Hunger Games: la ballata dell’usignolo e del serpente – tutto quello che sappiamo

Condividi

Qualche mese fa è stato dato l’annuncio di un nuovo capitolo di Hunger Games, basato sul prequel “La ballata dell’usignolo e del serpente“, e da quel momento è iniziato l’hype. Hunger Games è stata la nostra adolescenza, tantissimi di noi sono stati ispirati dalla fiamma della rivoluzione di Katniss che decide di non sottomettersi più, di non voler essere un personaggio ma di voler semplicemente vivere e far vivere i suoi cari, e adesso, dopo anni di attesa, potremo assistere a un prequel della saga.

La trama originale del film e dei libri gira intorno a un reality show, chiamato proprio Hunger Games, ambientato nella nazione di Panem, governata dal tirannico Presidente Snow, al quale partecipano un ragazzo e una ragazza estratti a sorte da ciascuno dei dodici distretti di cui è composta la Nazione. I protagonisti dei libri sono Katniss Everdeen e Peeta Mellark, del distretto 12, che saranno i tributi che finiranno nell’arena per ben due volte, con delle storie emozionanti che includono non solo coraggio, ma anche amore.

Hunger Games: La ballata degli usignoli e dei serpenti uscirà il 17 novembre 2023 e vede di nuovo alla regia Francis Lawrence, accompagnato alla produzione da Nina Jacobson e Brad Simpson e, ovviamente, dalla scrittrice della saga, Suzanne Collins, che fungerà da scrittrice del soggetto e da produttrice esecutiva. A loro si aggiunge il premio oscar per la sceneggiatura in Little Miss Sunshine Michael Arndt. Questa, invece, è la trama ufficiale:

Hunger Games – La ballata dell’Usignolo e del Serpente racconta la storia di un giovane Coriolanus Snow ,anni prima di diventare il tirannico presidente di Panem. Il ragazzo a diciotto anni viene scelto come mentore per i decimi Hunger Games e spera in questo modo di poter rialzare il nome della sua casata, caduta in disgrazia nel dopoguerra di Capitol City. Coriolanus rappresenta l’ultima speranza per tutta la sua famiglia per tornare a splendere come un tempo. Il ragazzo dovrà essere il mentore del tributo femminile del Distretto 12, Lucy Gray Baird.

Nonostante le sue misere origini, la giovane riesce ad affascinare quasi tutta Panem durante la cerimonia della mietitura, cantando mentre sul suo volto aleggia un’aria di sfida. Dopo questa performance, Coriolanus capisce che potrebbe usare la situazione a suo favore e facendo gioco di squadra con Lucy, unendo la loro astuzia politica e il loro istinto per lo spettacolo, cercheranno di sopravvivere in una corsa contro il tempo, al termine della quale verrà decretato chi sarà l’usignolo e chi il serpente.

Cosa sappiamo di Hunger Games: la ballata dell’usignolo e del serpente

Parliamo dei personaggi: non rivedremo i personaggi che già conosciamo, o meglio… non tutti. Abbiamo come protagonista un giovanissimo Coriolanus Snow, destinato a diventare il tirannico presidente di Panem, interpretato da Tom Blyth, già protagonista della serie Billy the Kid, e la sua co-protagonista, Lucy Gray Baird, ragazza scelta come tributo per il Distretto 12, sarà interpretata da Rachel Zegler, che abbiamo già visto in West Side Story e che vedremo anche nel live-action di Biancaneve, della Disney.

hunger-games-prequel-cosa-sappiamo

Fra di loro, c’è una storia d’amore, come sottolinea Francis Lawrence, il regista, in un’intervista con Vanity Fair. «È una storia d’amore ambientata in un mondo diverso, in un’epoca diversa», aggiunge Lawrence, «una storia d’amore molto intima», che cominciamo anche a vedere nella prima foto dei due. La storia è ambientata 64 anni prima della saga che abbiamo conosciuto e vediamo un ambizioso Snow che «si sta facendo strada nel mondo, ma fa anche delle scelte che lasciano presagire l’uomo che sta diventando», ha detto la produttrice Nina Jacobson.

A ostacolare il suo futuro, l’affascinante Lucy Gray Baird e la malvagia dottoressa Volumnia Gaul (Viola Davis, premio Oscar che si è aggiunta al cast proprio nell’ultima settimana). «È un mutaforma che desidera il controllo, ma è attratto da una donna che minaccia tutto ciò che pensava di volere», leggiamo nell’intervista. Non pensate però che Lucy sia, come Katniss, in quanto lo stesso Lawrence la descrive come «l’anti-Katniss. È una musicista, un’artista, un’ammaliatrice. Snow non ha mai incontrato una ragazza così».

Altri nomi del cast del prequel di Hunger Games sono Peter Dinklage, noto per il ruolo di Tyrion Lannister in Games of Thrones, che interpreterà Casca Highbottom, l’involontario creatore dei giochi stessi; Hunter Scahfer, famosa per Euphoria, e Jason Scwartzamn, popolare per Marie AntoinetteGrand Budapest Hotel e Mozart in the Jungle. Insomma, un cast di certo non da poco, che preannuncia un film mozzafiato.

hunger-games-prequel-cosa-sappiamo
hunger-games-prequel-cosa-sappiamo
hunger-games-prequel-cosa-sappiamo

Il film sarà diverso anche dal «punto di vista stilistico, in termini di design, personaggi e punto di vista, poter mostrare un lato diverso di Panem in un momento diverso della sua storia è stato davvero emozionante». Ha detto che sarà rifatto anche il Distretto 12 e tutto il Campidoglio, e ovviamente «un’arena nuova di zecca». Infine, conclude nell’intervista: «Tornare nel mondo di Hunger Games è stato un ritorno a casa, e anche un viaggio verso una maggiore comprensione del cattivo principale della serie». E per noi è lo stesso.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.