Baby: recensione della terza e ultima stagione

Condividi

È uscita il 16 settembre la terza e ultima stagione di Baby, che chiude l’agghiacciante storia di Ludovica e Chiara, due adolescenti vittime di prostituzione minorile. La serie è ispirata alla storia vera della Baby Squillo di Parioli, del 2013.

La prima stagione è uscita nel 2018 su Netflix, prodotta dalla piattaforma di streaming più famosa al mondo e dalla Fabula Pictures, ha avuto come scrittori i grandi talenti del collettivo Grams, mentre della regia si sono occupati Andrea De Sica, Letizia Lamartire e Antonio Le Fosse. Le aspettative erano alte e, sotto certi aspetti, non sono state deluse.

Le protagoniste della serie sono Ludovica, interpretata da Alice Pagani (che, per quanto riguarda la recitazione, è nettamente migliorata rispetto alle stagioni precedenti), e Chiara, interpretata da Benedetta Porcaroli. La prima stagione era stata apprezzata dal pubblico (con le dovute eccezioni), mentre la seconda era stata molto giudicata poiché ritenuta spenta, se non negli ultimi episodi.

L’ultima stagione però, composta da 6 episodi di 40 minuti circa l’uno, ha fatto di nuovo ricredere i fan, che hanno comunque continuato a vederla per vedere le due adolescenti riuscire a superare tutte le difficoltà che avevano chiuso il loro cammino. La serie non è stata cancellata, come succede a molte produzioni di Netflix, ma era stata proprio pensata per concludersi entro tre stagioni. D’altronde, la storia è ispirata a una storia vera, quindi tirarla per le lunghe sarebbe stato complesso.

La trama e il trailer

In questa terza stagione Chiara e Ludovica si trovano a scontrarsi contro la realtà, e lo capiamo dal primo momento, dalla prima frase pronunciata durante il primo episodio: «I segreti sono come dei fili trasparenti che ci legano gli uni agli altri», e quei segreti, quelle vite parallele, stanno per essere svelati.

Tuttavia, l’unica certezza delle due protagoniste di Baby, la loro amicizia, è messa in discussione come abbiamo visto anche nelle ultime puntate della seconda stagione, quindi le due dovranno cercare di risanare i rapporti. Tuttavia, considerando che una vuole continuare con la sua doppia vita e l’altra vuole solo andare avanti e dimenticare tutto, le cose saranno complesse.

Entreranno in gioco, in questa terza stagione, anche i genitori. Da una parte chi vuole solo che la figlia torni alla sua normalità, dall’altra chi vuole solo salvare il proprio cognome, la propria dignità di madre agli occhi del pubblico.

Ci saranno anche nuovi personaggi, tra cui Aurora, amica di Damiano, interpretata da Anna Lou Castoldi, figlia di Morgan e Asia Argento.

Recensione Baby 3 (SPOILER ALERT)

Un sistema scolastico incapace di aiutare delle studentesse, il bullismo fra le mura scolastiche, l’amicizia, la scoperta di se stessi, il ritrovamento dell’ingenuità dei 18 anni, saranno tutte tematiche affrontate nella terza e ultima stagione di Baby.

Un’ultima stagione che ci fa salutare nel modo più adeguato Chiara e Ludo, personaggi che, all’inizio, non comprendevamo, forse giudicavamo anche, ma che, in questa stagione, rivaluteremo e ci accorgeremo che, in fondo, ci siamo anche affezionati a loro.

L’evoluzione dei personaggi

baby-3-recensione
Fonte: twitter

In quest’ultima stagione di Baby ci rendiamo conto di quanto tutti i personaggi siano cresciuti e maturati, di quanto abbiano tutti preso consapevolezza delle proprie azioni e non agiscano più di pancia, ma si fermano due volte a pensare per capire se stanno davvero facendo la cosa giusta.

Il primo personaggio di cui si nota il cambiamento è quello di Chiara. Tutti, forse lei stessa, all’inizio la vedevano come una vittima, la brava ragazza di una buona famiglia che veniva influenzata dalla ragazzina ribelle con una cattiva reputazione. Tuttavia Chiara ha dimostrato di avere carattere, di pensare con la propria testa e non con quella di Ludo, ha manifestato a tutti di non essere una vittima, ma di essere lei a decidere per la sua vita.

baby-3-recensione
Fonte: twitter

La sua amica, Ludo, si dimostra invece più fragile delle stagioni precedenti. All’inizio l’abbiamo vista come una ragazza coraggiosa, un po’ la Effy Stonem italiana, ma poi, proprio come Effy, ha mostrato la sua fragilità, in particolare nelle scene in cui è presente la madre. Delle scene che fanno solo comprendere al pubblico che, la ragazzina ribelle è solo una ragazzina e ha bisogno del conforto materno.

