Evan Peters sarà Jeffrey Dahmer in “Monster”, la nuova miniserie di Murphy

Condividi

Dopo American Horror Story e anche la sua breve apparizione in WandaVision, Evan Peters torna a essere nel cast di un, sicuramente, capolavoro di Ryan Murphy: Monster, che avrà al centro della storia il serial killer Jeffrey Dahmer. Il nome completo della miniserie è Monster: The Jeffrey Dahmer Story e sarà un crime drama disponibile sulla piattaforma di Netflix.

evan-peters-monster
Fonte: pinterest

Nella serie di Monster, Ryan Murphy sarà accompagnato da Ian Brennan, con cui ha già collaborato in Glee. Insieme a Evan Peters ci saranno nel cast anche Niecy Nash, che abbiamo visto in Scream Queens e che, nella serie, sarà una vicina che allerta la polizia riguardo i comportamenti del serial killer, e Richard Jenkins (The Shape of Water, Miranda July’s Kajillionaire) che sarà invece il padre. Variety inserisce nel cast anche Penelope Ann Miller, come madre.

«Mi fido di lui e della sua visione, della sua scrittura, della sua regia e, in un certo senso, della sua supervisione di tutto», ha detto Evan Peters. «So che c’è un piano più grande, e quindi mi affido a lui e dico “Sono nelle tue mani. Facciamolo. Qualsiasi cosa tu abbia bisogno che io faccia», ha detto l’attore di Ryan Murphy, facendo trapelare la grande fiducia e stima che prova nei suoi confronti.

Monster, con Evan Peters: trama

evan-peters-monster
Fonte: pinterest

Come abbiamo anticipato, Monster, che avrà come protagonista Evan Peters, avrà al centro della vicenda Jeffrey Dahmer, uno dei più pericolosi assassini d’America che è stato condannato a 15 ergastoli per gli omicidi di diciassette uomini e ragazzi tra i 14 e i 31 anni, tra il 1978 e il 1991. Tuttavia, Monster è quasi una denuncia nei confronti dell’incompetenza della polizia che non è stata capace di bloccare subito il serial killer, facendo morire tantissime vittime.

Il personaggio che interpreterà Evan Peters, infatti, è stato arrestato più e più volte ma è sempre stato rimesso in libertà poiché ritenuto inoffensivo. Solo nel 1992 è stato condannato. È conosciuto come “Il cannibale di Milwaukee” o “Il mostro di Milwaukee“, per come uccideva le sue vittime: violenza sessuale, necrofilia, cannibalismo e squartamento. Due anni dopo la sua incarcerazione è stato ucciso da Christopher Scarver, un altro detenuto.

evan-peters-monster
Fonte: wilkipedia

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Berlusconi ricoverato, di nuovo prima dell’udienza Ruby Ter
Next post Tommaso Zorzi canta insieme a Meloni “Io sono Giorgia”, dov’è il paladino LGBT?