Alessandro Cattelan ha fondato una casa editrice

Condividi

Alessandro Cattelan, celebre conduttore di X-Factor ma anche dell’edizione italiana dell’Eurovision, ha uficialmente fondato una sua casa editrice dal nome Accento e che pubblicherà dei romanzi scritti da autori esordienti oppure dimenticati. La data per i primi tre è il 26 ottobre. «Ho fondato una casa editrice anche io! Tra poco usciamo», fa sapere Alessandro Cattelan che di certo sapevamo essere un appassionato di libri, considerando il suo profilo Instagram pieno di consigli e di “recensioni”, durante il Catteland.

alessandro-cattelan-casa-editrice

Alessandro Cattelan è un conduttore televisivo e radiofonico italiano. Nato e cresciuto in provincia di Alessandria, ha nel suo curriculum diversi programmi come Lo Zecchino d’Oro, Most Wanted di MTV Italia, Le Iene, Sky Sport, fino ad approdare a X-Factor che è decisamente il programma che lo ha più fatto conoscere al pubblico e che ha condotto per ben dieci anni. Beh, più o meno, ovviamente il mondo lo ha conosciuto in occasione dell’Eurovision Song Contest 2022, tenutosi a Torino a maggio di quest’anno, che ha condotto insieme a Laura Pausini e Mika.

Oltre a questo grande curriculum, si è anche cimentato nella scrittura, pubblicando un romanzo nel 2008 con Mondadori, Ma la vita è un’altra cosa, scritto insieme a Niccolò Agliardi, e Zone rigide nel 2010, sempre con Mondadori. L’anno successivo scrive poi Quando vieni a prendermi?. Come scrittore ha anche nella libreria un libro per bambini, Emma libera tutti!, scritto con Gallucci Editore e ispirato dalle favole raccontate da sua figlia Nina.

Se ciò non bastasse, ha anche dietro una carriera radiofonica: ha condotto alcuni programmi su Radio Kiss Kiss e su Rtl 102.5, nel 2006 ha iniziato la conduzione di una trasmissione radiofonica in onda su Radio 105 alle 13:00, intitolata 105 all’una. Su Radio Deejay invece conduce il Catteland, proprio il programma dove nelle ultime ore ha dato l’annuncio della creazione della sua casa editrice. Per cui, vediamo tutti i dettagli.

La casa editrice di Alessandro Cattelan

alessandro-cattelan-casa-editrice

«Ho fondato una casa editrice anche io! Tra poco usciamo. Si chiamerà Accento Edizioni: pubblicheremo ragazzi esordienti, che non hanno mai pubblicato finora», ha detto Alessandro Cattelan durante la conduzione di Catteland, il programma di Radio DEEJAY che conduce ogni giorno feriale dalle 12 alle 13. In più, ha anche spiegato quale sarà la linea seguita per la scelta degli autori che lui e il suo staff pubblicheranno.

«Ho un team di persone molto fighe che lavorano a questo progetto. Pubblichiamo ragazzi esordienti. Eravamo partiti dicendo che avremmo pubblicato giovani, poi ci siamo resi conto che giovani di per sé non vuol dire niente e che poi i giovani spesso, ahimè, avendo vissuto meno hanno meno da raccontare. Quindi pubblichiamo esordienti, di qualunque età. O, in alcuni casi, recuperi di libri usciti negli anni ’70-’80-’90, che erano andati fuori catalogo», ha detto.

Ritiene poi che «la cosa più bella di questo nuovo progetto è la sensazione di creare qualcosa. È la prima volta, da quando lavoro, che faccio qualcosa per gli altri, non solo per me. L’ho fatto anche perché in questi anni di rubriche su Instagram si è creato un rapporto di fiducia e ho visto che il mio gusto può incontrare il vostro».

Questa passione, e i suoi followers lo sanno molto bene, nasce da quando su Instagram ha aperto un rubrica dove recensiva diversi libri e che ha deciso di chiudere proprio perché «non è carino giudicare i libri degli altri una volta che inizi a fare i tuoi. Non pubblicherò niente di mio, un po’ perché è inelegante un po’ perché non ho più niente da dire».

alessandro-cattelan-casa-editrice

E il nome della casa editrice? «Ufficialmente ci chiameremo Accento perché poniamo l’accento su voci nuove. Ma la motivazione vera è che eravamo seduti io e il mio direttore editoriale a pensare a qualcosa per il nome e il logo, qualcosa d’impatto. Eravamo lì che pensavamo: “Dobbiamo trovare qualcosa come la Nike, hai presente l’accento della Nike? Vabbè facciamo anche noi l’accento”. Ed è partito da lì».

Che dire… Buona fortuna ad Alessandro Cattelan per questo nuovo percorso, e anche a tutti gli scrittori a cui darà, o ridarà, voce!

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.