Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo: cosa guardare oggi

Condividi

Oggi è la giornata della consapevolezza sull’autismo. Tanti social, reti, associazioni stanno organizzando delle iniziative per sensibilizzare le persone alla consapevolezza maggiore verso questo disturbo. Noi, poiché non siamo abbastanza informati o studiati sull’argomento, vi citeremo prima delle fonti sicure e poi vi consiglieremo delle serie tv, dei film o dei cortometraggi che potreste vedere in questa giornata, non tanto per informarvi (per farlo, seguite i siti che vi linkeremo) ma più per evitare di discriminare le persone che soffrono d’autismo.

Cercando informazioni scientifiche sull’autismo in modo da darvi delle informazioni certe, mi sono ritrovata su questo sito (dove trovate anche i sintomi, le cause, i fattori e altre cose che non riporteremo), in cui viene spiegato che l’autismo è «o meglio denominato “disturbi dello spettro autistico“, è un disturbo del neuro-sviluppo che coinvolge principalmente linguaggio e comunicazione, interazione sociale, interessi ristretti, stereotipati e comportamenti ripetitivi». La prima volta che è stato utilizzato il termine risale al 1912 da parte di Eugen Blueler, con cui descrisse dei «sintomi associati alla schizofrenia». Dovremo arrivare al 1943 per associare il termine a una diagnosi a parte.

La prima persona a cui è stato diagnosticato l’autismo nel senso di «disturbi dello spettro autistico» fu Donald Triplett e la diagnosi fu fatta dal dottor Leo Kanner, uno dei migliori psichiatri infantili della nazione e professore alla John Hopkins University. Alcune note di Donald sul suo carattere lo descrivevano come «più felice quando è lasciato solo», «disegnare in un guscio e vivere dentro di sé» e «ignorare le cose che lo circondano». Così, dopo che il dottore studiò bene i vari casi, presentò le sue scoperte al The Nervous Child e, al momento, l’autismo è incluso in una vasta categoria di disturbi pervasivi dello sviluppo.

E ora, dopo aver fatto questa breve premessa, vediamo quali serie tv, film o cortometraggi dovete vedere per aver a che fare con l’autismo in un modo più lieve, ma in modo da non dimenticare comunque l’esistenza di queste persone.

4 serie tv, film o cortometraggi da vedere nella Giornata dell’autismo

Atypical

La prima serie tv che ci viene in mente se si parla di autismo è Atypical, serie tv presente su Netflix, con 3 stagioni e che segue la vita di Sam, un ragazzo che soffre d’autismo, e della sua famiglia. Oltre a trattare molto bene l’argomento delicato, è anche molto divertente, per cui se vi va, provate a darci un’occhiata. Ecco la trama:

«Giunto alla soglia dei 18 anni, Sam, un ragazzo con la Sindrome di Asperger, un disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l’autismo, sente che è arrivato il momento per lui di trovare l’amore e reclamare la propria indipendenza. Preso di mira dai coetanei perché considerato «strano», aiutato dalla sua terapeuta Julia, Sam intraprende un viaggio divertente ed emozionante alla ricerca di se stesso, portando la madre apprensiva Elsa, il padre comprensivo Doug e la sorella Casey a fronteggiare i cambiamenti che ne derivano.»

giornata-mondiale-autismo
Fonte: wikipedia

Float

Float è un cortometraggio prodotto dalla Pixar e disponibile su Disney+ ma anche su Youtube che ha come protagonista un bambino autistico, soffermandosi soprattutto con il rapporto con il padre e con gli altri bambini. È molto commovente. Ecco il video su Youtube:

Buon Compleanno Mr. Grape

Con dei fantastici Johnny Depp, Juliette Lewis e Leonardo DiCaprio, questo film parla di un fratello che deve prendersi cura del fratellino autistico, che ha quasi compiuto 18 anni, età che, secondo i medici, non avrebbe mai potuto raggiungere. Ecco la sinossi del film:

«Il racconto della vita di un commesso chiamato Gilbert Grape. Il ragazzo vive ad Endora, nello stato dello Iowa ed ha un fratello, Arnie, portatore di handicap che ha il vizio di arrampicarsi su una pericolosa torretta. Affaticato dalle continue responsabilità, il giovane non riesce a trovare la propria serenità, almeno fino a quando non incontra Betty Carver, una donna capace di riaccendergli la passione per la creatività.»

giornata-mondiale-autismo
Fonte: wikipedia

The Good Doctor

Infine, chiudiamo con una serie tv, The Good Doctor, basata sull’omonima serie tv sud-coreana, che parla di un dottore, Shaun Murphy (interpretato da Freddie Highmore), che soffre d’autismo. Ecco la trama:

«La serie segue le vicende di Shaun Murphy, un giovane medico specializzando in chirurgia, autistico e con la Sindrome del savant, proveniente da una cittadina nel Wyoming, Casper, dove ha vissuto un’infanzia travagliata. Deciderà così di trasferirsi e di unirsi al prestigioso dipartimento di chirurgia del San Jose St. Bonaventure Hospital, nella California del Nord.»

giornata-mondiale-autismo
Fonte: wikipedia

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Caro Matteo Salvini, parliamo del “Rinascimento” con la Polonia e l’Ungheria
Next post Chiara Ferragni oggi fa tremare l’Italia intera