Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

Google Trends: le ricerche degli italiani nel 2020

E’ ormai noto come il motore di ricerca più famoso del mondo, Google, sia diventato per tutti un punto di riferimento immediato e istantaneo nel caso di ricerche veloci, dubbi e incertezze.

google-trends-ricerche-italiani-2020
Fonte: Pixabay

Con il 2020 ormai agli sgoccioli Google ha potuto tirare le somme delle parole chiave più ricercate in quest’anno. Ciò è possibile grazie a Google Trends, lo strumento di Google che permette di determinare la frequenza di ricerca sui motori di ricerca del web di parole o frasi, determinando quindi i trends dell’anno.

 

Vediamo ora, quindi, quali sono stati i trends di Google nel contesto italiano.

Le parole del 2020

Sembra quasi scontato che al primo posto in classifica ci sia la parola coronavirus, la cui comparsa nelle nostre ricerche risale già alle prime settimane di gennaio, ma il picco delle ricerche si situa nella settimana tra l’8 e il 14 marzo in coincidenza con le prime misure per il contenimento del virus in Italia.

Seguono poi le elezioni americane, senza dubbio un evento di interesse mondiale che pure hanno segnato questo 2020.

Al terzo posto troviamo invece Classroom, altro strumento della piattaforma Google dedicato alla diffusione del materiale scolastico, all’assegnazione e valutazione dei compiti: tutto online. Anche questa piattaforma, infatti, ha fatto il suo ingresso nella vita degli italiani del 2020 a causa del lockdown che ha costretto tutti – studenti e insegnanti – tra le mura domestiche, per quindi fare i conti con la didattica a distanza.

google-trends-ricerche-italiani-2020
Fonte: Pixabay

Al quinto posto dei trends del 2020 spicca la locuzione “nuovo dpcm”: sin da marzo, infatti, siamo stati soggetti a diverse misure atte a regolare tutti gli aspetti del nostro paese, espresse appunto nei vari decreti del Presidente del Consiglio Conte.

Le persone del 2020

L’Italia vede al primo posto dei suoi trend dei ricerca la figura di Alex Zanardi, atleta italiano. Le sue condizioni di salute dopo il tragico incidente che lo ha visto coinvolto lo scorso giugno hanno destato le preoccupazioni di tutti.

Tuttavia, ci sono anche personalità estere che pure hanno acceso la curiosità degli italiani: Donald Trump, Joe Biden e Kamala Harris, sempre legati alle elezioni USA tenutesi questo novembre, o anche il premier britannico Boris Johnson.

Un po’ più in basso, al nono posto, spicca il nome di Rula Jebreal, giornalista e scrittrice, che ha raggiunto il grande pubblico italiano quest’anno sul palco del Festival di Sanremo, tenutosi a inizio 2020: il trend ha raggiunto il suo massimo interesse di ricerca su Google proprio nella settimana tra il 2 e l’8 febbraio, quando il festival condotto da Amadeus è andato in onda in Italia.

Cosa significa..?

google-trends-ricerche-italiani-2020
Fonte: Pixabay

Non sorprende come Google sia il posto in cui sempre più tutti noi cerchiamo le risposte ai nostri dubbi. Il 2020, in particolare, ha segnato l’ingresso nel nostro lessico di tutti i giorni di parole nuove, per questo diventate subito un trend di ricerca.

La prima parola di cui gli italiani hanno chiesto il significato a Google è pandemia. Non sicuramente una parola nuova per la nostra lingua, ma un concetto nuovo per questo 2020 con cui abbiamo tutti imparato a convivere.

Al secondo posto, le ricerche Google sul significato delle parole segnalano l’acronimo MES che sta per Meccanismo Europeo di Stabilità. Fondato nel 2011 è in realtà proprio in questi ultimi mesi che il MES ha generato discussioni, dentro e fuori dal Parlamento. Ecco perché molti italiani si saranno chiesti cosa sia e quali siano le sue origini.

Altre significati “nuovi” sono Urbi et Orbi – tutti ricorderemo le immagini della benedizione del Pontefice in una Piazza San Pietro deserta; e l’inglese lockdown, altro termine con il quale siamo stati costretti a convivere sin da marzo.

Ricette

Memori tutti dell’esperienza dei supermercati svuotati di lieviti e farine, gli italiani si sono rivolti a Google per le preparazioni in casa, affacciandosi forse per la prima volta al mondo culinario.

google-trends-ricerche-italiani-2020
Fonte: Pinterest

I trend di Google in questo campo sono quindi con molta probabilità i trend degli italiani in cucina in tempi di lockdown: al primo posto pizza e pane, seguiti da cornetti e lievito madre.

Fai da te

Sempre in tempi di lockdown gli italiani si sono trovati a cercare metodi alternativi per procurarsi cose non immediatamente disponibili, soprattutto nell’ambito dell’igiene e della cura della persona.

Non dovrebbe sorprendere quindi che al primo posto tra questi trend ci sia la parola Amuchina, noto marchio di prodotti igienizzanti e disinfettanti, diventata quasi un sinonimo del più generico gel disinfettante per mani. La raccomandazione dell’igiene delle mani che possono essere un veicolo di contagio del Covid-19, infatti, ha reso questo prodotto molto richiesto. Non sono mancati, tuttavia, molti blog, video e post che spiegavano come farsi il proprio gel disinfettante in casa.

google-trends-ricerche-italiani-2020
Fonte: Pixabay

Seguono poi trend relativi alla cura della propria persona e alla skincare, che portano a richieste per ricette di maschere per capelli, scrub viso e procedimenti per tinte per capelli.

Addii

Questa triste sezione di Google Trends è dedicata alle personalità che sono scomparse in questo 2020, alcune di queste molto care agli italiani.

Non sorprende il primo posto di Diego Armando Maradona, con la morte inaspettata e le polemiche sul suo conto. Segue poi un altro sportivo, Kobe Bryant. Ancora, i nostrani Ezio Bosso, Gigi Proietti, Ennio Morricone. Un po’ più in basso non viene dimenticato George Floyd, la cui morte ha dato vita ad un’onda lunga di proteste accompagnate dall’hashtag “Black Lives Matter” (non a caso, un’altra delle espressioni sul cui significato gli italiani hanno interrogato Google).

 

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lia

Torna in alto