Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

Applicazioni per migliorare il proprio inglese

Oggi dedichiamo un po’ di tempo alla lingua inglese. Frequentando il mio primo Erasmus e quindi trovandomi per la prima volta sola all’estero, in uno stato di cui non conosco la lingua, mi sono resa conto di quanto l’inglese sia effettivamente importante. Sì, lo sappiamo: è la lingua più parlata e quindi va studiata, tuttavia va studiata davvero bene e non solo tramite la scuola. Per cui: come fare?

Sapete, io non sono stata molto fortunata con la lingua inglese durante il mio periodo scolastico. Ho cambiato molte professoresse, spesso sono andata avanti a supplenti, e spesso avevo un’insegnante che però non ha fatto al meglio il suo mestiere. Non voglio dare la colpa a nessuno, probabilmente mi sarei dovuta impegnare un po’ di più anche io, ma ormai è inutile rimuginare sul passato.

Tutto questo per dirvi che io, l’inglese, la pronuncia, il vocabolario, l’ho imparato grazia a internet, forum, serie tv e film. Ovviamente poi si sono viste le carenze a livello grammaticale, per cui sto cercando di imparare, stando qui in Erasmus (sia con corsi offerti dall’Europa, che con alcune applicazioni), a parlare al meglio la lingua inglese. Voglio quindi darvi dei consigli.

Mi sento di consigliarvi, prima di passare alle applicazioni, anche a seguire qualche utente di Instagram o Tiktok che si occupa di pronunce o grammatica. Per quanto concerne la pronuncia @learnenglishwithaaron su Tiktok, mentre per quanto riguarda la grammatica è fantastica @normasteaching, che trovate sia su Instagram che su Tiktok, ma anche su Youtube. E ora, passiamo alle applicazioni.

Cake

Personalmente è la mia app preferita per destrarmi nella lingua inglese, per questo la voglio mettere al primo posto. Niente pubblicità fastidiose, completamente gratuita. Ma come funziona? Nessuna fastidiosa lezione di grammatica, si lavora soprattutto con la pronuncia e con le frasi da madrelingua. Ovviamente tramite le espressioni potreste anche imparare la grammatica. Io la consiglio a chi conosce già l’inglese, a chi ha delle basi ma vuole solamente migliorarsi.

Per farlo, Cake ti propone una serie di filmati, di serie tv, film, cartoni, interviste, video su Youtube, tutti accompagnati da sottotitoli in inglese e in italiano. Puoi interromperli quando vuoi, puoi mettere la riproduzione più lenta o più veloce, puoi salvare un’espressione che magari non hai capito troppo bene e rivederla dopo, oppure fare dei quiz in cui ti viene chiesto di completare le frasi che hai già visto nel video. A furia di completarle, le imparerai per bene.

lingua-inglese-applicazioni
Fonte: play store

English 5000 Words with pictures

La seconda applicazione per imparare la lingua inglese è più semplice e va bene anche per chi parte proprio dal principio. Anche qui, non ci sono lezioni grammaticali ed è adatta anche ai bambini che magari cominciano ad avvicinarsi alla lingua, poiché ci sono delle carinissime immagini con cui possono anche provare a capire come si dice una parola senza doverla leggere, basterà ascoltarla e ripeterla.

Ci sono diverse categorie in quest’applicazione, potete scegliere l’argomento (che può essere una conversazione, dei termini sull’università, sulla cucina, sul viaggio) e scegliere anche se ascoltare la pronuncia, se provare a indovinare il significato, se dire voi stessi la pronuncia. Pur essere molto semplice, è anche un’applicazione molto completa dal punto di vista della lingua inglese.

lingua-inglese-applicazioni
Fonte: playstore

Interpal

Interpal esiste da anni. Io avevo 13 anni quando ho per la prima volta utilizzato il sito che, oggi, è divenuto un’applicazione, in modo da permettere agli utenti di essere una sorta di Whatsapp ma a distanza. Su Interpal non imparerete la lingua tramite la pronuncia o con le regole grammaticali, bensì chattando con dei veri e propri madrelingua.

Tramite i vostri parametri potrete scegliere se parlare con un madrelingua inglese (o qualsiasi altra lingua vogliate imparare) che magari vuole imparare l’italiano, oppure chattare con qualcun altro che, come voi, vuole provare a imparare. Potete anche scegliere l’età, il genere, la provenienza, del vostro interlocutore, e siete chiaramente liberi di rispondere come di non rispondere a chiunque vi scriva.

lingua-inglese-applicazioni
Fonte: playstore

Tandem

Tandem funziona esattamente come Interpal, sebbene io preferisca il primo e sebbene questa sia fra le “Migliori app del 2017” su Google Play. Anche in quest’applicazione c’è la possibilità di parlare con dei madrelingua, imparando nuovi termini e scambiando semplicemente quattro chiacchiere insieme a dei coetanei o non.

Duolinguo

Duolinguo è probabilmente la più popolare fra tutte le applicazioni che vi abbiamo proposte per allenarvi con la lingua inglese, anche perché, nel 2013 è stata l’app “migliore fra le migliori” di Google Play e ne hanno parlato grandi magazine come il PC Magazine o il The Wall Street Journal. Personalmente ritengo che sia una delle migliori, proprio perché è adatta a chi vuole iniziare e ancora non ha delle basi. Duolinguo ti aiuta con la grammatica e lo fa in un modo eccellente, facendoti giocare.

E voi quale di queste applicazioni utilizzare o utilizzerete per allenarvi con la lingua inglese?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Giulia

Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

Torna in alto