Erasmus: settimana in coppia


Buonasera e bentornati in questa rubrica in cui vi racconto il mio Erasmus a Zadar. Vi avevo detto che vi avrei mostrato i centri commerciali ma non ho avuto il tempo di visitarne molti. Sono stata a uno vicino casa ed è molto carino, tuttavia voglio portarvi insieme a me al Supernova, che è un po’ distante, per cui vedrò di andare nella prossima settimana. Oggi, però, vi racconto la mia settimana, ricordandovi che la scorsa è arrivato il mio ragazzo per cui adesso è ufficialmente iniziata la nostra Erasmus-convivenza.

Questa settimana abbiamo fatto diverse cose. Siamo un po’ andati in giro, abbiamo visitato il posto (per me è stata la seconda volta, ma volevo mostrale la zona al mio ragazzo), siamo andati al mare, abbiamo fatto un picnic interculturale e siamo persino andati a una pseudo festa (piccolo spoiler: le feste dei croati fanno schifo). Oh, e ovviamente abbiamo cucinato tanto. È stata una bella settimana, diversa dalle precedenti.

Erasmus: picnic e feste

Nei primi giorni della settimana siamo praticamente solo andati in giro. Vi ho fatto già vedere alcune foto dei posto, per cui mi limiterò a postarvi solo quelle che sono sicura che non abbiate già visto. In primis, una cosa particolare che mi ha stupita, è stata la colonna. Voi direte: e perché? Beh, anche a Brindisi, nella città in cui vivo in Italia, c’è una colonna, quindi per me è stato come sentirmi a casa. Tra l’altro dovrò anche sostenere un esame sul forum romano di Zadar, per cui approfondirò sicuramente la sua storia.

zadar-erasmus-turismo

Sia lunedì che martedì sono stati molto turistici. A essere onesta mercoledì pensavano di andare all’isola di Ugliano (di cui io vi ho già parlato qui), tuttavia il meteo prevedeva pioggia. In realtà poi c’è stato un sole splendente e caldo per tutta la settimana, pensate che io, che sono freddolosa, sono persino uscita a maniche corte. Ci andremo prossimamente, in fin dei conti abbiamo tanto tempo ancora.

Mercoledì, invece, siamo andati al mare. No, non abbiamo fatto il bagno perché fa ancora abbastanza freschetto, però al sole si stava molto bene. In più, dovete sapere che sulla spiaggia c’è una sorta di cupola romana e persino un tavolino dove ci siamo potuti tranquillamente sedere e mangiare. La zona era molto desolata, probabilmente perché non è ancora estate, ma è stato molto piacevole e rilassante. Sicuramente ci torneremo in futuro.

zadar-erasmus-turismo

Anche giovedì siamo andati un po’ in giro, ma nulla di troppo interessante. Venerdì, però, abbiamo partecipato al picnic interculturale con gli altri studenti Erasmus. Abbiamo assaggiato degli snack locali (c’è letteralmente una merendina chiamata bananko che essenzialmente è una banana immersa nella cioccolata, sebbene di banana ci sia solo il sapore e neanche) e anche delle nazioni degli altri studenti Erasmus. Qualcosa era davvero molto buono, altre cose invece non facevano proprio per me, ma è stato molto bello anche solo assaggiare.

Il picnic (dove erano presenti studenti Erasmus e non) è stato nel parco con la sfinge, perché sì, Zadar ha una sfinge, tuttavia ho dimenticato di scattare foto (quando sono in compagnia di tante persone non riesco proprio a prendere il cellulare e scattare foto), però abbiamo in programma di tornarci, così posso fare tante belle foto. In ogni caso, vi lascio il post condiviso dall’associazione studentesca, ESN, su Instagram:

Sabato c’erano diverse visite ai musei organizzate per gli studenti Erasmus, tuttavia noi avevamo da studiare perché il pomeriggio precedente non abbiamo potuto far molto (e tra cibo e musei, entrambi preferiamo il cibo), ma sicuramente recupereremo nelle prossime settimane. Ma se devo parlarvi di sabato, vi racconto della mia prima festa con i croati. Ovviamente la festa, era all’aperto (proprio di fronte all’università, che si trova di fronte al mare) e non c’era un assembramento di persone. Stranamente i vari gruppi mantenevano le distanze.

Ma, ragazzi, la musica era davvero pessima. Va bene, io non sono una tipa festaiola, non lo sono in Erasmus e non lo ero in Italia, e non sempre amo la musica del memento, però comunque se vai a una festa ti aspetti di ascoltare le canzoni internazionali del memento. Eh no. In Croazia, in questa festa, c’era solo musica croata e non posso dire che sia il massimo. Qualche cantante sembrava letteralmente Al Bano e Romina. L’ambiente però era molto sereno.

Abbiamo parlato con un ragazzo croato e io, che fra i pensieri ho sempre e solo il cibo, ho chiesto quale fosse il cibo tipico della Croazia. Beh, lui mi ha risposto quello italiano. Effettivamente poi, oggi, sul gruppo Erasmus qualcuno ha consigliato una gelateria, molto buona e io nello stesso pomeriggio ho voluto andarci, per poi scoprire che era una gelateria italiana (molto buona comunque, sono rimasta tanto soddisfatta!). La nostra settimana si è conclusa con un bel tramonto al saluto al sole, e ora vedremo The Irregulars su Netflix.

zadar-erasmus-turismo

Noi ci aggiorniamo la prossima settimana, a meno che non decidiate di seguire le mie giornate su Instagram. In ogni caso, a presto!

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.