That ’90s show ha battuto persino le aspettative!

Condividi

Lo abbiamo sognato a lungo, ed è arrivato: è ufficialmente fuori il sequel di That ’70s Show, That 90s Show, che vede il ritorno sul piccolo schermo di alcuni dei nostri personaggi preferiti, insieme ad altri che in dieci episodi da mezz’ora abbiamo imparato ad apprezzare. Non nego che il primo episodio è stato un urlare continuo, un pilot che ha superato qualsiasi aspettativa avessi, e infatti ho letteralmente divorato la serie e non vedo l’ora che arrivi la seconda (Netflix, non fare brutti scherzi, come tuo solito). Ovviamente, nell’episodio ci sono degli spoiler.

that-90s-show-recensione

Ma prima, facciamo un piccolo salto indietro per ricordare insieme cos’era questa bella serie, andata in onda dal 1998 al 2006 per una bellezza di otto stagioni e 200 episodi. I protagonisti erano Eric, Donna, Steven, Michael, Fez e Jackie, interpretati rispettivamente da Topher Grace, Laura Prepon, Danny Masterson, Ashton Kutcher, Wilmer Valderrama e Mila Kunis. Avevamo poi i genitori di Eric, Reginald Forman, interpretato da Kurtwood Smith, e Kitty Forman, interpretata da Debra Jo Rupp.

Ambientata nell’epoca dei Led Zeppelin e dei poster di Farrah Fawcett, la serie racconta la vita di un gruppo di ragazzi che si sta affacciando all’età adulta. L’atmosfera surreale, la splendida colonna sonora e le molte guest star presenti nel corso delle stagioni, sono alcuni degli elementi che hanno determinato il successo di questo spumeggiante prodotto televisivo.

Trama di That ’70s Show

Nella serie revival, come guest star, ci sono anche Topher Grace, Laura Prepon, Wilmer Valderrama, Mila Kunis e Ashton Kutcher, mentre ritornano proprio come personaggi principali Kurtwood Smith e Debra Jo Rupp. New entry sono ovviamente i giovanissimi, in primis la protagonista Leia, figlia di Donna ed Eric, interpretata da Callie Haverda, al suo primo ruolo. La ragazza conoscerà un gruppo di amici con cui passerà l’estate: la determinata e indipendente Gwen (Ashley Aufderheide) e suo fratello grosso e ingenuo Nate (Maxwell Acee Donovan), fidanzato con l’ambiziosa e intelligente Nikki (Sam Morelos). Insieme a loro Jay (Mace Coronel), il playboy del gruppo e anche figlio di Michael e Jackie, e Ozzie (Reyn Doi), cinico e perspicace ragazzo gay.

That 90s show rispetta le aspettative?

Assolutamente sì. Partiamo dal pilot, dove abbiamo rivisto (quasi) tutti i protagonisti della serie originale. In primis, Donna ed Eric, che si sono sposati e hanno avuto una figlia, Leia (esatto, proprio il nome della principessa di Star Wars) che per la prima volta va a passare le vacanze estive dai nonni Kitty e Red che, sinceramente, sono rimasti gli stessi. Kurtwood Smith e Debra Jo Rupp sono magnifici nel loro vecchio/nuovo ruolo e fanno sempre ridere con un’affinità molto rara sullo schermo. A Point Place Leia poi conoscerà nuovi amici.

In primis, i vicini di casa, Gwen, femminista e ribelle, e il fratello da padre diverso Nate. E poi tutti gli altri arrivano così, Nikki, fidanzata di Nate, molto ambiziosa e intelligente, Jay, figlio di Michael e Jackie (vi giuro che al secondo episodio ho urlato), e, infine, Ozzie, cinico ragazzo omosessuale che ha portato sulle proprie spalle il peso di essere il personaggio migliore di That 90s Show. E il gruppo, comunque, è formato. Inizialmente Leia cerca di far colpo sui ragazzi, ma subito comprende che essere se stessa è meglio. Lei, tra l’altro, è un po’ un mix di mamma Donna e papà Eric.

that-90s-show-recensione

E a proposito di loro due… Sapevamo che avremmo rivisto sullo schermo i vecchi amici, ma quando ce li siamo trovati davanti è stato magnifico, mi è sembrato di esser tornata a casa. Eric, sempre il bambino di mamma Kitty, con Red che invece gli dice tante parole finché non sgrida la figlia; Donna, sempre forte ma comunque trasformata in mamma chioccia anche lei; Michael e Jackie, che non sono minimamente cambiati (anche se, scusate, ma sarò team Jackie e Hyde tutta la vita), né sono cresciuti; e, infine, Fez, simpatico e divertente come lo era un tempo.

A proposito di Hyde, la sua mancanza si è sentita e non poco, ma la sua assenza è dovuta alla vita privata dell’attore, accusato di aver stuprato tre donne. Sarebbe tuttavia curiosa sapere se, se non avesse fatto quel che ha fatto, avremmo avuto un happy ending per Jackie e Hyde, e soprattutto se lui sarebbe diventato un giovane Red, sempre imbronciato ma con il cuore tenero. Magari avrebbero potuto almeno citarlo (e se avessero detto che è in prigione, nessuno si sarebbe meravigliato). E ora basta pensare ai vecchi personaggi, pensiamo ai nuovi!

that-90s-show-recensione

La trama della serie non è ovviamente impegnativa, è pur sempre una sit-com, ci fa ridere come matti, ma è comunque capace di strapparci una lacrimuccia (la reazione di Kitty al coming out di Ozzie, vogliamo parlarne?). I personaggi legano subito fra loro e si vede subito la sintonia, sebbene ci siano quei due, completamente diversi e che non si capiscono, che riescono a farlo solamente quando sono fatti.

O, a proposito, le scene in cui fumano (senza far vedere che fumano) sono sempre fra le più iconiche. Forse, quello che manca a That 90s show è proprio questo: una scena girotondo con tutti i personaggi che amavano insieme, in memoria dei vecchi tempi. Per il resto, perfetta. Adesso rewatch della precedente?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.