Cerimonia di chiusura: Olimpiadi 2020, grazie per tutti i successi

Condividi

Abbiamo seguito la cerimonia di apertura, abbiamo fatto la telecronaca di tutte e sedici le giornate olimpiche e, adesso, commentiamo insieme anche la cerimonia di chiusura per salutare con il botto le Olimpiadi di Tokyo 2020, che hanno portato all’Italia la bellezza di 40 medaglie (qui le trovate tutte). Vi ricordo che stasera invece rivedremo insieme alcuni dei momenti più iconici che hanno coinvolto gli italiani, per cui stay tuned.

L’Italia ha dimostrato tanto in queste Olimpiadi. Ha dimostrato che, sebbene il Covid-19 ci abbia distrutto con tutte le morti, i lockdown, la crisi economica e morale, possiamo ancora splendere. Perché sebbene non siamo stati il Paese con più medaglie, possiamo essere fieri e orgogliosi dei nostri atleti che ci hanno dato almeno una medaglia in ogni giornata olimpica, e in 19 sport diversi. Mai c’era stato un risultato del genere, con così tante medaglie, sebbene apparentemente abbiamo dovuto rinunciare agli ori dello scherma.

cerimonia-di-chiusura-olimpiadi-2020
Marcell Jacobs
Fonte: Italia Team

La diretta della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi è sui soliti programmi a pagamento di Eurosport disponibili su Discovery+ o DAZN, ma anche su Rai 2 (ma non su Rai Play, poiché la Rai non ha i diritti per lo streaming). A essere il portabandiera dell’Italia sarà l’uomo più veloce al mondo, Marcell Jacobs, che in questi giochi olimpici ci ha davvero fatto arrivare sulla luna con l’oro nei 100 metri maschili, erede di Usain Bolt. A proposito di lui, proprio qualche ora fa si è espresso sul suo successore parlando con il Corriere della Sera:

«Ha centrato un risultato straordinario. Dare il meglio di sé nella corsa più importante della stagione è certamente un segno di classe. Non conosco Jacobs e non ricordo di averlo mai incontrato, ma fisicamente è forte e l’aver saputo migliorare il suo personale in batteria, semifinale e finale indica che è un vero combattente, mentalmente solidissimo. Ho assistito a una gara apertissima, nella quale non sarei stato in grado di scegliere un vero favorito. Uno sprint di qualità: alla fine tutti e tre i medagliati sul podio hanno fatto il loro personale stagionale.

Congratulazioni a Jacobs e all’Italia, che si è presa pure l’oro della staffetta, wow! Non lo conosco abbastanza per poter dire di quanto potrà scendere ancora sui 100 nel futuro. Ora deve godersi il momento, festeggia il giusto e continuare a lavorare come sta facendo. Allenarsi all’estero? No, no, per carità: non si cambia mai una formula vincente.  me non è mai importato nulla della provenienza dei miei avversari. La cosa meravigliosa dell’atletica è che chiunque, sul pianeta, se ha talento può correre veloce. Jacobs l’ha fatto, oggi l’erede è lui

Cerimonia di chiusura delle Olimpiadi: la diretta

È iniziata alle ore 13 italiane. Il tema della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Tokyo 2020 è “Moving Forward: Worlds We Share“, per cui un invito ad andare avanti dopo questi anni pandemici e la lotta al Covid-19 ancora in corso, le cui conseguenze si sono viste anche in queste Olimpiadi. Molti atleti non sono potuti partire oppure gareggiare perché si sono contagiati, altri invece hanno dovuto gareggiare senza un pubblico a sostenerli. Sono state delle Olimpiadi diverse, ma sono state comunque magiche.

Così come per la cerimonia di inizio, i primi a sfilare sono gli atleti del Paese ospitante insieme alla Grecia, che è il Paese in cui le Olimpiadi sono state create. Ci saranno poi tutte le altre nazioni in ordine alfabetico giapponese e, infine, a chiudere ci saranno la Francia e gli Stati Uniti, ovvero i Paesi dove si svolgeranno i prossimi due giochi olimpici. Nel 2024, quindi, non dovremo fare i conti con il fuso orario e potremo dormire tranquillamente.

cerimonia-di-chiusura-olimpiadi-2020
Fonte: Twitter

La cerimonia è iniziata con un video introduttivo molto bello, insieme all’ingresso della bandiera olimpica a cinque cerchi e all’inno giapponese. Vi ricordiamo che il Giappone ospiterà anche i Giochi Paralimpici dal 24 agosto. Inizia poi la tanto attesa sfilata degli atleti, con il nostro Jacobs a rappresentare l’Italia. Sono 205 le bandiere presenti in questa sfilata e alle Olimpiadi e, con i portabandiera, si posizionano al centro del campo, in cerchio. Viene fatto vedere un altro video celebrativo dedicato agli atleti.

