al parco nazionale di Krka in questa prima parte. In primis, le mie compagne di viaggio: sono andata con Erina, la ragazza tedesca che abita accanto a me, e Patrycja, la ragazza polacca di cui ho parlato anche negli scorsi articoli. Mi trovi davvero molto bene con loro, emanano positività e sono molto felice sia di averle conosciute, che di aver condiviso il viaggio con loro.

Il viaggio di per sé non è stato stancante, non come quello a Budapest, almeno. Krka è a solo un’ora da Zadar, dove sono in Erasmus, per cui abbiamo preso il bus alle 9.30 (un Flixbus bianco) e poi siamo tornate con il bus del ritorno alle 15.20. Direte, non è poco? Sarò onesta: assolutamente no. Anche andando a piedi, senza il bus che è disponibile solo d’estate, abbiamo visitato tutto e ci è anche avanzato tempo, per cui se vi trovate nelle vicinanze è una bella meta da visitare.

Per quanto riguarda il posto, è davvero magico, pieno di natura e splendido anche d’inverno. Io consiglio di visitarlo quando magari non c’è così tanto vento, è stato comunque bello ma il freddo è stato un po’ fastidioso in alcuni punti, in particolare proprio davanti alle cascate. Ma devo dire che la vista ne vale tutta la pena. Tuttavia, c’è anche da dire che d’estate si paga €12 euro di entrata, mentre noi, essendo studentesse, l’abbiamo pagato quasi €3, mentre per i non studenti il prezzo è di €4.

Nel mezzo poi abbiamo incontrato anche un gattino molto carino, che si è preso un po’ di coccole e anche un po’ del nostro cibo, ma era davvero troppo tenero (vi lascio una foto). In ogni caso, penso che il miglior modo per descrivere Krka sia farvi vedere le foto, per cui ecco a voi cosa vi perdete se vi trovate nella regione dalmatina e non fate un salto a Krka:

Erasmus: esami e intercultural dinner

Bene, mettendo da parte Krka, passiamo ora agli esami in questo semestre in Erasmus. Ho sostenuto due parziali di Glottodidattica (al momento la mia materia preferita, mi sta piacendo davvero tanto da studiare). Mercoledì ho sostenuto la parte orale del seminario, ho esposto come avrebbe fatto una docente con un powerpoint molto bello (scusate, amo fare powerpoint, quindi non ho proprio modestia a riguardo), mentre giovedì ho fatto la prima parte scritta.

Sapete che non è il mio primo esame in Erasmus, tuttavia è stato il primo in presenza, per cui un po’ di ansia l’avevo. Inizialmente c’erano dei problemi con l’aula perché abbiamo cambiato all’ultimo (ma non è stata colpa della prof!), ma una volta trovata un’aula sono rimasta piacevolmente sorpresa di scoprire come qui le esercitazioni per gli esami siano davvero utili. Nell’esame c’erano non solo molti argomenti che avevamo affrontato nell’esercitazione, ma anche le stesse domande!

D’altronde, le esercitazioni servono a questo, giusto? A farti esercitare per l’esame, per cui che senso ha dare un esame completamente diverso, con argomenti non affrontati durante l’esercitazione? Per me quindi è stato abbastanza semplice, ho risposto a tutte le domande e ho anche avuto tempo di rileggere tutto. L’ora dopo poi ho fatto un esame nel dipartimento di filologia classica, che prevedeva l’esposizione del mio seminario sulle donne nella corte di Claudio e Nerone. Molto interessante anche questo!

Nel weekend, poi, mi sono dedicata ai regali e al completo relax. Oddio, relax per modo di dire. Venerdì sono andata a sciare! È stato davvero bello, era la mia prima volta. Ho anche affrontato la mia paura delle giostre troppo veloci, e sono stata davvero felice! Poi la sera abbiamo visto un film a casa di Patrycja, Harry Potter, e abbiamo mangiato una pizza e qualche “schifezza“. Una bella serata, davvero!

Sabato siamo andate a Krka e poi la sera all’intercultural dinner. Come la scorsa volta, io ho fatto le pettole, più che altro perché sono una certezza e perché io le amo davvero, e anche agli altri sono piaciute tanto! Quest’anno però niente pierogi per me, sebbene ci fossero davvero tante cose buone per cui non posso dire che sia andata male! Ho anche parlato con tante persone e posso confermare ancora una volta come mi trovi molto meglio con gli studenti di quest’anno rispetto agli scorsi (ma non per colpa loro, sia chiaro, è che questi sono più affini a me!).

erasmus-ultima-settimana-a-zadar-2021
Intercultural dinner Erasmus 2021/2022
erasmus-ultima-settimana-a-zadar-2021
Intercultural dinner Erasmus 2021/2022

Domenica, invece, sono andata a mensa e poi a comprare le ultime cose per l’Italia, poi ho fatto delle pettole per Erina, così che non senta la mia mancanza, e poi valigia e pulizie varie. Adesso devo solo aspettare, prenderò un taxi e poi inizia il mio viaggio: Zadar – Zagreb, Zagreb – Roma, Roma – Brindisi e poi, finalmente, a casa! Ci sentiamo a gennaio con la rubrica Erasmus, ma nel frattempo penso proprio che riprenderò quella di impariamo il polacco, per cui continuate a seguirci!

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.