Tom Felton parla di J.K. Rowling e del rapporto con Emma Watson

Condividi

Ormai il cast di Harry Potter continua a essere interpellato costantemente sul proprio rapporto con J.K. Rowling, che purtroppo ha deciso di essere una persona transfobica che non accetta le scelte altrui. L’ultimo a lasciare una dichiarazione sulla scrittrice della famosa saga, è stato Tom Felton, che interpretava Draco Malfoy, in una recente intervista che aveva come obiettivo quello di sponsorizzare la sua nuova autobiografia Beyond the Wand (in italiano: Senza la bacchetta: Incanto e maledizione di un’adolescenza da mago) ha anche parlato del suo rapporto con Emma Watson.

A essere onesti, della mamma di Harry Potter e della sua ideologia transfobica abbiamo parlato innumerevoli volte, questo perché fa sempre parlare di sé in qualche modo, e purtroppo raramente in modo positivo. Più che altro, se c’è una cosa che ci rammarica molto, è che il 2022 non è un anno semplice per le persone transgender. Con le leggi negli USA, con la Polonia e l’Ungheria che fanno finta che non esistano, con l’Inghilterra che si dice LGBT safe, ma poi ritiene plausibile non includere dal divieto di terapie di conversione anche le persone trans. Con le persone trans che avranno difficoltà a votare alle elezioni in Italia…

jk-rowling-tom-felton-emma-watson

E J.K. Rowling sicuramente non contribuisce a far cambiar questa situazione. Qualche mese fa si è persino beccata una risposta da Wonder Woman, ovvero da Lynda Carter, che ha risposto alla sua provocazione in cui condivideva un articolo in cui si leggeva che la polizia scozzese «registrerà gli stupri commessi da criminali con genitali maschili come commessi da una donna se l’aggressore “si identifica come una donna». La Rowling, condividendo quell’articolo, aveva citato il capolavoro di George Orwell, 1984, scrivendo: «La Guerra è Pace. La Libertà è Schiavitù. L’Ignoranza è Forza. L’Individuo munito di pene che ti ha violentata è una donna».

Lynda Carter, che non si è diretta alla Rowling ma il tempismo parla chiaro, scrisse un tweet: «Non devi essere trans* per capire l’importanza di rispettare le persone transessuali e affermare la loro identitàLa vita è solo troppo breve. Non posso immaginare quale sia il senso di usare la propria fama per screditare gli altri». Dopo questa polemica, si è parlato nuovamente di J.K. Rowling e della sua posizione contro le persone transgender per un intervento di Emma Watson, che ha semplicemente sottolineato di rappresentare tutte le streghe“. Adesso, contro di lei, c’è anche Tom Felton.

Le ultime dichiarazioni di Tom Felton su J.K. Rowling ed Emma Watson

In Senza la bacchetta: Incanto e maledizione di un’adolescenza da mago, Tom Felton parla di diversi argomenti: non solo delle sue avventure da Draco Malfoy che lui indubbiamente ancora ama e ricorda con tanto affetto, ma anche del post-Draco Malfoy, che per lui è stato anche piuttosto tragico in quanto, come rivela nel libro, ha dovuto lottare contro depressione e alcolismo. Ad aiutarlo in questa situazione è stata Emma Watson, interprete di Hermione Granger e una delle persone più amate da sempre. Intelligente, gentile, stupenda e, evidentemente, anche una buona amica.

«Ci sono state persone, come Emma Watson in particolare, che mi hanno incoraggiato a raccontare tutta la mia storia personale senza filtri. Non solo perché si tratta di un’esperienza catartica per me stesso, ma anche perché nel condividerla potrei riuscire ad aiutare altre persone in difficoltà», ha detto Tom Felton durante l’intervista. Tra l’altro ci sono sempre stati diversi rumors fra i due, che li vedremo l’uno innamorato dell’altro. Lui ne parla anche nel libro.

jk-rowling-tom-felton-emma-watson

«Ho sempre avuto un amore segreto per Emma, ​​anche se forse non nel modo in cui le persone potrebbero voler sentire. Questo non vuol dire che non c’è mai stata una scintilla tra di noi. C’è sicuramente stata, solo in momenti diversi», scrive nel suo libro, dicendo che quando aveva 15 anni ha scoperto che Emma Watson provava qualcosa per lui, che ai tempi era fidanzato. «Le voci hanno iniziato a diventare sempre più insistenti, dicevano che c’era qualcosa di più nella nostra relazione, più di quanto noi lasciassimo intendere», scrive ancora.

Racconta poi di aver «negato che mi piacesse in quel modo, ma la verità era un’altra. La mia ragazza dell’epoca capì subito che c’era qualcosa di non detto tra noi. Ricordo di aver usato la vecchia e solita frase: ‘La amo come una sorella’. Ma c’era di più. Lei era per me molto più di una sorella», tuttavia, non pensa di essere mai stato innamorato di lei: «l’ho amata e ammirata come persona in un modo che non avrei mai potuto spiegare a nessun altro. Eravamo spiriti affini».

Durante l’intervista, però, il topic viene spostato sul suo rapporto con J.K. Rowling, che è spesso sotto i riflettori per essere transfobica: «Prima di tutto, non conosco abbastanza dettagli su quel che è stato detto. Il mio cane mi porta via troppo tempo per potermi dedicare a certe questioni. Ad ogni modo, la cosa scontata da dire è che sono pro-scelta, pro-discussione e a favore dei diritti umani su tutta la linea, e pro-amore. Non ho molto tempo per tutto ciò che non rientri in questi assunti», ha detto l’attore britannico.

jk-rowling-tom-felton-emma-watson

Aggiunge poi che la figura di J.K. Rowling, per quanto sia stata la mente dietro la storia, in realtà non era fondamentale sul set: «voglio inoltre ricordare che per quanto Jo sia la creatrice di queste storie, non ha fatto parte del processo di produzione del film quanto la gente potrebbe pensare. Credo di averla vista una, al massimo due volte sul set. In tutta sincerità sia io che i miei amici abbiamo opinioni differenti su diverse questioni e celebriamo le nostre scelte. Certamente non traiamo alcun piacere nel mettere nel mirino persone che possono aver detto cose sulle quali non siamo d’accordo».

Insomma, mamma di Harry Potter, ma solo dei libri. Il cast della saga non la riconosce molto come tale.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.