Quali prodotti della vostra skincare dovete eliminare con l’estate?

Condividi

Qualche settimana fa vi abbiamo parlato di skincare coreana, mentre oggi, seguendo quella stessa via, vi sveliamo quali sono i prodotti che non devono esserci nella vostra skincare estiva, a causa del sole che potrebbe causare dei problemi alla vostra pelle. Per cui vediamo i prodotti che dovete evitare prima di andare al mare o, semplicemente, con l’arrivo dell’estate.

skincare-estiva-prodotti-da-evitare
Photo by cottonbro on Pexels.com

Facciamo una breve premessa: noi non siamo dermatologi, come state facendo voi ci siamo informati tramite internet, ma da siti un po’ più affidabili. Se state facendo un trattamento prescritto da uno specialista che va al di là della skincare, ovviamente non dovete interromperlo perché ve lo stiamo dicendo noi, se dovesse essere pericoloso sarà lui stesso a dirvi di smettere. Allo stesso tempo, i nostri sono dei consigli, se d’estate siete come me, ovvero cercate di evitare il sole come se fosse un virus e indossate sempre tanta crema solare, non dovrebbero esserci problemi.

La dott.ssa Laura Colli, Dermatologa di Humanitas Medical Care, ha spiegato a ecocentrica che «La fotosensibilità è la reazione esagerata della pelle alla radiazione solare. Normalmente la cute, esposta ai raggi solari, mette in moto alcuni meccanismi di difesa per evitare il danno da raggi ultravioletti, e la “resistenza” al danno dipende dal fototipo della cute, cioè dal suo colore. Ci sono condizioni genetiche o acquisite di fotosensibilità: tra quelle acquisite rientra la fotosensibilizzazione da sostanze esogene, cioè estranee all’organismo, sia quelle introdotte nell’organismo, sia quelle applicate alla pelle».

La dott.ssa ha anche spiegato che le conseguenze che un’esposizione ai raggi UV sulla vostra pelle potrebbero essere il «classico eritema solare, quindi rossore, bruciore, gonfiore della zona, fino allo sviluppo di vescicole, bolle e desquamazione; a lungo termine invece possono permanere discromie, ovvero macchie scure della pelle, come segno di danno: si parla allora di iper pigmentazione post-infiammatoria». Per cui, prestate sempre molta attenzione e, anche d’inverno, munitevi di una crema solare prima di uscire.

Ma, senza perderci in troppe chiacchiere, passiamo subito al punto del discorso. Quali sono i prodotti che dovete eliminare dalla vostra skincare estiva prima di esporvi ai raggi solari?

Quali prodotti della skincare estiva dobbiamo evitare e come sostituirli

Chiaramente sono da evitare nella vostra skincare estiva gli acidi, in particolare quelli esfolianti (per cui, addio peeling rosso di The Ordinary che tanto ci hai dato in questi tristi mesi di quarantena rinchiusi in casa), ma anche l’acido ascorbico, il retinolo o il perossido di benzoile. Partiamo con i primi, che sono quelli più apprezzati e probabilmente anche più conosciuti. Ovviamente vi proporremo anche gli ingredienti con cui potete sostituire, ma non posteremo alcun prodotto.

Acidi esfolianti

In primis, quali sono gli acidi esfolianti? Possiamo dividerli in tre gruppi: gli Alfa Idrossi Acidi (Glicolico, Lattico e Mandelico), i Beta Idrossi Acidi (Acido Salicilico e Betaine Salicylate) e, per ultimi, i Poli Idrossi Acidi (Gluconolattone e Acido Lattobionico). Prima di utilizzarli sulla vostra pelle, che sia estate, inverno o qualsiasi altra stagione, fate delle piccole prove per vedere come reagisce, soprattutto se avete una pelle sensibile.

skincare-estiva-prodotti-da-evitare
Il mio peeling rosso di The Ordinary

Al posto degli acidi esfolianti potreste utilizzare nella vostra skincare estiva i detergenti enzimatici, che aiutano comunque la pelle ad esfoliarsi ma in più modo più naturale, senza rischiare arrossamenti dovuti al sole. Potreste anche provare i Peeling Gel, degli scrub a base di cellulosa, non aggressivi o sensibili al sole. Ovviamente i risultati saranno li stessi: meno possibilità che escano dei brufoli ed evitare i pori chiusi. Potreste trovarvi così bene da continuarli a usare anche nelle skincare delle altre stagioni.

