Chiedi a Vincenza #17

Condividi

Siamo giunti al 17esimo appuntamento della rubrica in cui rispondo a dubbi e richieste a tema beauty. Potete farmi qualsiasi domanda qui: Chiedi a Vincenza.
La rubrica viene pubblicata con cadenza bisettimanale, per cui il prossimo appuntamento sarà sabato 3 dicembre! Puoi leggere l’ultimo articolo qui.
Iniziamo subito con la prima domanda!

Chiedi a Vincenza… e Vincenza risponde

Giulia mi chiede: “Esistono maschere peel off oltre quelle al carbone??”

Ciao Giulia, inizio a rispondere alla tua domanda dicendo che le maschere peel off sono maschere in crema che si stendono sul viso e che poi si “strappano” via come una pellicola. Tuttavia, per salvaguardare il benessere della pelle, sconsiglio di strappare via la maschera dal viso; al contrario, è importante rimuovere la maschera peel off con delicatezza per evitare di causare irritazioni e rossori.

chiedi a vincenza yepoda
Fonte: Pexels

Queste maschere sono molto efficaci, hanno un’azione purificante ed esfoliante e sono particolarmente indicate per combattere i punti neri e le imperfezioni.

Esistono in genere due tipi di maschere peel off:

  • A base di alginati: dei sali ricavati dalle cellule di alcune alghe. Si presentano sotto forma di polvere ma assumono una consistenza gelatinosa quando vengono a contatto con l’acqua, caratteristica che ben si adatta all’utilizzo nelle maschere per il viso.
  • A base di alcool polivinilico o polimeri sintetici: sono la categoria più diffusa e si comportano un po’ come la colla vinilica. Se stesi in uno strato sottile questi polimeri creano una pellicola sulla pelle che una volta asciutta può essere facilmente rimossa.

Per quanto riguarda il carbone attivo, viene utilizzato molto nelle maschere peel off per le sue elevate capacità assorbenti, che gli consentono di trattenere al suo interno molte molecole di altre sostanze, nel nostro caso le imperfezioni, aiutando a combatterle e prevenendone la ricomparsa.

chiedi a vincenza yepoda
Fonte: Pexels

Sebbene le maschere peel off al carbone attivo siano le più diffuse, esistono però molte altre maschere peel off che contengono acido glicolico, utilizzato spesso per peeling chimici, collagene, per le pelli mature, acido ialuronico, per non seccare la pelle.

Infine il mio consiglio è quello di rispettare sempre i tempi di posa, per evitare che la maschera diventi troppo secca e difficile da rimuovere e di applicare dopo la rimozione una crema idratante, in modo da restituire alla pelle l’acqua di cui ha bisogno.

Nycto mi scrive: “Riguardo alla questione di Yepoda cosa ne pensi? Se non lo sai, su tik tok ci sono state molte polemiche a riguardo questo brand per il fatto che faccia venire brufoli e acne. Secondo te sono dei prodotti validi per qualsiasi tipo di pelle?”

Ciao Nycto, ho sentito parlare di questa polemica, legata soprattutto al fatto che molte influencer li sponsorizzano come prodotti validi per ogni tipo di pelle, mentre altre persone si sono lamentate di avere brufoli e imperfezioni dopo l’utilizzo. Purtroppo quando un brand fa così tante collaborazioni, anche con chi non è del campo, il rischio di fornire informazioni sbagliate è elevato.

Ma partiamo dall’inizio, Yepoda è un brand di skincare coreana con l’obiettivo di portarla in Europa. Probabilmente per raggiungere più persone in poco tempo ha implementato un’importante campagna di influencer marketing, in cui chi promuoveva il brand sosteneva che i prodotti siano validi per ogni tipo di pelle.

chiedi a vincenza yepoda
Fonte: Yepoda

Secondo me nessun prodotto può essere adatto a ogni tipo di pelle, perché ogni tipologia ha le sue esigenze e banalmente una persona potrebbe essere allergica ad un determinato ingrediente e questo provocherà una reazione, quindi dare questo tipo di informazione per me è sbagliatissimo. Dall’altra parte però, non è detto che questi prodotti provochino necessariamente imperfezioni, sicuramente la verità sta nel mezzo!

Il consiglio che posso dare è che prima di acquistare qualsiasi prodotto bisogna considerare se può essere adatto per la propria pelle e se le informazioni che vengono fornite da influencer, pubblicità e social in generale siano attendibili, siano fornite da esperti oppure no e infine tenere sempre a mente che non esistono prodotti miracolosi.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.