Wisconsin: la strage raccontata dai testimoni

Condividi

Siamo quasi a dicembre, le città cominciano a riempirsi di colori natalizi, di decorazioni e di tanta gioia. Purtroppo, però, oggi siamo qui per raccontarvi una tragedia, avvenuta la scorsa notte in Wisconsin, con almeno 5 morti e più di 40 feriti. Un’auto ha colpito la parata di Natale in cui c’erano tantissime famiglie, coppie, amici, semplicemente persone che si stavano godendo un bel momento. Il colpevole è Darrell Edward Brooks Jr, rapper di 39 anni che in arte si fa chiamare MathBoi Fly.

wisconsin-tragedia-morti-e-feriti
Il colpevole della strage in Wisconsin

L’incidente si è tenuto intorno alle 17 locali, durante una parata che dà inizio alle festività natalizie. In particolare, però, nella cittadina di Waukesha, cittadina con più di 60mila abitanti a 30 km da Milwaukee, in Wisconsin, si festeggia uno degli eventi più grande della città che quest’anno celebra i suoi 125 anni, ovvero una parata che si festeggia ogni anno nella domenica prima del Ringraziamento. I testimoni hanno raccontato che il guidatore ha accelerato dietro a una banda scolastica e poi si è generato il caos e il panico, con gente che urlava e scappava, cercando di mettersi al sicuro.

Dalle immagini condivise sui social si vede un Suv rosso (secondo alcuni un Ford Escape) arrivare a grande velocità dalla fine della parata. Dopo ciò, lo si vede fuggire dopo aver distrutto delle barriere. Il colpevole, fermato dalla polizia, è Darrell Edward Brooks Jr, rapper afroamericano che si fa chiamare in arte MathBoi Fly e che ha già una fedina penale abbastanza lunga. Secondo le forze dell’ordine stava fuggendo da un altro crimine, una rissa con coltello.

wisconsin-tragedia-morti-e-feriti

Dalle prime indagine è stato anche escluso il terrorismo domestico o internazionale. Tuttavia il colpevole era appena uscito da prigione (giusto due giorni fa) dopo aver pagato una cauzione di mille dollari. Tra i crimini di cui è stato accusato in passato, la resistenza all’arresto, percosse, tentativo di strangolamento e soffocamento, distruzione di proprietà, possesso illegale di armi da fuoco, violenza domestica e molestie sessuale. La gran parte dei feriti sono dei bambini.

Wisconsin: le testimonianze e i video della strage

Corey Montiho, membro del consiglio del distretto scolastico di Waukesha, ha raccontato di aver dovuto «passare da un corpo all’altro per trovare mia figlia. Mia moglie e le due figlie sono state sfiorate. C’erano pompon, scarpe e cioccolata calda rovesciata ovunque», altri hanno riferito di «bimbi piccoli sdraiati per tutta la strada. La gente ha iniziato a correre, a scappare con le lacrime agli occhi».

Angelito Tenorio, consigliere comunale di West Allis in corsa per la carica di tesoriere dello Stato del Wisconsin, ha invece raccontato delle «grida assordanti della folla. Abbiamo sentito un forte scoppio e, dopo, le grida assordanti provenire dalla folla. E la gente ha iniziato a correre, a scappare e a piangere». Delle scene terribili, che rimarranno sempre impresse nella mente delle persone presenti, delle ferite e di quelle che invece, per fortuna, sono riuscite a uscirne sane e salve.

wisconsin-tragedia-morti-e-feriti
La ricostruzione

Facciamo le nostre condoglianze a chiunque ha perso un parente o un affetto in questa tragedia in Wisconsin, e ci auguriamo che il colpevole marcisca in galera, com’è giusto che sia.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Erasmus: il mio primo convegno
Next post Joe Biden: le parole per il TDOR 2021