A proposito della madre di Ludovica, anche lei ha avuto una crescita. L’abbiamo vista nelle stagioni precedenti di Baby sostenere il giro di prostituzione minorile della figlia, approfittando dei soldi che guadagnava. In questi ultimi episodi, invece, si prende le sue responsabilità per il bene della figlia, accettando anche le conseguenze.

La madre di Chiara, invece, sembra apparentemente più interessata a non far uscire la notizia che a sapere come Chiara si sentisse, e in effetti il suo atteggiamento si riflette sulla ragazza che fa sempre l’opposto di quello che le dice (altra dimostrazione di come adesso la protagonista ragioni con la sua testa).

baby-3-recensione
Fonte: twitter

Per quanto riguarda i personaggi maschili abbiamo un Damiano che comprende gli errori fatti con l’ex fidanzata, di aver sbagliato a seguirla proprio come il padre aveva fatto con lui e riesce anche ad accettare la morte della madre. Brando e Fabio, invece, riescono a fare ufficialmente coming out (e anche ad accettare se stessi, soprattutto nel caso di Brando che affronta il padre) in una scena più che epica.

Un altro personaggio che merita attenzione è Niccolò, che abbiamo visto quasi come un villain ma che è tornato sui suoi passi e ha non solo fatto capire il suo amore nei confronti di Chiara, ma ha anche dimostrato di rispettarla come persona, aiutandola e standole accanto.

In questa stagione gli adolescenti tornano a essere adolescenti spensierati, riescono a tornare alla vita normale, mentre gli adulti devono affrontare i propri errori e le proprie mancanze.

La colonna sonora

Una menzione la merita anche la colonna sonora di questa stagione, tra Dark Polo Gang, Billie Eilish e l’ultimo singolo di Levante, Vertigine. Il protagonista è però Achille Lauro con “Maleducata“, canzone presente anche nel trailer.


In questa stagione di Baby ci saranno anche due pezzi della cantante emergente Nahaze, con Freak e Control. Altre musiche sono invece originali, come nelle stagioni precedenti, composte da Yakamoto Kotzuga (Giacomo Mazzuccato).

Qui la track listi completa:

  • Young Rich Gang (Remix) – Dark Polo Gang
  • Friday I’m In Love – Aquapark
  • Una Lacrima Sul Viso – Bobby Solo
  • Let’s Go Surfing – The Drums
  • Hasihi Laylaty – Jaw & Kevork Keshishian
  • The Look – Metronomy
  • Laze Lavuka Idimoni Lami – Nuz Queen
  • If You Wait – London Grammar
  • Tout Dit – Camille
  • Running Away – Yakamoto Kotzuga (Strumentale)
  • Pendulum – Fka Twigs
  • Take It There – Massive Attack, Tricky, 3d
  • Out Of The Nest – Flevior (Strumentale)
  • Baby – Bishop Briggs [Ludo Sta Facendo Il Test]
  • Easy – Son Lux
  • Realla – Tokimonsta, Anderson, Paak
  • Outré Lux – Photay Feat. Madison Mcferrin
  • Bad Inside (Original Mix) – Altarboy, Giulia Oddi
  • Listen Before I Go – Billie Eilish
  • Drift – Bicep
  • Lost – Bowland
  • Just A Cloud – Lusine, Vilja Larjosto
  • Empathy – Kelsey Lu
  • Medicine – Daughter
  • I Remember – Saint Saviour
  • Until We Fade – Yakamoto Kotzuga
  • Clara – Makai
  • Maleducata – Achille Lauro
  • Non È Per Sempre – Afterhours
  • Only – Ry X
  • Freak – Nahaze
  • She Said – Yakamoto Kotzuga (Strumentale)
  • Orca – Bicep
  • Fugaces – Arca
  • Everything I Wanted – Billie Eilish
  • Control – Nahaze
  • All These Things I Used To Have – Yakamoto Kotzuga
  • Carry You – Novo Amor
  • Vertigine – Levante

A voi è piaciuta quest’ultima stagione di Baby?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post La stupra fino alle 7 del mattino ma riesce a ottenere uno sconto di pena
Next post Perché oggi e domani devi andare a votare