Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

I 10 momenti più iconici del 2020

Bene, ieri ci siamo un po’ depressi con i vip morti o le tragedie, ma oggi penseremo solo a cose belle. È l’ultimo dell’anno e dobbiamo cercare di entrare nel mood per iniziare un anno nuovo con il piede giusto. Per cui, questo pomeriggio ho in mente due articoli per voi: uno sui momenti più iconici del 2020 e uno sulle serie tv più belle di quest’anno. Siete pronti?

Stamattina abbiam letto sia uno sfogo, una sorta di morale sul 2020, quello che ci ha insegnato e ci ha lasciato, insieme alle cose positive che alcuni di voi hanno vissuto, adesso invece è tempo di pensare a cose più allegre, come i momenti più iconici del 2020, quelle scene, in genere in tv, che ci hanno strappato un sorriso e ci hanno fatto dimenticare per qualche minuto del Covid-19 e di tutto ciò che ci stava circondando in quel momento.

Ovviamente queste sono personali, quelle che hanno fatto sorridere me e che, ancora a pensarci, mi spunta un sorriso sul volto. Ma le vostre potrebbero essere completamente diverse, per cui fateci sapere cosa ne pensate, se per voi sono gli stessi o se invece vi ha fatto ridere qualcos’altro. Questa volta farò una vera e propria classifica, dal primo al decimo posto.

I 10 momenti più iconici del 2020

Sanremo 2020

Al primo posto dei momenti più iconici del 2020 dobbiamo per forza inserire Sanremo 2020, poiché è stata forse l’ultima gioia, forse l’unica, che abbiamo avuto quest’anno. Riuscivamo a stare svegli fino a tardi pur di non perderci neanche un drama. Di Sanremo, però, vanno citati i personaggi che lo hanno reso speciale: Achille Lauro con i suoi outfit e i suoi personaggi, il duo Elettra Lamborghini – Myss Keta, Morgan con la sua uscita di scena e il suo «che succede?» che utilizziamo ancora oggi.

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: twitter

Giuseppe Conte e la diretta del 10 aprile

Non ditemi che l’avete dimenticata! La medaglia d’argento dei momenti più iconici del 2020 va quella diretta. Non potete aver dimenticato quella diretta, quella diretta in cui il Premier Conte ha «fatto nomi e cognomi». «Lo devo dire. Questa volta devo fare nomi e cognomi: Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre. Questo governo parla in faccia agli italiani e parla con chiarezza», ancora mi vengono gli occhi lucidi al solo pensare a questa diretta. Ovviamente vi lascio il tweet dove potrete rivederla tranquillamente.

 La canzone delle quarantena di Giorgio Vanni

Si chiama Ciurma’s song ed è scritta da Giorgio Vanni in persona e si piazza al terzo gradino del podio dei 10 momenti più iconici del 2020. Nella canzone cita tanti cartoni della nostra infanzia e, in più, è una sorta di battaglia al Covid-19, con tutti i luoghi comuni che hanno caratterizzato questa quarantena, dalle giornate passate in pigiama a guardare Netflix al Coronavirus paragonato a Lord Beerus. Per chi se la fosse persa, può trovarla a questo link, intanto vi lascio il testo:

«Sono troppo indaffarato
dormo da quando sono nato…come Snorlax (come Snorlax)
ma ho il caos nella testa
la città è deserta
la noia mi prende ma il divano mi difende
live su Twitch, in mano la mia Switch

mi diletto come cuoco
pane, pizza, dolci in forno
Sto guardando troppo Netflix,
non vorrei finire proprio…come Obelix (come Obelix)
.
Datemi la nuvola di Goku
Questo coronavirus è peggio di Lord Beerus Noi siamo i re con la corona vera
e salveremo la Terra interaaaa
.
Siamo chiusi nelle Pokéball
ma so che un giorno usciremo per combattere In tuta alla finestra partono i flashmob
e per fortuna c’è l’Italia che canta…
“Dragon Ball GT, siamo tutti qui”
Finalmente in pigiama questo mondo salverò!!!
»

Le maratone di Harry Potter, Twilight e Hunger Games

Sì, siamo stati chiusi in casa, ma almeno possiamo dire di non essere stati con le mani in mano e di non aver fatto nulla! O meglio, di non aver visto nulla. La Mediaset ci ha sempre accontentati durante il primo lockdown, facendoci rivedere le maratone di Harry Potter, Twilight e Hunger Games… E nel secondo quella di Harry Potter, che ovviamente abbiamo rivisto perché non potevamo mancare! Abbiamo avuto anche altre maratone su altri canali, ma le più importanti sono state queste tre. Che sogno!