Poi, all’improvviso, entrano in campo anche tutti gli altri atleti sulle note dell’Olympic March. Felici, soddisfatti, alcuni con le medaglie al collo, altri euforici anche solo per aver fatto quest’esperienza storica. Ovviamente molti atleti sono già tornati in Italia poiché, causa Covid-19, si è scelto così. In campo ci sono soprattutto quelli che hanno disputato le gare negli ultimi giorni e quindi partiranno dopo la fine della cerimonia. Il clima è gioioso, c’è musica (anche francese, poiché i prossimi giochi saranno a Parigi) e danza e tutti sono felici.

Bellissima è l’esibizione con le luci, con i cerchi che si creano e poi si distruggono. Sembra quasi di stare a Hogwarts, perché sembra una magia. Si vede che il Giappone si è davvero impegnato per rendere iconiche e storiche queste Olimpiadi segnate dalla presenza di soli atleti, dirigenti e allenatori, senza un pubblico a poter godere dello spettacolo dal vivo.

La musica e lo spettacolo sono vari e splendidi, ci sono diversi generi, dalla musica da discoteca al rock’n’roll. Viene intonato anche l’inno nazionale della Grecia, sempre per aver invitentato, secoli fa, i giochi olimpici. Infine, c’è la premiazione delle maratone svolte stamattina, con Thomas Bach e Sebastian Coe a consegnare le medaglie e con l’inno kenyano in sottofondo.

C’è anche Federica Pellegrini, che proprio negli ultimi giorni è stata eletta con 1658 voti nella commissione degli atleti e quindi come membro del Cio. Sale sul palco insieme agli altri atleti e riceve ufficialmente l’incarico. Insieme a lei il cestista spagnolo Pau Gasol e la ciclista polacca Maja Martina Wloszczowska. L’unico precedente italiano è Manuela Di Centa.

cerimonia-di-chiusura-olimpiadi-2020
Federica Pellegrini
Fonte: CONI

Ci sono poi altri spettacoli di danza, dalla classica a quella Gujo Odori. Al centro dello stadio ci sono gruppi musicali con indosso i costumi tipici giapponesi, i kimono. Davvero splendido e toccante. Ricordiamo anche che in questi giorni si ricordano anche le vittime dell’esplosione di Hiroshima e Nagasaki, avvenute il 6 e il 9 agosto 1945.

Continuiamo con i due sindaci di Tokyo e Parigi, Yuriko Koike e Anne Hidalgo, con Thomas Bach fra loro per il passaggio di consegne con il sottofondo dell’inno olimpico cantato da Okamoto Tomataka, soprano che ha studiato in Francia. La bandiera del CIO è consegnata dal sindaco di Tokyo a Thomas Bach che a sua volta la dà al sindaco di Parigi. Viene eseguito dalla NHK Orchestra la Marsigliese, l’inno della Francia. Assistiamo anche a un filmato con i luoghi più iconici del luogo dove si svolgeranno le prossime Olimpiadi. Dopo aver visto il tricolore, annunciano che che le gare di beach volley saranno sotto la Tour Eiffel.

cerimonia-di-chiusura-olimpiadi-2020
Fonte: Twitter

E sono finiti. Sono ufficialmente chiusi i giochi olimpici a Tokyo 2020, ufficialmente chiusa la XXXII Olimpiade. Ringraziamo tutte le persone che hanno seguito i nostri articoli e tutti gli atleti che ci hanno permesso di essere orgogliosi di essere italiani, ma anche grazie al Giappone che è riuscito a dar vita a una splendida Olimpiade Adesso cerchiamo di fare ancora meglio a Parigi 2024. Grazie ragazzi e ragazze.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Olimpiadi 2020: tutte le vittorie dell’Italia
Next post Olimpiadi 2020: gli 8 momenti più iconici