Cile: approvato il matrimonio egualitario

Condividi

Un’altra splendida notizia per la comunità LGBT, ovviamente non italiana: il Cile ieri ha approvato in Senato con 28 voti favorevoli, 14 contrari e nessuna astensione il matrimonio egualitario. Il progetto di legge è arrivato in Senato e al voto dopo 6 anni dall’approvazione delle unioni civili e dopo 4 anni di istruttoria (era stato presentato nel 2017 durante il secondo mandato di Michelle Bachelet), ed era stato sostenuto dal presidente di centro destra Sebastián Piñera.

matrimonio-egualitario-cile
Fonte: Pinterest

Pensiamo che il centrodestra o la destra nel mondo siano tutte come la nostra. Omofobi, razzisti, promulgatori di fake news. Per certi versi, in molti son così, tuttavia se si tratta di diritti umani non c’è orientamento sessuale che tenga. Un esempio è Boris Johnson, di destra e grande sostenitore di Trump con cui non ci troviamo d’accordo per molte idee, ma che ha da sempre sostenuto la comunità LGBT con leggi per proteggere ed evitare l’omofobia.

In Cile, invece, il presidente di centrodestra Sebastián Piñera ha voluto proprio sottolineare l’importanza e anche l’urgenza che il provvedimento aveva. E noi in Italia vediamo spostato il DDL Zan a settembre perché la nostra destra, quella del «ci sono cose più importanti», ha scritto più di mille emendamenti per contrastarlo e per farlo votare il più tardi possibile. Ma non solo. Anche la presidente del Senato Yasna Provoste, democristiana che ha votato ha favore, ha affermato che «vogliamo muoverci verso un Paese con altri valori, che avanzi nella giustizia e nell’eliminazione di ogni forma di discriminazione».

Perché l’omofobia è discriminazione e va combattuta non aggiungendo delle pene più severe come propongono Lega e Fratelli d’Italia, ma cercando di eliminarla alla radice. Perché se un ragazzo viene ucciso perché gay, la famiglia avrebbe preferito che qualcuno avesse educato il suo assassino al rispetto e all’amore, piuttosto che fargli avere una pena più severa. Avere con sé un figlio è più importante di una punizione. E se all’educazione non ci pensano i genitori (perché molti sono omofobi), ci deve pensare la scuola.

Il disegno di legge sul matrimonio egualitario in Cile

matrimonio-egualitario-cile
Fonte: Pinterest

Il disegno di legge sul matrimonio egualitario in Cile prevede che la legge sul matrimonio cilena che era applicabile solo alle coppie eterosessuali, venga ampliato anche per le coppie LGBT e, nel testo, si include anche l’adozione di bambini da parte di coppie dello stesso sesso. Oscar Rementeria, portavoce del movimento per i diritti LGBTI Movilh, ha detto che «quando la legge sarà approvata, cesserà di esistere nel nostro paese il concetto di coppie di prima e seconda categoria».

Il matrimonio egualitario potrebbe divenire ufficialmente legge entro la fine del 2021, con la maggioranza della popolazione a favore dell’uguaglianza. Dovrà passare in Parlamento, ma si ritiene che non dovrebbero esserci ostacoli. Se dovesse riuscire a essere approvato (e le probabilità sono molto alte), il Cile sarebbe il 30esimo Paese al mondo e il sesto in Sud America, dopo Argentina, Brasile, Colombia, Ecuador e Uruguay.

Il Movhil Chile ha scritto ieri, festeggiando il risultato del matrimonio egualitario: «Trionfano la giustizia e l’uguaglianza: il Senato, dopo quattro anni di procedura, approva e riconosce finalmente il matrimonio egualitario. La fine della discriminazione ai danni le coppie omosessuali e delle famiglie omogenitoriali è vicina. Un cammino migliore per le nuove generazioni».

matrimonio-egualitario-cile
Fonte: Pinterest

Non tutti, comunque, sono d’accordo riguardo il matrimonio egualitario in Cile. Manuel Jose Ossandon, del partito conservatore National Renovation di Pinera, ha ribadito che «il matrimonio è nella sua essenza un’unione tra un uomo e una donna con possibilità di procreazione, mentre le relazioni omosessuali rientrano in una categoria diversa, poiché non hanno questa possibilità di procreare». Tuttavia l’opinione del singolo conta poco in questa situazione e la maggioranza ha votato a favore.

✊🏳️‍🌈❤️✅ TRIUNFA LA JUSTICIA Y LA IGUALDAD: El Senado, tras cuatro años de trámite, aprueba y despacha por fin el…

Pubblicato da Movilh Chile su Mercoledì 21 luglio 2021

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Stormi, la figlia di 3 anni di Kylie Jenner, potrebbe lanciare un suo brand
Next post Elon Musk: Tesla potrebbe tornare ad accettare i bitcoin?