evan-peters-monster

Evan Peters sarà Jeffrey Dahmer in “Monster”, la nuova miniserie di Murphy

Condividi

Dopo American Horror Story e anche la sua breve apparizione in WandaVision, Evan Peters torna a essere nel cast di un, sicuramente, capolavoro di Ryan Murphy: Monster, che avrà al centro della storia il serial killer Jeffrey Dahmer. Il nome completo della miniserie è Monster: The Jeffrey Dahmer Story e sarà un crime drama disponibile sulla piattaforma di Netflix.

evan-peters-monster
Fonte: pinterest

Nella serie di Monster, Ryan Murphy sarà accompagnato da Ian Brennan, con cui ha già collaborato in Glee. Insieme a Evan Peters ci saranno nel cast anche Niecy Nash, che abbiamo visto in Scream Queens e che, nella serie, sarà una vicina che allerta la polizia riguardo i comportamenti del serial killer, e Richard Jenkins (The Shape of Water, Miranda July’s Kajillionaire) che sarà invece il padre. Variety inserisce nel cast anche Penelope Ann Miller, come madre.

«Mi fido di lui e della sua visione, della sua scrittura, della sua regia e, in un certo senso, della sua supervisione di tutto», ha detto Evan Peters. «So che c’è un piano più grande, e quindi mi affido a lui e dico “Sono nelle tue mani. Facciamolo. Qualsiasi cosa tu abbia bisogno che io faccia», ha detto l’attore di Ryan Murphy, facendo trapelare la grande fiducia e stima che prova nei suoi confronti.

Monster, con Evan Peters: trama

evan-peters-monster
Fonte: pinterest

Come abbiamo anticipato, Monster, che avrà come protagonista Evan Peters, avrà al centro della vicenda Jeffrey Dahmer, uno dei più pericolosi assassini d’America che è stato condannato a 15 ergastoli per gli omicidi di diciassette uomini e ragazzi tra i 14 e i 31 anni, tra il 1978 e il 1991. Tuttavia, Monster è quasi una denuncia nei confronti dell’incompetenza della polizia che non è stata capace di bloccare subito il serial killer, facendo morire tantissime vittime.

Il personaggio che interpreterà Evan Peters, infatti, è stato arrestato più e più volte ma è sempre stato rimesso in libertà poiché ritenuto inoffensivo. Solo nel 1992 è stato condannato. È conosciuto come “Il cannibale di Milwaukee” o “Il mostro di Milwaukee“, per come uccideva le sue vittime: violenza sessuale, necrofilia, cannibalismo e squartamento. Due anni dopo la sua incarcerazione è stato ucciso da Christopher Scarver, un altro detenuto.

evan-peters-monster
Fonte: wilkipedia

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.