Hawkeye: recensione primi 2 episodi

Condividi
hawkeye-recensione-primi-2-episodi
Fonte: Twitter

Hawkeye è la nuova serie TV targata Marvel Studios, sarà all’altezza delle precedenti?

Occhio di Falco possiamo dire sia il supereroe più umano tra gli Avengers e purtroppo è anche quello a cui l’Infinity Saga ha lasciato più traumi dalla gloria che ormai non c’è più al dolore per gli amici perduti, prima fra tutti Nat sul campo di battaglia. Ma Hawkeye, non sarà una serie introspettiva dai toni cupi ma bensì ci narrerà dell’incontro tra Clint e la sua erede, Kate Bishop usando toni leggeri, ironici e divertenti, il tutto contornato da un’ambientazione natalizia che non guasta mai. Ciò traspare dalla visione dei primi due episodi, che si trovano su Disney+ dal 24 novembre.

 L’alba di Kate Bishop

Hawkeye parte con un flashback, più precisamente nel 2012, il giorno in cui a New York cambiò per sempre la vita degli Avengers. Una piccola Kate è finita vittima di un violento attacco dell’esercito Chitauri, per poi essere salvata dal vendicatore con l’arco, Occhio di Falco, lei poi rimane a guardarlo battersi contro orde di alieni utilizzando il suo arco e la sua mira infallibile.

Spinta da ciò, Bishop, crescendo si addestrerà nelle arti marziali e nel tiro con l’arco. Anni dopo la ritroviamo cresciuta che cerca un po’ il suo posto nel mondo spesso facendo preoccupare sua madre, rimasta vedova nell’attacco del 2012, che ha sta iniziando una frequentazione con un baffuto spadaccino francese, chi vuole intendere intenda.

Kate però si ritrova coinvolta in un’asta clandestina, scoprendo che una persona vicina alla sua famiglia sembra essere immischiata in faccende non proprio legali, Kate si fa carico delle proprie responsabilità e affronta una pericolosa gang criminale indossando “l’armatura” appartenuta a Ronin, l’alter ego di Occhio di Falco, creando così un equivoco che cattura l’attenzione di un Clint che si trova a New York con i suoi figli, da qui parte quindi la trama di Hawkeye, che ci racconterà questo rapporto di mentore-allieva tra i due protagonisti

hawkeye-recensione-primi-2-episodi
Fonte: Twitter

I due Occhio di Falco

La serie Marvel riprende, sia nello stile grafico quanto nei toni, la celebre “saga” fumettistica di Matt Fraction e David Aja, recuperandone per l’appunto gli aspetti stilistici e in generale le atmosfere da action movie ironico e divertente.

Hawkeye infatti, al contrario della scrittura più seria e introspettiva di The Falcon and the Winter Soldier, è contrassegnata da una leggerezza di fondo. E In tal senso, il primo episodio dello show su Disney+ sia sicuramente il più riuscito tra i due iniziali, introducendo con efficacia i vari protagonisti ma mantenendo un’aura nostalgica nei confronti del buon Barton. Molto riuscita è anche la caratterizzazione del personaggio di Kate Bishop, scrivendone le origini in un incipit che sicuramente farà emozionare i fan di vecchia data del Marvel Cinematic Universe.

La seconda puntata di Hawkeye è, come anticipato, un po’ più sottotono rispetto alla precedente: sviluppa la trama, che per “colpa” della sua durata di 6 episodi non potrà dilungarsi troppo, e conferma i toni scanzonati e umoristici della produzione. Uno stile che non stona troppo con le intenzioni dell’opera. Trova spazio anche un buon quantitativo d’azione, ben coreografata e d’impatto, anche se probabilmente Hawkeye debba ancora mostrare il meglio di sé.

Considerazioni finali

Sicuramente l’elemento più riuscito del prodotto sia l’ottima alchimia tra Jeremy Renner e Hailee Steinfield: il primo ormai veterano di Clint Barton che vediamo ormai più stanco e propenso alla genitorialità, la seconda promette di dar vita ad una Kate affascinante, energica, simpatica e sicuramente capace di rivestire il ruolo. Un ottimo inizio, considerando anche la giovane età della Steinfield, che proietta la co-protagonista di Hawkeye verso un futuro roseo, sia in generale nell’industria cinematografica sia nelleo specifico nel Marvel Cinematic Universe. Magari ciò verrà affrontato maggiormente soltanto Fase 4, come leader dei tanto famosi quanto attesi Young Avengers. Nel frattempo speriamo che Hawkeye farà centro, facendoci appassionare al personaggio di Kate.

Fonte: Wikipedia
close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Uomini in scarpe rosse: da Biella il flash mob contro la violenza sulle donne
Next post Black Friday: 10 offerte tecnologiche da non perdere