Nel 2022 dovremo dire addio a Internet Explorer


La nostra infanzia, piano piano, comincia a essere un ricordo. Dopo aver salutato per sempre Yahoo Answer, adesso dobbiamo dire addio anche a Internet Explorer, compagno delle nostre prime, immense, lentissime ricerche. Non penso non ci sia una persona con più di 18 anni che non abbia mai utilizzato il browser più lento della storia, attivo da 26 anni ma ormai non più utilizzato. La data della dipartita è il 15 giugno 2022, da quel momento non sarà più possibile utilizzarlo su Windows 10, a favore di Microsoft Edge, con modalità IE.

È il protagonista di tantissimi meme, c’è un profilo simpaticissimo su Twitter che lo personifica, twittando delle notizie ormai vecchie giusto per sottolineare quanto fosse lento a caricare. Non lo utilizzavamo da ormai 10 anni, forse anche di più, eppure ci mancherà. Un po’ come successe con MSN. Un giorno lo usavamo tutti, il giorno dopo utilizzavamo Facebook e quello dopo Instagram. I browser come i social e come le mode cambiano, si aggiornano e a noi non resta che andare avanti.

addio-internet-explorer
Fonte: twitter

Internet Explorer: la storia del web

addio-internet-explorer
Fonte: twitter

Se pensiamo alla prima volta in cui abbiamo navigato su internet, pensiamo a Internet Explorer. Proprio quel browser che poi, senza pensarci due volte, abbiamo abbandonato non appena sono usciti Google Chrome, Safari, Opera o Firefox. Ma, ai tempi, quando eravamo giovani, per noi esisteva solo Internet Explorer, integrato in Windows 95, come se non ce ne fossero altri, come se dovessi usare per forza quello. E noi lo usavamo, neanche ci domandavamo se ne esistessero altri.

Ci sono ben 11 Internet Explorer, dal 1992 quando comincia a prendere i primi passi, al 2013, con Internet Explorer 11, l’ultima versione e quella che oggi ancora troviamo, e a cui diremo addio. Nella prima guerra tra browser, la piattaforma di Microsoft ne esce vincente alla grande, ma nella seconda, quando entrano in gioco i quattro sopra citati, ormai è una storia vecchia, e non riesce a riprendersi neanche con l’uscita di Microsoft Edge nel 2015, figlio di Internet Explorer, molto più veloce del padre ma comunque, ormai, le persone avevano già il proprio browser preferito.

addio-internet-explorer
Fonte: twitter

Oggi, nel 2021, solo l’1% degli utenti che navigano sul web utilizza Internet Explorer (sarà anche perché non appena lo apri sei invitato a usare il browser più nuovo, sempre della Microsoft), il vincitore assoluto è Google Chrome con il 67%, mentre Microsoft Edge occupa solo l’8% della rete. In ogni caso, ormai il nostro primo browser diventerà solo un ricordo. Potremo ancora continuare a vedere la sua icona nei pc che lo hanno installato, ma non si potrà aggiornare. E voi sentirete la mancanza di Internet Explorer, o per voi era già un lentissimo ricordo?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.