Per la prima volta nella sua storia Playboy mette in copertina un coniglietto gay

Condividi

23 anni, 18 milioni di followers, imprenditore, influencer e make-up artist, adesso Bretman Rock può vantarsi di essere anche il primo coniglietto gay sulla copertina di Playboy. Pensate che il ragazzo al momento ha anche un suo programma su MTV in cui parla della sua vita e nel 2017 è stato eletto fra i 30 adolescenti più influenti al mondo dal Time. Sempre nello stesso anno è stato inserito da Forbes nei 30 Under Asia – Media Marketing & Advertising. Insomma, giovane, ma con una grande carriera alle spalle e davanti.

Nel 2019 è riuscito a vincere anche un People’s Choice Awards, mentre quest’anno un MTV Movie Awards ed un TV Awards. Diciamo che ci fa davvero domandare cosa ne stiamo facendo della nostra vita. In ogni caso, Bretman Rock non è esattamente il primo uomo ad apparire sulla copertina di Playboy. Prima di lui ci sono stati, in ordine, Hugh Hefner (il fondatore) e Bad Bunny. Tuttavia, il 23enne può comunque vantarsi di essere il primo uomo gay a finire sulla copertina. È un grande traguardo per la community!

«It’s Breman, bitch», scrive il profilo ufficiale di Playboy, facendo una citazione alla grande Britney. «Presentazione della cover digitale di ottobre 2021 con l’iconico Bretman Rock». La fotografia è di Brian Ziff, la videografia di Boa Simon. Tuttavia non a tutti è piaciuta l’idea della rivista, famosa proprio perché vi erano soprattutto delle belle ragazze, con forme prosperose. «Grazie al cielo Hugh è morto prima che voi poteste fare questo alla sua eredità», scrive un utente sotto al tweet della rivista.

Molti urlano al politicamente corretto, altre addirittura che questo va contro le donne perché «Playboy, immagino che tu non voglia una vera donna con seno e sensualità». Altri semplicemente mettono gif di vomito. In ogni caso, a lamentarsi sono principalmente uomini etero che non potranno farsi la pugnetta sulla copertina di Playboy, oppure femministe radicali.

Bretman, intanto, è già apparso come copertina in un’altra rivista, ovvero sul “Gay Times” nel 2019. Ai tempi si disse molto felice e orgoglioso: «quando ti dicono di smettere di comportarti come una piccola principessa. È un onore essere la copertina di @gaytimes per il Pride Month. Continuerò sempre a usare la mia piattaforma per ricordarvi che una volta che vi amate veramente, siete inarrestabili. Tu sei quello che credi, stronza, e io sono una star».

bretman-rock-playboy-copertina

Bretman Rock, il primo coniglietto omosessuale: le opinioni online

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Whatsapp, Facebook e Instagram down: «menomale che Twitter c’è»
Next post Endometriosi: nel Lazio la prima proposta di legge