Acido Ascorbico

Il secondo acido di cui abbiamo parlato è l’acido ascorbico, in altre parole la vitamina C. In tutti i prodotti con vitamina C, nella skincare estiva o invernale, sconsigliano di utilizzare con gli acidi ma anche se si è esposti al sole, poiché sebbene non sia fotosensibile potrebbe causare delle irritazioni o arrossamenti sulla pelle. Ovviamente è una vostra scelta e potreste anche solo riempirvi di crema solare sebbene, se doveste essere esposti direttamente al sole, potrebbe comunque essere un problema.

Se non riuscite a fare a meno della vitamina C nella vostra skincare estiva perché siete completamente innamorati dei prodotti che la contengono, potreste orientarvi, per la stagione estiva, verso i derivati che sono più delicati. I risultati saranno più lenti e meno efficaci, però meglio che non usarla completamente. Un esempio è l’Ascorbyl Glucoside, derivato della vitamina C, più stabile ma meno potente della Vitamina C, o ancora il Magnesium Ascorbyl Phosphate (MAP), l’Ascorbyl Tetraisopalmitate e altri ancora.

Retinolo

Passiamo ora al Retinolo, uno dei migliori ingredienti per la skincare anti-aging, ma anche fotosensibile quindi da evitare l’estate. Ovviamente al suo posto potete usare la Niacinamide (io la utilizzo quotidianamente ed è fantastica, ne ho parlato qui), che è un’alternativa eccellente se dovete fare un viaggio in montagna o al mare e saprete di dovervi esporre al sole.

skincare-estiva-prodotti-da-evitare
Fonte: freepik

La Niacinamide, come il Retinolo è un ingrediente anti-aging e riduce la produzione di sebo. Nella skincare estiva e non vi aiuterà a ridurre le macchie, i pori troppo visibili o le rughe, fungerà anche da illuminante (oddio, non immaginatevi i brillantini, parliamo di illuminazione naturale della pelle), migliorerà la grana della vostra pelle e, infine, rinforza la barriera cutanea. Io utilizzo quella di The Ordinary e la trovo spettacolare.

Perossido di Benzoile

Infine, concludiamo con il Perossido di Benzoile, che è anche conosciuto come un trattamento per l’acne, sia per curarla che per prevenirla. Ovviamente se lo state utilizzando al di là della skincare estiva e ve lo ha prescritto un dermatologo, non dovete interromperlo a meno che non sia lui a consigliarvi di farlo, oppure esponetegli i vostri dubbi sul prodotto al sole in modo che possa essere anche lui a darvi una mano.

Le alternative per la vostra skincare estiva potrebbe essere sempre la Niacinamide o, ancora, lo Zolfo, che per le sue caratteristiche fa assorbire il sebo in eccesso prevenendo i pori chiusi con effetti antimicrobici.

Sicuramente ci sono sia altri prodotti da evitare che altri con cui potrete sostituire, quello che vi consigliamo è di informarvi sul prodotto stesso per vedere se è fotosensibile e poi rivolgervi al vostro dermatologo. Se dovete informarvi su internet, assicuratevi che siano sempre siti sicuri che non stiano cercando di vendervi qualcosa a discapito della vostra salute. La skincare estiva e non può essere un passatempo ma è anche una questione seria. Io sono iscritta a un gruppo facebook di skincare coreana e asiatica dove leggo tanti consigli, per cui ve lo lascio qui in caso aveste bisogno di una mano.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Erasmus: un’altra settimana statica
Next post Nel 2021 al cinema torna Spirit!