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: wikipedia

Salvini cheerleader

No, scusate, nella lista dei 10 momenti più iconici del 2020 non può mancare neanche Salvini cheerleader, etichettato in questo modo da una testata tanto importante come il The Independent durante le elezioni degli USA 2020. Sì, perché sembra che persino Donald Trump abbia preso meglio la sua sconfitta rispetto a Matteo Salvini (e ce ne vuole!). Il leader della Lega, in tutti i giorni precedenti e successivi all’election day andava in giro con una mascherina con stampate le parole “Trump 2020” e sul suo profilo Twitter non faceva che dare sostegno all’ormai ex Presidente e urlava al complotto. Nulla di nuovo.

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: twitter

Il comizio di Trump boicottato dai tiktoker

Sarà forse per questo che Trump ha voluto vietare la piattaforma negli USA? Una rivincita personale contro chi, durante il suo primo comizio, ha prenotato tutti i posti facendogli credere che ci sarebbe stata una grande partecipazione ma che, in realtà, è stata la peggiore. Alcuni influencer di Tiktok infatti si erano organizzati per prenotare i posti e poi, ovviamente, non presentarsi, costringendo Donald a rinunciare al suo discorso. Una perdita che anche i repubblicani hanno ammesso. E noi la inseriamo al sesto posto dei momenti più iconici del 2020.

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: Twitter TGcom24

Fedez e il Codacons

Abbiamo anche dimenticato quante volte Fedez sia stato denunciato dal Codacons solo per… essere Fedez. Da quando il rapper e influencer ha smascherato su Instagram ai suoi milioni di followers l’inganno dell’associazione che, spacciando le donazioni per aiutare a sconfiggere il Covid-19, intascava nelle proprie tasche tutti i soldi degli italiani, la Codacons non lo ha più perso di vista, in attesa di una qualsiasi sua azione che potesse solo provare a essere. La battaglia della Codacons contro Fedez è stata una certezza in questo 2020.

Le foto di Harry Styles su Vogue

Sì, scusate, quando i Pinguini Tattici Nucleari cantano «e non sei più quella bambina che baciava Harry Styles in tv» non si riferiscono ovviamente a me perché Harry Styles, persona bellissima, non può non essere nella mia top 10 dei momenti più iconici del 2020. Le sue foto hanno fatto il giro del web, sono state d’ispirazione per bambini, bambine, ragazzi e ragazze che stanno cercando la propria strada e che hanno trovato un idolo in una persona tanto famosa che indossa quel cavolo che gli pare.

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: vogue

Il meme di Salvini

Sì, Salvini è un meme vivente, non c’è un solo meme su di lui, ma quello “ah no?” è stato il meme del 2020. Più che altro, perché dobbiamo vederne il contesto. Era giugno 2020, quindi ci avevano appenato dato un po’ più di libertà. Le regioni si aprivano, ma prima che si aprissero, Matteo Salvini insieme a Giorgia Meloni e altri vertici e sostenitori della destra sono scesi in piazza a protestare e a fare selfie con la mascherina abbassata. Quando viene notato al leader che non può abbassare la mascherina, lui risponde con un «Non posso abbassare la mascherina per parlare con una signora?», e ovviamente gli viene risposto di no. «Ah no?», dice lui. E poi smette di funzionare.

momenti-piu-iconici-del-2020
Fonte: imgflip

I capelli del Presidente Mattarella

Quanto vogliamo bene al Presidente Mattarella? Gli vogliamo bene e lo apprezziamo anche da spettinato, quando in piena pandemia, poco prima di una diretta, gli viene detto di sistemare i capelli e lui risponde con un onesto «non vado al barbiere neanche io», come tutti i cittadini italiani che durante il primo lockdown si sono dovuti muovere da sé per tinte e tagli di capelli, in particolare le ragazze che hanno avuto il virus della frangetta e i ragazzi della pelata. Insomma, Mattarella, le vogliamo bene e si merita l’ultimo posto dei momenti più iconici del 2020.

Questa era la nostra top 10 dei momenti più iconici del 2020, voi che ne pensate? Aggiungereste altro?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Giulia

Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

Torna in alto