Nuovi Cristiani: «figli costretti a disertare la scuola per pregare», arrestate 5 donne a Bolzano

Condividi

La religione non è sbagliata se praticata nel modo corretto, ovvero se non arriva all’estremismo e quindi a costringere dei 14enne a non andare a scuola per pregare. Sono cinque le donne che fanno parte di una setta cristiana di origine svizzera chiamata “Neu Christen”, ovvero “Nuovi Cristiani” che sono state arrestata in Valle Taurina per maltrattamenti contro due ragazzini figli di una delle cinque. Quando la religione non viene più considerata come fede e via di fuga, capiamo che è andata troppo oltre, qualsiasi religione sia.

nuovi-cristiani-religione-arresto-5-donne
Il logo dei Nuovi Cristiani

L’Italia è uno stato laico, per cui chiunque può scegliere quale religione seguire o non seguire. Non dovrebbe esserci alcuna discriminazione da parte di nessuno per chi sceglie di affidarsi a un Dio o a più divinità, tuttavia bisogna anche sottolineare che deve essere una scelta personale e non bisogna trattare nessuno, in particolare i propri figli, come delle bambole di cui fare ciò che si vuole, anche costringendoli a pregare per dei comportamenti che non sono consoni alla tua religione.

Questa situazione ci ricorda un po’ quella di Alessandro, il ragazzo pazzo per Gesù il cui video, proposto in un servizio delle Iene, divenne virale su TikTok a distanza di anni. Ascoltato così, molti ci fecero dei meme e risero, tuttavia prestando attenzione alle parole che dice ci rendiamo conto della gravità della sua scelta, della gravità delle terapie di conversione che in Italia ancora non sono illegali. Questo perché Alessandro era omosessuale e ha deciso di cambiare a causa della madre iper religiosa.

Allo stesso modo, questi ragazzini venivano condizionati dalla vita e dalle scelte delle proprie madri e, poiché sono i loro genitori, non si sono posti la domanda se questo fosse giusto o sbagliato. La storia che vi racconteremo oggi è la testimonianza di come la religione estremista, che sia il cristianesimo, l’Islam, il buddismo, sia sempre sbagliata. Ma, in realtà, qualsiasi estremismo, anche una semplice passione che può essere uno sport agonistico, porta sempre dei guai con sé.

Bolzano, arrestate 5 donne appartenenti alla setta dei “Nuovi cristiani”

La religione dei Nuovi Cristiani

Apriamo prima una parentesi su chi sono i Nuovi Cristiani. Sul sito ufficiale (disponibile in inglese, francese e tedesco) leggiamo che «quasi 2000 anni fa Dio, cioè Gesù Cristo, fondò una Chiesa, i cui fedeli si chiamavano cristiani. Nonostante lo sforzo supremo dei suoi amministratori, tuttavia, questa Chiesa è diventata sempre più umanizzata. Le sfide dei secoli dovevano spesso essere contrastate con una legislazione coerente, e questa Chiesa non aveva sempre dei santi amministratori che agivano nello spirito del suo Fondatore. Una Chiesa divenuta rigida per legge era patrimonio del nostro secolo. E il peggio doveva ancora venire».

Il peggio che, scrivono, è rappresentato dalle riforme minate dallo spirito del mondo e che di conseguenza sconfissero il loro scopo. È per questo motivo che, «come un giovane germoglio la Chiesa dei Nuovi Cristiani nasce rinnovata dal tronco marcio della vecchia Chiesa», insomma è una sorta di risposta al Cristianesimo, che però non rappresenta una nuova Chiesa, ma è la continuazione della credenza romano-cattolica la cui fondazione si basa su «Pietro la roccia, cioè incarna la Chiesa di Gesù Cristo adattata al nostro tempo con le sue ricchezze di pensiero originali».

Il logo dei Nuovi Cristiani mostra «la croce biforcuta come è stata trovata da S. Elena, vale a dire come era originariamente e come è ancora da vedere in varie chiese antiche. Il cerchio indica la santità». Sottolineano poi che c’è una sola Chiesa, ovvero quella che Gesù Cristo ha fondato. «È la Chiesa che possiede i sette santi Sacramenti. Nei sacramenti della Chiesa i fedeli cercano la resistenza contro il peccato e la forza per vivere una vita gradita a Dio».

«Se hai problemi coniugali o domande sull’educazione dei figli, siamo sempre pronti per discussioni e consigli utili», leggiamo sul sito ufficiale dei Nuovi Cristiani. Il fondatore, chiamato “vescovo della spada” (Schwert Bischof in svizzero) è Nikolaus Andres Schneider, 84enne antiabortista, contrario a tutto ciò che non sia eterosessuale e cisgender e all’evoluzionismo di Darwin, che ha deciso di creare questa nuova branca del cristianesimo lontano dal modernismo e che vede Papa Francesco come l’anti-Cristo.

Del Papa afferma che è «pioniere di una religione mondiale che sostituirà il cristianesimo con le altre religioni, fa avanzare il processo di globalizzazione della religione, parla abbastanza apertamente della fusione e unificazione delle religioni; ma in una religione universale non c’è posto per Gesù Cristo». Di questa religione presente in Svizzera, Germania, Austria, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Italia e Camerun e di questo pensiero fanno parte le cinque donne arrestate per maltrattamenti contro due minori.

Lo scandalo delle donne che plagiavano i figli

Tre delle cinque donne facevano parte dello stesso nucleo familiare, mentre una di questa era una “sacerdotessa”. I minori coinvolti sono due preadolescenti a cui veniva impedito di andare a scuola subendo maltrattamenti psicologici, ed erano figli di una delle cinque donne che adesso si trovano nel carcere femminile di Trento. I Carabinieri hanno riferito che spesso vietavano anche ai bambini di dormire sempre per pregare inginocchiati tutta la notte per emendare i propri peccati.

I ragazzini vivevano segregati in casa, non avevano televisione, cellulari, non avevano amici ed erano stati ritirati da scuola, e proprio quest’ultima assenza ha fatto partire la denuncia ai carabinieri, che tramite degli strumenti di registrazione ambientale nelle case a Campo Tures e Cadipietra (provincia di Bolzano), sono riusciti a cogliere nel sacco le cinque colpevoli e a salvare i ragazzini dalla loro stessa madre, che ora, insieme alle altre quattro, è accusata di maltrattamento di minori.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, che è stata sintetizzata nel mandato d’arresto firmato dal pubblico ministero Sara Rielli, madre, figlia e zia sono delle seguaci molto fedeli della comunità dei Nuovi Cristiani e punivano ogni azione non conforme alle regole che loro avevano imposto che i ragazzini facevano, tutto questo anche con l’aiuto della sacerdotessa. Adesso bisognerà anche accertare il ruolo di Nikolaus Andres Schneider, che non è un vescovo consacrato dalla Chiesa Romana.

Addirittura, quest’uomo che ha un’influenza così forte sui membri della setta, la scorsa estate ha affermato: «Il Coronavirus è un’influenza che può finire come qualsiasi altra influenza. Chi è al potere vuole provare un governo mondiale e una religione mondiale. La politica e la Chiesa tirano la stessa corda. I media della menzogna servono Satana», e ancora ha accusato il governo di dettare legge nella Chiesa e che «coloro che sono stati vaccinati perdono sempre più la loro spiritualità verso Dio e diventano stupidi». Speriamo che si agisca al più presto per salvare le persone che pendono dalle labbra di quest’uomo, perché la situazione è fin troppo grave.

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.