Zac Efron insultato sui social: il fenomeno del bodyshaming maschile


Zac Efron è da sempre l’idolo delle teenager e il sogno erotico delle oggi adulte. Nessuno lo ha mai nascosto. Bello, muscoloso, gentile, da quando ha interpretato Troy Bolton in High School Musical le cose non sono mai cambiate, finché non ha fatto ricorso al botox e questo ha solo messo in evidenzia un grave problema che coinvolge anche la popolazione maschile: il bodyshaming.

zac-efron-bodyshaming
Fonte: twitter

Per chi non sapesse cosa sia questo fenomeno, il bodyshaming consiste nello sminuire, criticare, insultare, il corpo di una persona. Oggi in molti ci scherzano su, ma sono gli stessi che urlano al politicamente corretto quando non possono gridare “fr*cio” o “ne*ro” senza comprendere che il vero politicamente scorretto che tanto bramano dovrebbe essere indirizzato verso altro (ma questa è un’altra storia che forse un giorno vi racconterò). Tuttavia, per quanto ci si rifiuti di accettarlo, il bodyshaming è un problema serio.

Partiamo dal fatto che per giudicare una persona che non conosci (ma anche che conosci!) solo perché è troppo magra o è troppo grassa o ha la cellulite o ha le smagliature o ha troppi pochi muscoli o ha troppi muscoli, devi avere qualche problema con te stesso. Quel che voglio dire è, per quale motivo una persona 1) si sente in diritto di giudicare il corpo di un’altra persona?, 2) qual è il senso di farlo? Viene pagato? Si sente migliore? Il suo corpo improvvisamente diventa lo standard di bellezza che tutti cercano?

Il discorso è valido sia per le donne che per gli uomini. Quello sulle donne probabilmente è più popolare o semplicemente se ne parla di più, ma la verità è che neanche i maschietti sono esonerati dal bodyshaming. Forse le donne si espongono di più, soprattutto se hanno più difetti, ma proprio perché cercano di far accettare quel corpo come il corpo normale che è. Tuttavia, anche i ragazzi hanno bisogno della body positivity, e non si fa troppa attenzione a ciò (ad esempio, si vedono spesso modelle curvy, ma raramente dei modelli curvy). Il caso di Zac Efron ne è stata solo la testimonianza più eclatante.

zac-efron-bodyshaming
Fonte: instagram

Zac Efron vittima di bodyshaming

È tutto iniziato quando l’attore popolare per High School Musical ma che oggi è divenuto un attivista amato in tutto il mondo, ha postato una foto su Instagram in occasione della Giornata della Terra (tra l’altro è stato anche tra i protagonisti del video Earth Day Musical del divulgatore scientifico Bill Bye, lanciato su Facebook Watch il 22 aprile scorso). Tuttavia, i fans e non, invece di concentrarsi sul messaggio, hanno preferito commentare, paragonare o creare meme sul volto di Zac Efron.

In molti si sono chiesti se fosse filler, altri se fosse un intervento chirurgico, in molti hanno messo in mezzo il botox e The Weeknd ha anche ipotizzato delle protesi 3D. Se i commenti si fossero limitati a ciò, sarebbe andato tutto bene, senza cadere nel bodyshaming. In fin dei conti è lecito domandarsi se un attore ha ricorso a qualche ritocchino (e, ricordiamolo: non c’è nulla di male, dovremmo sdogmatizzare la chirurgia estetica, se qualcuno vuole rifarsi, lo faccia pure, non c’è nulla di male). Tuttavia, come al solito, i social hanno dato il peggio di sé.

«Come ha fatto da passare da questo a questo?», allegando le foto di Zac Efron ai tempi di High School Musical confrontata con quella più recente. Meme sul suo volto, chi lo paragona al Ken umano, «non penso di amarti più, eri il più bello del mondo», «inguardabile/irriconoscibile», «voglio ricordarlo così», «perché si è ridotto così?» commenti che, siamo onesti, se fossero stati rivolti a una donna avrebbero causato il putiferio (e giustamente!). Tuttavia, il bodyshaming esiste per entrambi i sessi e non è corretto difendere le donne a prescindere attaccando poi gli uomini, perché in tal modo si dimostra solo di essere ipocriti.

Il bodyshaming maschile esiste ormai dai tempi del fascismo, quando al cinema veniva rappresentato l’uomo forzuto, il famoso cinema delle dive e dei forzuti in cui le donne dovevano essere belle e aggraziate e gli uomini forti e coraggiosi, degli Ercole, degli eroi. Da quel momento, però, quello standard non è mai sparito. Mentre la bellezza del corpo delle donne è variata più e più volte, gli uomini devono essere sempre muscolosi. E questo è sbagliato. Anche i corpi degli uomini sono belli con le smagliature, con la pancia o con le ossa in vista (ovviamente, sia chiaro, deve esserci anche una buona salute, non vogliamo istigare né all’obesità né all’anoressia che sono entrambe due malattie serissime).

Concludendo: solo perché si tratta di un personaggio pubblico, di un attore, di un uomo, di Zac Efron che è il divo per eccellenza da anni, non significa che questo autorizzi te o chiunque altro ad insultarlo. Personalmente ritengo che anche solo scrivere un articolo con un titolo in maiuscolo in cui si “denuncia” la nuova faccia di un attore, sia abbastanza irrispettoso, ma sarà che io non sopporto il gossip becero e cattivo. In ogni caso, come al solito, per molte persone sarebbe necessario contare fino a 10 prima di premere invio. Che sia per il bodyshaming o per qualsiasi altro argomento.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.